Dubrovnik: le 10 attrazioni turistiche più belle

CondividiShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Soprannominata la “Perla dell’Adriatico“, la bella Dubrovnik offre una ricchezza di attrazioni molto vasta per i visitatori che decidono di avventurarsi in queste terre. Famosa per la sua spettacolare posizione che affaccia sul mare della Dalmazia e per il centro della città suggestivo e storico, Dubrovnik è stata fondata nel settimo secolo ed è stata governata durante l’arco del tempo dai veneziani e gli ungheresi, ognuno dei quali ha lasciato un profondo segno nella cultura e nelle abitudini. La città ha vissuto una grande crescita nel quindicesimo e sedicesimo secolo, come attestano anche l’imponente architettura e la sua designazione come patrimonio mondiale dell’UNESCO. Città in cui hanno vista la luce le stelle artistiche e intellettuali della Croazia, Dubrovnik offre numerose attività culturali e festival. I punti salienti del viaggio di un turista che la scopre per la prima volta sono le sue pittoresche vecchie strade e vicoli, fino ad arrivare alla splendida cattedrale, la passerella pedonale lungo Stradun e i suoi vecchi palazzi con fortificazioni pregiate.

Nonostante Dubrovnik sia una città abbastanza piccola, le cose da fare sono tantissime. Si potrebbe iniziare conoscendo la sua storia, quindi girando a piedi per le stradine per visitare tutti gli scorci della città che affacciano sul mare. Dall’alto è possibile scegliere cosa visitare, in quanto potrete osservare la maestosa cattedrale o il monastero francescano. Non dimenticare poi il motivo per cui la maggior parte dei turisti sceglie questa città come meta per le vacanze: le bellissime spiagge e l’acqua calda e cristallina. Con un taxi potete arrivare fino alle coste di Lokrum Island o godere di una spiaggia più intima come Banjie.

Indipendentemente dal fatto che si sta visitando Dubrovnik per la prima volta o la centesima, il senso di stupore non mancherà mai quando poserete gli occhi sulla bellezza del centro storico. Anche se il bombardamento di Dubrovnik nel 1991 ha inorridito il mondo, la città si è ripresa con vigore per incantare ancora una volta i visitatori. Prendere la funivia rinnovata fino a Mt Srđ; ammirare lo stile di vita mediterraneo e il gioco di luci e pietre; tracciare l’ascesa e la caduta di Dubrovnik nei musei pieni di arte e manufatti; ripercorrere la storia e poi immergersi nel mare azzurro: questi sono alcuni dei ricordi che vi lascerà la città croata. 

Dubrovnik

10 cose da visitare a Dubrovnik

1. Le antiche mura della città.

Le mura della città vecchia di Dubrovnik sono una delle sue caratteristiche più note. Costruite nel decimo secolo e modificate nei secoli tredicesimo e quattordicesimo, queste mura formidabili, più alte di sei metri e fino a sei metri di spessore, hanno fornito una solida difesa contro gli invasori. Per un totale di quasi due chilometri di lunghezza, queste mura fanno di Dubrovnik un luogo ideale per una passeggiata e offrono una bellissima vista sull’Adriatico e verso l’interno sul centro storico della città. Importanti anche le sue due torri, la torre Minceta e la Torre Bokar, insieme a due forti, il Lovrjenac Forte e il Revelin Fort. L’accesso alle mura si trova all’ingresso principale sul lato sinistro della Porta Pile.

2. Stradun di Dubrovnik.

La spettacolare Stradun è senza dubbio una delle più pittoresche vie pedonali d’Europa e vanta numerosi bar e ristoranti dove si incontrano turisti e persone del posto sia per godersi una serata in compagnia che per riposarsi qualche minuto dopo una giornata in giro per Dubrovnik. Misura 300 metri di lunghezza ed è famosa per la sua pavimentazione in calcare bianco. La strada risale al 1468, anche se molti degli edifici circostanti sono stati costruiti nel diciassettesimo secolo dopo il devastante terremoto del 1667, quando la maggior parte di Dubrovnik è stata pesantemente danneggiata. Le case dello Stradun sono state progettate per far fiorire le abitazioni al piano di sopra e le attività di business ai piani bassi, con portoni e finestre sotto lo stesso arco.

3 Cattedrale di Dubrovnik e Tesoreria.

Costruita sul luogo in cui si trovava una cattedrale più vecchia, risalente al sedicesimo secolo e distrutta dal terremoto, la bella Cattedrale-Dubrovnik, anche indicata come la Cattedrale dell’Assunzione è stata progettata in stile barocco da Andrea Buffalini. Famosa per le sue tre navate, tre absidi e un arredamento interno splendido, la cattedrale mette in evidenza come i dipinti di artisti italiani e croati dal sedicesimo al diciottesimo secolo, tra cui la Vergine della Cattedra di Raffaello agli inizi del 1600 possano dare luce e armonia agli interni. Da vedere è la tesoreria della cattedrale con i suoi numerosi reperti, il più famoso è una parte della croce su cui si pensa che Gesù sia stato crocifisso. Altri reperti famosi includono la testa, gamba, e il braccio di San Biagio, risalente al 13 ° secolo, così come una splendida esposizione di 138 reliquie di oro e d’argento provenienti da tutto il mondo.

Cattedrale di Dubrovnik

4. Le Porte della Città.

Per secoli, la famosa Porta di Dubrovnik è stato utilizzata come l’ingresso principale ed è ancora il punto di accesso più interessante di questa favolosa città vecchia. Precedentemente circondata da un fossato con tanto di ponte levatoio costruito nel 1537, la Porta della città vanta anche un piacevole giardino nel vecchio fossato. Importanti sono anche una statua di San Biagio situata in una nicchia nell’arco e scolpita dal famoso artista croato Ivan Mestrovic, e, all’interno delle mura, una porta che risale al 1460. Da vedere anche il Ploce Gate, appena dietro la Torre Asimov e progettato come un sistema di “doppia difesa” che si è rivelato efficace nei momenti di difficoltà. Molto imponente è il Revelin Font. Si trova proprio di fronte al fossato dalla Porta di Ploce ed è stato progettato da Tvrđava Revelin nel 1580.

5. La Piazza della Loggia.

La Piazza della Loggia a Dubrovnik è stato per molto tempo un punto di raccolta per i cittadini e visitatori. Caratterizzato da alcuni degli edifici più famosi di Dubrovnik e monumenti pubblici,  si trova nella parte nord-est del centro storico. Importanti sono anche la Colonna di Orlando, costruita e progettata dallo scultore Antonio Ragusino, così come la famosa Loggia delle campane risalenti al 1480 e usate come un sistema di preallarme da parte dei residenti in tempi di disordini. Qui che si trova la Chiesa di San Biagio, interessante per la sua facciata barocca e la sua collezione di inestimabili opere d’arte. Inoltre sulla piazza ci sono una torre dell’orologio risalente al quindicesimo secolo, il corpo della guardia principale e la piccola fontana di Onofrio.

6. Fort Lovrijenac.

Soprannominata la “Gibilterra di Dubrovnik” per la sua posizione su un promontorio roccioso, appena fuori della parete occidentale della città, Fort Lovrijenac è stata a lungo una delle fortezze più importanti della Croazia. Con i suoi imponenti 37 metri sull’Adriatico, questa splendida fortezza si è dimostrata inespugnabile durante i numerosi assedi dei veneziani. La leggenda racconta che i veneziani stessi avevano previsto la costruzione di un forte qui, ma sono stati battuti sul tempo dagli abitanti della città. Notevole anche per la sua insolita pianta triangolare, con le sue tre terrazze, a Fort Lovrijenac, nota anche come Fort Lawrence, si accede tramite due ponti levatoi e un gateway attraverso le sue imponenti mura, dello spessore di 12 metri. Oltre a servire come attrazione turistica, il forte è anche lo sfondo del famoso Festival estivo di Dubrovnik e dei suoi numerosi spettacoli teatrali e musicali.

7. La Grande Fontana di Onofrio e la Chiesa di San Salvatore.

Costruiao tra il 1438 e il 1444, la famosa Fontana di Onofrio di Dubrovnik è probabilmente il più noto tra i molti monumenti storici della città. Questa struttura è oggi leggermente inferiore rispetto all’originale a causa dei danni provocati dal terremoto del 1667. Una parte importante del sistema di approvvigionamento idrico della città, anch’esso progettato da Onofrio de la Cava, che portava l’acqua dal fiume Dubrovacka, la fontana si trova immediatamente di fronte all’altrettanto attraente Chiesa di San Salvatore, costruita agli inizi del sedicesimo secolo in segno di ringraziamento per quello che gli anziani della città credevano fosse un intervento divino che aveva risparmiato la città dalla tragedia durante un terremoto pochi anni prima. Uno dei pochi edifici sopravvissuto intatto al devastante terremoto del 1667, merita una visita per le sue belle caratteristiche gotiche e rinascimentali.

8. I conventi domenicani e francescani.

Costruito nei primi anni del 1300, il Monastero Domenicano di Dubrovnik era così grande che la costruzione dello stabile aveva richiesto lo spostamento delle mura della città per accoglierlo. Pesantemente danneggiato durante il terremoto del 1667, il monastero fu completamente ricostruito nella sua forma attuale, con particolare attenzione alle caratteristiche di conservazione come il suo splendido chiostro tardo gotico. Da non perdere assolutamente è la visita al museo del monastero con i suoi numerosi dipinti religiosi, nello stile della scuola di Dubrovnik, noto anche come il veneziano, insieme a elementi interessanti di oro e argento e altri cimeli. Non dimenticate di visitare anche il Convento francescano della città, sede di una delle biblioteche più importanti della Croazia e un’affascinante farmacia medievale con i suoi vecchi vasi decorati, strumenti di misura, e mortai. C’è anche un museo in loco con oggetti di interesse storico e una collezione d’arte.

9. Il Palazzo del Rettore e il Museo storico culturale.

Progettato da Onofrio de la Cava nel 1435, il Palazzo del Rettore, oggi sede del Museo storico culturale della città, è stato modificato nel corso dei secoli. Un bel mix di stili del primo Rinascimento tardo gotico, questo splendido palazzo è stato pesantemente danneggiato da un’esplosione di polvere da sparo non molto tempo dopo il suo completamento, seguito da un incendio e poi di nuovo nel 1667 dal terremoto. Questo edificio ben conservato è un piacere da esplorare, in particolare il suo cortile centrale. Interessante è anche il busto di Miho Pracat, un ex commerciante dell’isola di Lopud.

10. Il Forte di San Giovanni.

Sul bordo orientale del centro storico c’è il Forte di San Giovanni, noto ai locali come il Forte di San Ivan. Questa imponente struttura ospita oggi diverse attrazioni moderne per intrattenere i visitatori. Nella parte superiore si trova il Museo Marittimo di Dubrovnik con manifestazioni del passato marittimo di Dubrovnik illustrate attraverso modelli di barche e manufatti navali, mentre la zona inferiore contiene l’Acquario di Dubrovnik, con le sue numerose esposizioni interessanti di pesce locale ed esotico, nonché una superba collezione di cavallucci marini. Merita una visita il vicino Bokar Fort, progettato e costruito da Michelozzo di Bartolomeo Michelozzi, un luogo fantastico per le sue eccellenti viste sulla città e l’Adriatico.

CondividiShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone
Annette Palmieri

Annette Palmieri

Napoletana, gattara, logorroica, twittatrice compulsiva, non vivo senza il mio smartphone a portata di mano. Vi avviso: sono peggio di Lucy Van Pelt. Amo le parole e quotidianamente lotto contro i miei nemici giurati: i refusi. Non sono brava in tutto anzi, le cose che so fare sono notevolmente maggiori rispetto a quelle che non so fare. Ad esempio, so scrivere ma non so camminare e bere contemporaneamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *