Cosa e dove mangiare a Parigi

Il cibo è l’obiettivo principale dei food tripper in viaggio. Prima di prenotare il volo e l’albergo per Parigi, dunque, accertatevi del fatto che nei pressi della zona scelta per l’alloggio ci sia qualcosa che possa incontrare i vostri gusti. Una città grande e dispersiva come questa potrebbe far apparire la ricerca del ristorante perfetto come una vera e propria caccia al tesoro. I ristoranti sono davvero migliaia, l’alternanza tra i vecchi che chiudono e i nuovi che aprono è impressionante. La cucina parigina inoltre subisce fortemente tutte le nuove tendenze in fatto di food, quindi trovare qualcosa che sia veramente autentico diventa un’impresa senza pari. Ecco perché oggi vi daremo qualche su cosa e dove mangiare a Parigi per non restare delusi durante la vostra vacanza nella capitale francese.

La tipologia di ristoranti che si possono trovare è molto variabile, si parte da budget per l’alta cucina fino alla “tradizionale” cucina asiatica che nei ristoranti parigini ha tutt’altro sapore grazie alle contaminazione culinarie tra le due culture. Tutti i luoghi che vi segnaliamo oggi hanno qualcosa di buono in più rispetto agli altri, che si tratti di originalità, comodità o rapporto qualità-prezzo.

La cucina francese ha una caratteristica principale: le vostre papille gustative non troveranno in altre città gli stessi sapori e le stesse esperienze. Forchetta e coltello alla mano, inizia il nostro viaggio culinario. Bon appétit!

Cosa e dove mangiare a Parigi: i 9 cibi da non perdere

Croissants

1. Croissant. Non si può andare a Parigi senza mangiare almeno un cornetto! Troverete ad ogni angolo panetterie che ne faranno di buonissimi, non potete evitare di assaggiarne un gusto diverso ogni giorno. Tutti sono deliziosi, ma il nostro consiglio è di prenderlo vuoto con dell’uvetta e dello zucchero sopra. Non lo dimenticherete mai più.

2. Cioccolata calda. Certo tutto dipende dalla stagione, ma la cioccolata calda a Parigi è una vera delizia. Rispetto a quella che beviamo di solito in Italia, sembra di avere tra le mani una tazza di cioccolato fuso, anziché una miscela di crema e cioccolato. Immaginate di abbinarle ad un croissant caldo e la soluzione sarà servita! Vi consigliamo di provarla al Café Saint Regis e Les Deux Magots. Il primo locale è ideale per un brunch di domenica come french toast e hamburger buonissimi. Il secondo locale invece è perfetto per la colazione.

3. Kouign Amann. Cosa? Si tratta di una torta croccante, fatta con pasta di pane e contenente strati di burro e zucchero, il tutto piegato in stile croissant. Solitamente questa torta viene cotta lentamente al forno e decorata con sbuffi di burro e caramello. Bisogna aggiungere altro per farvi capire quanto sia incredibile? Ladurée e Maison Georges Larnicol sono i posti perfetti in cui assaporarli, soprattutto il secondo locale è più piccolo ma ne ha di gusti diversi. Provate specialmente quello con arancia e mandorla, davvero unica.

4. Macarons. Questi dolcetti sono il must have della città di Parigi. Ognuno ha un suo parere su quale famosa panetteria sia la migliore, anche se a dirla tutta a Parigi dovunque si mangia bene. Ma come non citare Pierre Hermé e Ladurée per assaggiare tutti i macarons, dai più esotici ai più classici.

5. Dessert Napoleon. Si tratta di un dolce a strati fatto con pasta sfoglia alternata da crema pasticciera. Non pensate che si tratti della solita millefoglie, è un dolce deliziosamente indimenticabile.

6. Soufflé. Parliamo di uno dei must quando ci si trova a Parigi. Da provare assolutamente è il soufflè di Astier, chiaro e spumoso tanto che riuscirete a mangiarlo con gli occhi. Astier serve solo soufllè solo su prenotazione, quindi assicuratevi di non perdervelo.

7. Croque Monsieur. Qualcosa da mangiare al volo? Come dire di no ad un delizioso panino con prosciutto e formaggio! Provatelo da Les Deux Magots, dove potrete acquistarlo sia per colazione che per pranzo.

8. Brioche con praline. Avete mai visto una brioche rosa ricoperta di praline al cioccolato? Questo è uno dei dolci tipici della tradizione francese, non sarebbe bellissimo mangiarla sulla Tour Eiffel? Fate uno spuntino con questa brioche a Parigi e non rimarrete delusi.

9. Gelato. La gelateria Berthillon è una delle più celebri della città, c’è fila a tutte le ore del giorno. Ebbene sì, qui il gelato è davvero molto buono. A Parigi ci sono circa 5 negozi che producono questo buonissimo gelato, vi basterà seguire le insegne con il nome del brand. Ci sono anche dei gusti salati e sono buonissimi, non lasciatevi scappare il caramello.

Dolci francesi

Dalla colazione alla cena, tutte le tips per mangiare bene a Parigi

Molti pensano che le pietanze più buone da mangiare quando si va a Parigi siano i dolci. Effettivamente tra i cibi da non perdere ci sono proprio tutti piatti a base di zucchero, ma questo non vuol dire che bisogna lasciarsi andare ad un eccesso di glicemia. Parigi è celebre per tanti altri piatti salati e, grazie ad alcuni piccoli ristoranti che qui vi suggeriremo, avrete la possibilità di assaggiare tutto quello che c’è di più delizioso.

Parigi è una città molto grande e i monumenti sono distanti tra loro. Potrebbe venirvi fame d’improvviso! Di mattina potreste visitare la chiesa di Saint Paul per concedervi una pausa pranzo da l’As du Falafel in Rue des Rosiers, il posto dove mangerete il miglior falafel della città. Solitamente c’è un po’ di fila, ma vale la pena attendere per mangiare le squisite patatine fritte accompagnate da un’ottima birra israeliana. Purtroppo non ci sono posti a sedere, quindi vi consigliamo di consumare il vostro pasto in strada, magari mentre vi dirigete verso un’altra meraviglia da visitare, come ad esempio il Louvre.

Dopo aver visitato il bellissimo museo e i suoi giardini in cui perdersi sarà un piacere, potete correre a cena al ristorante Yam’Tcha. Potrebbe essere il miglior pasto che mangerete in città! Lo chef Adeline Grattard fonde senza soluzione di continuità la sua classica formazione francese con l’esperienza di anni di lavoro in Asia per creare dei piatti davvero creativi, tecnicamente ineccepibile e sempre deliziosi.

Se siete invece alla ricerca della tradizionale cena francese da bistro, potete recarvi da Le Bistrot Paul Bert dove troverete dei menù tipici rigorosamente stagionali. Per questa ragione i piatti serviti cambiano continuamente, ma se ne avete l’occasione assaggiate le steak-frites accompagnate dal dessert che propone la casa. Per un bistrot più moderno invece c’è il ristorante gemello, situato proprio accanto, dove ci sono ambientazione e piatti più moderni.

Che ne dite di un giro a Montmartre con una pausa al sapore di pollo arrosto? A Le Coq Rico avrete una vasta scelta tra pollo, anatra e piccione, ma assaggiare il pollo arrosto tipico di questo locale è un’esperienza imperdibile. Il pollo è cotto al momento dell’ordinazione, in modo da potersi sedere tranquillamente e ordinare un antipasto (vi consigliamo l’uovo in camicia di mandorle in crosta). Dopo circa 45 minuti, un bellissimo pollo dorato sarà posato sul vostro tavolo con una scelta di contorni tra patatine fritte e maccheroni al formaggio. Non dimenticate l’île flottante come dessert, la migliore versione del classico dolce che potrete mai provare.

ile flottante
Fonte: giallozafferano.it

Infine, se siete a Parigi non potete non assicurarvi la migliore crepes da mangiare in città mentre siete in preda all’euforia del dover visitare ogni angolo della storia e affascinante città. Si può scegliere la crepe tradizionale, ma come rinunciare alle tanti varianti dolci e salate che vengono oggi realizzate? Nutella, banana, formaggio, caramello salato: avrete solo l’imbarazzo della scelta. Una delle migliore creperie della città è La Droguerie du Marais dove è possibile ordinare da una finestra mentre si cammina e poi guardare i cuochi preparare il vostro capolavoro. Una volta pronta, godete del vostro pasto mentre camminate per le strade pittoresche di Marais. Se siete alla ricerca di un posto in cui mangiarla da seduti, controllate il Breizh Café, un ristorante specializzato in galette di grano saraceno, crepes dolci, sidro e liquori.

 

Annette Palmieri

Annette Palmieri

Napoletana, gattara, logorroica, twittatrice compulsiva, non vivo senza il mio smartphone a portata di mano. Vi avviso: sono peggio di Lucy Van Pelt. Amo le parole e quotidianamente lotto contro i miei nemici giurati: i refusi. Non sono brava in tutto anzi, le cose che so fare sono notevolmente maggiori rispetto a quelle che non so fare. Ad esempio, so scrivere ma non so camminare e bere contemporaneamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *