Cevapcici, una ricetta da leccarsi i baffi!

CondividiShare on Facebook21Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest1Email this to someone

I cevapcici sono una ricetta tipica dei paesi balcanici, soprattutto della Serbia, Bosnia e Herzegovina, ma molto diffusi anche in alcune regione del nord-ovest in Italia come il Friuli Venezia Giulia. Si tratta di polpette allungate di carne tritata mista di manzo, agnello e maiale condita con sale e altre spezie, lunghe 7/8 centimetri. Secondo la tradizione, i cevapcici vengono cotti alla griglia e accompagnati da una salsa ai peperoni leggermente piccante, l’ajvar. Un’altra variante di cottura è in padella dopo averli infarinati. È praticamente impossibile non trovarli nelle zone del Montenegro, come Budva e Kotor.

I cevapcici rappresentano per i paesi dei Balcani un tradizionale cibo da strada. Un piatto originario del Medio Oriente portato verso est dai turchi durante l’occupazione ottomana dell’ex-Jugoslavia e delle zone confinanti. Durante l’impero Austro-Ungarico, questo piatto è stato portato poi ancora più a nord. La carne utilizzata per formare le tradizionali polpettine varia infatti a seconda della zona in cui vi trovate: montone, agnello, maiale, manzo e così via. Nei paesi da cui derivano vengono fatti con carne di montone o di agnello, nei Balcani invece, grazie ai numerosi pascoli, viene usata la carne di manzo e vitello. L’Austria invece predilige il maiale. Spostandoci in Italia, potete assaggiarli con carne di maiale da cui prendono il colorito rosa, oltre che un gusto forte dato dalle spezie.

cevapcici

Come si preparano i cevapcici

Ecco gli ingredienti che occorrono per preparare i cevapcici per quattro persone:

  • 200 g di carne macinata di manzo;
  • 200 g di carne macinata di maiale con buona parte di grasso;
  • una cipolla media;
  • uno spicchio d’aglio;
  • paprica dolce;
  • farina;
  • sale;
  • pepe.

Tritare la cipolla in maniera molto sottile e mescolarla in una terrina con le due tipologie di carne. Con un cucchiaio, aggiungere la paprica, grattuggiare uno spicchio d’aglio, mezzo cucchiaio di farina, sale e pepe. Impastare con le mani per qualche minuto, all’incirca dieci e ottenere un composto che sia omogeneo. A questo punto iniziare a prendere piccoli pezzi di impasto e, rotolandoli tra le mani unte di olio, oppure utilizzando la tecnica con i due cucchiai, formate prima una pallina e successivamente procedete ad allungarla fino a raggiungere i 7/8 centrimetri. Man mano che sono pronti, potete inserirli su di un vassoio da coprire alla fine con una pellicola per far riposare il composto in frigo per un’ora.

Potete cuocere i cevapcici nel modo che più vi piace, quindi sbizzarritevi con una brace, una padella, una griglia di ghisa e così via. Ricordatevi sempre di far scaldare bene qualsiasi base stiate utilizzando e poi aggiungere le polpettine di carne. Quando si forma la crosticina scura vuol dire che sono cotti e potete quindi passare a cuocere l’altro lato. State attenti però a non farli attaccare alla brace! A questo punto saranno pronti e potrete servirli caldi, con accanto la sua salsa.

Qualche consiglio per rendere i cevapcici ancora più buoni

Come abbiamo indicato più sopra, i cevapcici possono essere preparati utilizzando vari tipi di carne, ma anche con una sola tipologia di carne che più preferite. Ricordate però che ogni tipo di carne ha una sua cottura e una sua reazione al calore, come ad esempio la carne di manzo che tende ad asciugarsi. Per evitare questo effetto, potete pensare di aggiungere del grasso all’interno della vostra ricetta, oppure aggiungere un salume come la pancetta che vi aiuta a dare una maggiore oleosità al piatto finale. Potete ancora aggiungere del liquido come l’olio extravergine di oliva oppure il vino bianco.

Altro elemento che contraddistingue i cevapcici è il sapore forte dato dalle spezie utilizzate. La spezia più utilizzata per aromatizzare questo piatto è, come indicato nella ricetta, la paprica dolce, ma come renderla maggiormente saporita? Tra le tante varianti, è possibile aggiungere aglio e cipolla nell’impasto e, prima di passare alla brace, far fare alla carne un salto in padella con olio e aglio, per dare un tocco maggiormente italiano al tutto.

I cevpcici sono solitamente serviti con accanto una crema di peperoni, l’ajvar. La ricetta per prepararla è semplicissima: vi basta mettere i peperoni in forno e toglierli solo quando la pelle potrà essere eliminata con le mani. Per eliminarla potete metterli ancora caldi in una ciotola finché non si raffreddano, oppure potete mettere i peperoni in una bustina per alimenti e porle in frigo. Una volta che saranno privi della pelle e dei semini, potete passarli con il frullatore fino ad ottenere una crema.

A parte, preriscaldate una padella aggiungendo olio ed aglio, da eliminare nel momento in cui aggiungete la crema di peperoni, insieme a peperoncino, aceto, zucchero, sale e pepe. Dopo una quindicina di minuti aggiungete altro olio et voilà, la vostra crema è pronta per accompagnare i cevapcici a tavola!

 

CondividiShare on Facebook21Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest1Email this to someone
Annette Palmieri

Annette Palmieri

Napoletana, gattara, logorroica, twittatrice compulsiva, non vivo senza il mio smartphone a portata di mano. Vi avviso: sono peggio di Lucy Van Pelt. Amo le parole e quotidianamente lotto contro i miei nemici giurati: i refusi. Non sono brava in tutto anzi, le cose che so fare sono notevolmente maggiori rispetto a quelle che non so fare. Ad esempio, so scrivere ma non so camminare e bere contemporaneamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *