10 Cose da vedere in Emilia

CondividiShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone
Eccomi anche queste settimana con alcuni consigli di viaggio. Oggi si parla di Emilia! Perché ho scelto di “separare” l’Emilia dalla Romagna? Nessun problema campanilistico! Semplicemente, l’Emilia Romagna è una regione grandissima e dalle mille anime e per comodità ho creato articoli diversi per ciascuna zona.
Cosa vedere quindi in Emilia? Io direi, se non ci siete mai stati, di partire da qui:
  • Cosa vedere a Piacenza

Voi non ci crederete, nata e cresciuta in Romagna, sono stata per la prima volta a Piacenza l’anno scorso a teatro. Ma ho fatto male! La città è molto carina, piccola, a misura d’uomo, molto vicina al fiume Po. Ho potuto assaggiare piatti “di confine”, un autentico mix tra la cucina piemontese, lombarda, emiliana e ligure. Provare per credere.

Piacenza

  • Cosa vedere a Parma

Parma più che per la città (bellissima eh) è famosissima per come si mangia! Parmigiano-Reggiano e Prosciutto di Parma sono i veri re della città. Parma è molto amata anche dagli appassionati di opera, per via del Teatro Regio e dalle celebrazioni per il grande Verdi, nato nella vicinissima Roncole. Tra i numerosi monumenti di Parma, vi consiglio la cattedrale dell’XI secolo e il suo battistero.

  • Cosa vedere a Reggio Emilia

Anche Reggio Emilia, città sulla via Emilia, è famosa per la sua cucina. Oltre a ciò, perdendovi per il centro di questa cittadina scoprirete un “paesone” antico, curato e molto bello.

  • Cosa vedere sull’Appennino Reggiano e alla pietra Bismantova

Perfetto per una fuga alla ricerca del fresco, l’Appennino Reggiano, con il sue Monte Cusna raggiunge persino i 2000 metri. I paesaggi sono splendidi e le temperature migliori che in pianura. La chicca è la Pietra di Bismantova, una montagna molto particolare, composta da un basamento di marne sul quale è poggiato un livello di calcarenite. La Pietra di Bismantova è famosa tra gli amanti della roccia e non solo, per la sua unicità. Davvero un luogo incredibile, che svetta in mezzo alle altre montagne dei dintorni totalmente diverse.

Pietra di Bismantova

  • Cosa vedere sull’Appennino Modenese e sul Cimone

Vi piace sciare in inverno oppure scappare dall’afa? L’Appennino Modenese, il comprensorio del Cimone, l’appennino Reggiano, il Corno alle Scale sono posti perfetti per te! In tutti questi luoghi, infatti, in particolare sul Cimone, troverete piste da sci che non hanno nulla da invidiare alle più famose Dolomiti e splendidi itinerari di Trekking.

  • Cosa vedere nella Bassa reggiana / modenese / Brescello

La “bassa” è un posto unico al mondo. Sapete, secondo me, chi è stato quello che l’ha descritto al meglio? Guareschi nel libro Don Camillo. Oltre a consigliarti questa lettura, ti invito a visitare questa zona dominata dal grande fiume e dai ritmi lenti, dalle nebbie invernali e dall’afa estiva. Brescello, dove era ambientato Don Camillo, può essere una tappa per rivivere i luoghi raccontati nel libro. Anche qui, ovviamente, si mangia divinamente!

Bassa Ferrarese

  • Cosa vedere a Modena

Modena è una città molto bella, come anche sono belli i dintorni, sia nella parte della bassa (bellissima Carpi), sia sulle colline, io amo particolarmente la zona di Sestola e Cimone, Castelvetro e Vignola. La bassa Modenese, assieme al ferrarese, è stata duramente colpita dal terremoto del 2012, ma oramai è praticamente tutto a posto. Assaggia i tortellini mi raccomando e l’aceto balsamico!

  • Cosa vedere a Bologna

Di Bologna ho già parlato approfonditamente in questo articolo: una città fantastica, viva, dal cuore pulsante, da non perdere.

Ferrara

  • Cosa vedere a Ferrara

Ferrara ha solo la sfortuna di essere in un posto molto umido. Per il resto è meravigliosa: gli Estensi, i signori che hanno dominato la città, ci hanno lasciato un autentico gioiello. Assaggia i tortelli di zucca e la salama da sugo!

  • Cosa vedere nella Bassa Ferrarese

Oltre a Ferrara meritano una visita Comacchio e tutte le valli. Oltre a questo, visitando la bassa ferrarese vi renderete certamente conto del fatto che queste zone sono state bonificate da pochissimo tempo, che il livello dei terreni è molto basso e che tutto è regolato da un complesso sistema di idrovore e canali che permettono di coltivare queste pianure immense. Se passi da queste parti mi raccomando assaggia l’anguilla! 😀

Buon viaggio in Emilia!

CondividiShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Michela Mazzotti

Consulente Web Marketing Turistico & Copywriter. Mi chiamo Michela e mi occupo dal 2012 di Web Marketing Turistico, come consulente e docente. Oltre a questo, lavoro prevalentemente come Project Manager creando strategie di Web Marketing per strutture turistiche ed enti. In passato ho gestito ed organizzato diversi Blogtour per la promozione della destinazione. La mia passione per la scrittura e lo storytelling mi hanno fatto crescere ogni giorno di più come copywriter. Mi occupo direttamente anche di E-mail marketing e conosco a fondo lo strumento LinkedIn. Sono una viaggiatrice per passione e scrivo per diversi Travel Blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *