I Faraglioni di Capri: i guardiani dell’isola

CondividiShare on Facebook150Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Quando pensi a Capri cosa vedi? La Piazzetta, il Faro di Punta Carena, la Grotta Azzurra? Prima di posare gli occhi su questi luoghi c’è qualcos’altro che ti riporta sull’isola. Qualcosa di potente come il richiamo delle sirene cantato da Virgilio nell’Eneide. Ti sto parlando dei Faraglioni, i guardiani rocciosi dell’isola.

Questi blocchi di pietra si posano sul mare e accarezzano il cielo, ti danno il benvenuto ogni volta che tocchi le coste capresi e l’addio quando te ne vai. Ma con una promessa: quella di un ritorno.

Puoi ammirare i Faraglioni di Capri da diverse angolazioni: da Cetrella e Monte Solaro ti sembreranno puntini luminosi sempre baciati dal sole, dalla spiaggia di Marina Piccola avrai la sensazione di poterli sfiorare, dal belvedere di Punta Tragara saranno i custodi delle tue prime confessioni d’amore al chiaro di luna.

Senza che te ne renda conto cammineranno sempre al tuo fianco. Anche mentre visiti i Giardini di Augusto e osservi il panorama da Punta Cannone. Ma sei sicuro di conoscere tutto su questi monoliti d’argento? No? Allora vieni con me, ti svelerò i segreti dei Faraglioni.

Alla scoperta dei Faraglioni di Capri

I Faraglioni di Capri sono tre grandi scogli che emergono dal mare, si trovano sul fianco sud occidentale dell’isola. Il più alto è il Faraglione di Terra o Saetta con i suoi 111 metri, poi c’è il Faraglione di Mezzo o Stella con 81 metri e una cavità aperta al centro – ripresa in tanti film e spot- e infine il Faraglione di Fuori o Scopolo con 105 metri, habitat naturale della famosa lucertola azzurra.

I Faraglioni per secoli hanno rischiarato le notti senza luna degli uomini di mare e vegliato sulle loro vite: il nome Faraglioni deriva dal greco pharos che vuol dire faro. In passato su queste su queste rocce venivano accesi dei fuochi per illuminare la rotta delle navi.

Per approfondire: cosa fare a Capri se piove?Amala ancora di più.

I Faraglioni di Capri: i guardiani dell'isola
PH Davide Esposito
I Faraglioni di Capri: i guardiani dell'isola
PH Davide Esposito

Il Faraglione segreto: il Monacone

Sì, c’è un altro Faraglione di cui molti ignorano l’esistenza: il Monacone. Si trova dietro agli altri e deve il suo nome alla foca monaca che popolava le sue acque fin dal 1904. Questo quarto “fratello” rappresenta una prosecuzione della Penisola Sorrentina e pare sia l’unico a essere stato abitato.

A testimoniare questa ipotesi: i resti di antiche mura risalenti all’epoca romana. La leggenda vuole che appartengano alla tomba dell’architetto di Augusto, Masgaba. Per altre teorie, invece, le rovine formavano una vasca per salare il pesce o per allevare conigli.

Per approfondire: cosa visitare a Capri in un giorno.

I Faraglioni di Capri: i guardiani dell'isola
PH Davide Esposito

La lucertola azzurra

Ci sono molte leggende sui Faraglioni. Una di queste è quella della lucertola azzurra. Vive o non vive sui Faraglioni? Esiste davvero? Ti rispondo subito: questo rettile quasi fiabesco ha trovato la sua casa ideale solo a Capri, sul Faraglione di Fuori.

Scientificamente è nota con il nome di podarcis sicula coerulea ed è caratterizzata da una colorazione verde-azzurra sulla gola, sul ventre, sui fianchi e sul sottocoda. Invece, sul dorso ha una pigmentazione che tende al nero.

Chi ha avuto la fortuna di vederla, arrampicandosi sui Faraglioni, la descrive come un esemplare elegante e vivace con una lingua piatta. Gli occhi hanno palpebre mobili mentre le pupille sono rotonde.

La lucertola azzurra esiste quindi e ama la sua terra. Ne indossa il blu del cielo e del mare.

Per approfondire: una passeggiata a Damecuta sulle orme di Tiberio.

E tu hai visto i Faraglioni di Capri?

I Faraglioni di Capri hanno ispirato artisti e scrittori in ogni epoca, hanno alimentato leggende e sono stati testimoni di storie d’amore, una dichiarazione sotto i Faraglioni, è per sempre. Tu li hai mai visti? Qual è stata la tua esperienza? Aspetto la tua opinione nei commenti.

CondividiShare on Facebook150Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Marilena D'Ambro

Giornalista, blogger e webwriter. Scrivo per diversi blog tra cui: SEOchef, HostingVirtuale e LogicalDOC – Gestione documentale facile. Non inizio la mia giornata senza un buon caffè e una passeggiata immersa nella natura in compagnia del mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *