Calamari imbottiti alla napoletana: la ricetta dell’estate!

CondividiShare on Facebook10Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Vuoi servire un piatto che sorprenda i tuoi ospiti e che, allo stesso tempo, sia facile da preparare? Ecco la ricetta dei calamari imbottiti alla napoletana!

Ci sono tantissime ricette per preparare i calamari imbottiti. Dalla versione siciliana a quella amalfitana, dal ripieno del Mediterraneo ai calamari farciti con la crema. La ricetta dei calamari imbottiti che vogliamo proporti oggi, però, è quella napoletana: i calamari imbuttunati. Questo classico piatto delle domeniche estive a Napoli delizierà il palato dei tuoi ospiti e porterà il blu del mare in tavola.

Se stai cercando la ricetta per i calamari imbottiti, sei nel posto giusto. I calamari ripieni sono un classico piatto della cucina napoletana e di tutte quelle località con una forte tradizione marinaresca. Napoli è legata a doppio filo al mare come dimostrano i meravigliosi scorci del suo golfo, visibili da ogni punto della città. Con questo caldo, poi, sono un vero trionfo sulla tua tavola, magari vista mare (se sei uno dei fortunati a godere del piacere di pranzare o cenare all’esterno)!

Calamari imbottiti: come si fanno?

I calamari imbottiti sono estremamente facili da preparare e da presentare in tanti modi differenti, anche semplicemente variando la farcitura. Sono un piatto anche estremamente versatile, perfetto per un pranzo domenicale o per una cena romantica. La ricetta dei calamari imbottiti alla napoletana è un’ottima alternativa al primo piatto caldo o può essere proposto come secondo piatto dopo aver servito gli spaghetti alle vongole?

Sei pronto per aprire il frigo e la dispensa e controllare se hai tutti gli ingredienti per preparare i calamari imbottiti alla napoletana oppure devi andare a fare la spesa? Intanto, ecco la lista completa degli ingredienti per preparare i calamari imbottiti alla napoletana per 2 persone:

  • calamari freschi di dimensioni medie, ne basteranno due a testa;
  • pomodorini del piennolo (se vuoi un calamaro napoletano preparato secondo la ricetta originale) altrimenti dovrai accontentarti delle più semplici ciliegine: ne basteranno circa una ventina di medie dimensioni;
  • aglio, capperi sotto sale ed olive nere (se di Gaeta, meglio);
  • mollica di pane (va bene anche di uno o due giorni addietro);
  • prezzemolo, sale e pepe quanto basta;
  • olio extra vergine di oliva per rendere tutto più frizzante.

Hai controllato in dispensa di avere tutti gli ingredienti per la ricetta dei calamari “imbuttunati” (imbottiti in dialetto napoletano)? Se hai tutto il necessario bene, possiamo predisporre tutto su un piano d’appoggio per cominciare a preparare i nostri calamari imbottiti (altrimenti vai a fare la spesa, la lista è lì pronta!).

Calamari ripieni: come pulirli dai tentacoli

Non senti già l’acquolina in bocca per questo secondo estivo così ricco? Bene, cominciamo allora! Come cucinare velocemente un ottimo piatto di calamari imbottiti?

Per preparare la ricetta dei calamari imbottiti alla napoletana dobbiamo innanzitutto pulire i calamari (se non li hai acquistati già puliti). Come si puliscono i calamari?

  • sciacquare abbondantemente i calamari sotto l’acqua corrente;
  • con l’aiuto di un coltello, stacca i tentacoli del calamaro dalla sacca (senza buttarli via, ma conservandoli in un recipiente pulito, ti serviranno per preparare l’imbottitura del calamaro) principale eliminando, poi, tutta la parte in eccesso (denti, interiora, occhi);
  • lava di nuovo il calamaro così pulito sotto l’acqua per assicurarti che tutto il materiale in eccesso vada eliminato.

Calamari ripieni: come cucinarli in modo veloce

Ora che hai i calamari puliti e senza parti in eccesso, possiamo passare a preparare la “famosa” imbottitura. Hai presente i tentacoli che avevi messo da parte in una ciotola? Bene, è ora di tirarli fuori!

Prendi tutti gli ingredienti che ti abbiamo segnalato prima (tentacoli, pomodorini, aglio, prezzemolo, olive e capperi) e disponi il tutto sul piano di lavoro. Una volta tagliati, disponibili tutti insieme in una ciotola e mescola bene il tutto, cercando di dare omogeneità al composto. Aggiungi olio a volontà, sale e pepe. Solo alla fine (trucchetto della nonna) aggiungi la mollica di pane un po’ spugnata.

Se non ricordi che cos’è la mollica di pane spugnata, allora devi rivedere la ricetta delle polpette di melanzane che ti abbiamo dato qualche settimana fa!

Una volta che hai ottenuto l’imbottitura per i tuoi calamari ripieni grazie alla mollica umida che dona maggiore compattezza, prendi il calamaro pulito e senza tentacoli e “imbottisci” come se non ci fosse un domani (attenzione a non fare troppa pressione, potrebbero rompersi: aiutati con un cucchiaio).

Calamari ripieni: come cuocerli

Ora puoi cucinare i calamari imbottiti così preparati in due modi: al forno oppure in padella con olio d’oliva. Scegli quello che ti sembra più adatto ai gusti dei tuoi ospiti.

Se vuoi cucinare i calamari imbottiti alla napoletana al forno:

  • i calamari ripieni al forno si preparano con una pirofila in cui versare olio quanto basta (generalmente 2 o 3 cucchiai da tavola sono la dose ideale);
  • non dimenticare di dare un po’ di sapore all’olio con un paio di spicchi d’aglio schiacciati o divisi con l’ausilio del coltello;
  • a questo punto aggiungi mezzo bicchiere di vino (rosso o bianco, a seconda dei tuoi gusti personali) e fai cuocere per circa 35-40 minuti in forno preriscaldato a 180 gradi.

Se, invece, vuoi cuocere i calamari imbottiti in padella:

  • devi scaldare l’olio in una padella molto grande;
  • appena l’olio è caldo (in genere bastano 2-3 minuti) adagiai calamari in padella e coprili con un coperchio adatto;
  • fai passare qualche minuto, dopo di che gira con l’aiuto di due forchette i calamari, bagnandoli con il sugo creatosi con l’olio e i liquidi del calamaro;
  • aggiungi mezzo bicchiere di vino, aglio, un pizzico di sale e qualche pomodorino per creare un bel sughetto che farà poi da condimento ed insaporirà ancora di più i calamari;
  • controlla la cottura e ripeti il procedimento fino a che non ti sembreranno ben cotti.

Una volta cotti, puoi servire i calamari ripieni come antipasto o secondo piatto, guarnendo il piatto come meglio credi: olive, capperi, pomodorini e prezzemolo saranno perfetti per una decorazione allegra ed estiva! Hai un altro modo per preparare i calamari imbottiti? Suggerisci la tua versione nei commenti! 

CondividiShare on Facebook10Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Cora Francesca Sollo

Digital Strategist innamorata (persa) del digitale. Aiuto le piccole aziende a raccontarsi in rete attraverso la comunicazione morbida. Credo negli abbracci digitali che diventano reali e che il mondo sia una giungla ma se sei strategicamente te stesso e sorridi forte (forse) ti salvi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *