Cosa vedere a Ravenna in Romagna

CondividiShare on Facebook6Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Conosci già Ravenna? Io abito a circa 20 km da questa città in un paesino, per questo motivo ho avuto la possibilità e la fortuna di girarla in lungo e in largo. Ravenna, spesso rilegata ad un pomeriggio di visita durante una giornata uggiosa durante le vacanze al mare, in realtà è una città che merita almeno un paio di giorni di visita. I suoi monumenti, il suo fascino, le sue specialità in effetti sono troppe da vivere in un giorno solo. Andiamo a vedere per ordine quali sono i monumenti più importanti della città capoluogo della mia provincia.

Partiamo con i monumenti da vedere a Ravenna.

Premetto, non sono una storica dell’arte, racconterò quelli che secondo me sono i più belli.

Basilica di San Vitale e Mausoleo di Galla Placidia

Ravenna era la capitale dell’Impero Romano d’Occidente, sono tanti i monumenti che testimoniano questo periodo di ricchezza e splendore per la cittadina romagnola. Tra questi, c’è, imperdibile, la Basilica di San Vitale, con una struttura davvero particolare, a forma di ottagono. Questa chiesa, unica nel suo genere, racchiude alcuni dei mosaici più belli del mondo. Nel cortile di San Vitale potrai visitare anche il Mausoleo dove venne sepolta Galla Placidia, un piccolo gioiello per gli appassionati di mosaico.

Basilica di Sant’apollinare Nuovo e di Sant’Apollinare in Classe

Queste due chiese sono due autentici monumenti alla bellezza e simbolo di Ravenna. Entrambe contengono mosaici unici e meravigliosi. Si trovano una in centro a Ravenna e l’altra a Classe, antico porto romano della città. La vedi la foto in alto nell’articolo? Ecco, si tratta degli interni di Sant’Apollinare in Classe. Da non perdere! 

Battistero Neoniano e Battistero degli Ariani

Questi due battisteri fanno parte dei monumenti cattolici a corredo di quanto già prezioso potrai vedere a Ravenna, valgono una rapida visita.

Mausoleo di Teodorico

La tomba dell’imperatore Teodorico ti aspetta appena fuori dal centro storico, vuoto e spoglio ma pieno di fascino.

Tomba di Dante, Basilica di San Francesco e Museo Dantesco

Ravenna e Firenze si contendono il titolo di città di Dante. Qui infatti il sommo poeta è sepolto proprio in centro, a fianco di piazza San Francesco. Approfitta della visita alla tomba per vedere la vicina Basilica di San Francesco, dalla cripta più bassa rispetto al livello del suolo odierno e quindi allagata, con tanto di pesciolini rossi che vi nuotano. Se sei appassionato di Dante a Ravenna trovi anche il Museo Dantesco, dove potrai approfondire la storia di questo simbolo italiano.

Piazza del Popolo, via Cavour e il Duomo di Ravenna

Passeggiando per il centro non potrai fare a meno di vedere la bellezza delle vie principali, come via Cavour o Piazza del Popolo. Già che ci sei approfittane per vedere il Duomo!

Musei di Ravenna

Museo nazionale di Ravenna, Museo TAMO, Museo d’Arte della città di Ravenna, Museo arcivescovile di Ravenna. Sì, sono tanti e uno diverso dall’altro, scegli quelli che preferisci in base alle tue passioni, ce n’è per tutti i gusti.

Domus Tappeti Pietro Ravenna

Domus dei tappeti di pietra

Nella città dei mosaici non poteva mancare un monumento del genere. La domus dei tappeti di pietra venne rinvenuta nel 1993, si tratta di edifici sovrapposti, in particolare di un palazzo signorile bizantino con ben 14 stanze e 3 cortili decorati con mosaici e intarsi marmorei, il tutto (attualmente) sotterraneo.

La natura

Ho già parlato dei dintorni di Ravenna in un altro articolo qualche settimana fa: ti dico solo che la zona, oltre ad essere famosa per il mare, è ricca di aree palustri o salmastre dove vivono numerose specie di volatili. La natura torna padrona grazie a vere e proprie foreste dalle radici immerse nell’acqua o pinete secolari. Da visitare se si desidera staccare dai ritmi della città.

Sei pronto per partire?

Prima però voglio darti tre indicazioni utili su Ravenna, per fare diventare questo weekend davvero unico e indimenticabile.

I biglietti dei monumenti

A Ravenna purtroppo non esiste ancora un biglietto unico per visitare tutti i luoghi belli della città. È necessario quindi acquistare la Romagna Visit Card (che però ti tornerà utile per tanti altri siti sparsi per tutta la Romagna, di alcuni abbiamo parlato qui e qui) e una tessera della diocesi valida per 5 monumenti. Entrambe infatti permettono di vedere cose davvero irrinunciabili, quindi meglio averle tutte e due.

Come arrivare

Ravenna è piccola ma abbastanza caotica e famosa per le sue 1000 rotonde nelle quali è facile perdersi. Se ti piace il comico di Zelig Giacobazzi conoscerai la leggenda del bus di tedeschi che cerca di uscire dalla città dal 1992 senza riuscirci. ^^ Altrettanto facile è non trovare parcheggio. Se hai modo, raggiungi quindi la città con il treno (ogni ora parte un regionale da Bologna) o i mezzi pubblici, avrai meno pensieri!

Cosa mangiare a Ravenna

Ravenna è una città che in estate si “sposta” un po’ verso il mare. Se decidi di visitarla in questa stagione, considera una tappa anche a Marina di Ravenna o in uno degli altri lidi Ravennati, dove potrai mangiare pesce e altri piatti tipici anche in riva al mare, oltre a vivere fantastiche feste. Se vieni in autunno, primavera o inverno invece troverai più locali attivi in città e ottimi piatti tipici Romagnoli. Per chi non è mai stato suggerisco una tappa, anche solo per dare un’occhiata, alla Ca de Ven! (Casa del vino). Capito perché è meglio venire senza auto? 🙂

Che ne dici di una bella visita a Ravenna? Ogni stagione è buona per venire in Romagna! Mi raccomando, se passi di qua batti un colpo che ci facciamo una bella piadina crudo squaquerone e rucola assieme!

CondividiShare on Facebook6Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Michela Mazzotti

Consulente Web Marketing Turistico & Copywriter. Mi chiamo Michela e mi occupo dal 2012 di Web Marketing Turistico, come consulente e docente. Oltre a questo, lavoro prevalentemente come Project Manager creando strategie di Web Marketing per strutture turistiche ed enti. In passato ho gestito ed organizzato diversi Blogtour per la promozione della destinazione. La mia passione per la scrittura e lo storytelling mi hanno fatto crescere ogni giorno di più come copywriter. Mi occupo direttamente anche di E-mail marketing e conosco a fondo lo strumento LinkedIn. Sono una viaggiatrice per passione e scrivo per diversi Travel Blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *