L’armonia e la naturalezza di Antiparos

CondividiShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Antiparos è una piccolissima isola delle Cicladi, molto vicina a Paros, alla quale era unita nell’antichità e dalla quale dista appena un chilometro e mezzo: in passato era famosa solo per la sua caverna e quindi meta di escursioni dalle isole vicine, ma oggi è una delle mete più ambite, visto che tante sono le cose da vedere e da fare, nonostante le sue dimensioni ridotte. Antiparos è adatta al turismo di tutte le età: per le famiglie con bambini che cercano vacanze di pace e di mare, ma anche per i giovani che amano la vita notturna.

Gli amanti di pace e mare scelgono di soggiornare a Psaraliki, mentre chi non vuole mai andare a letto scegli di dormire nel capoluogo, che si chiama come l’isola, Antiparos, ricca di locali e ristoranti. Ad Antiparos non ci sono aeroporti, quindi per arrivarci ci sono due soluzioni: prendere un traghetto o un aliscafo da Atene dal porto del Pireo o da quello di Rafina per Paros: non esistono infatti linee marittime dirette per Antiparos. Il viaggio dura di media 5 ore con il traghetto e 3 ore con l’aliscafo. Oppure si può scegliere di prendere un aereo da Atene per Paros e una volta giunti a Paros ci si imbarca per la sorella minore: questa volta la traversata è molto più veloce, vista la vicinanza tra le due isole. L’unico inconveniente è che il porto di arrivo dal Pireo o da Rafina non è lo stesso dove ci si imbarca per Antiparos, quindi con l’autobus, tragitto che dura circa 15 minuti, bisogna raggiungere il porto di Pounda, da dove partono i traghetti per Antiparos.

port of greek island antiparos cyclades

Durante i mesi estivi gli abitanti del luogo organizzano una gara di nuoto tra le due isole, vista la distanza davvero esigua. Antiparos ha circa 1000 abitanti, il traffico praticamente è inesistente e la maggior parte delle spiagge e delle località sono raggiungibili a piedi: per spostarsi bastano quindi i mezzi pubblici, efficienti ed economici, o noleggiare una bicicletta o un motorino. Le soluzioni per soggiornare sono quelle caratteristiche delle isole greche, alberghi, camere e appartamenti in affitto: il Kastro Antiparos Hotel, a pochi passi dal centro e dalla spiaggia di Psaraliki, offre camere, studios e appartamenti, adatti a famiglie, mentre l’Artemis Hotel, che si trova sul porto, è più adatto a giovani gruppi di amici e offre solo camere. Da vedere assolutamente la caverna di Antiparos, situata sulla collina di Aghios Ioannis nella parte sud orientale dell’isola. Era conosciuta già nell’antichità: i soldati russi durante la guerra negli anni dal 1700 al 1774 tagliarono molte stalattiti e stalagmiti e se le tennero per ricordo e la stessa cosa fecero i soldati italiani durante la seconda guerra mondiale. All’ingresso si trova ancora quella che è considerata la stalagmite più antica d’Europa e la cappella bianca di Aghios Ioannis Spiliotis, dove il 7 e l’8 maggio di ogni anno i fedeli si riuniscono per commemorare San Giovanni delle Cave. Per visitare il cuore della caverna bisogna scendere ben 411 gradini intagliati nella pietra. Nonostante le dimensioni ridotte Antiparos offre oltre 50 chilometri di spiagge di sabbia dorata: a Psaraliki, entrambe raggiungibili a piedi dal centro abitato, ce ne sono due, una a fondale basso adatto ai bambini ed una frequentata dai nudisti. Non molto distante troviamo la spiaggia di Panaghia, caratterizzata da una grande baia, mentre dalla parte opposta c’è la spiaggia di Sifneikos, chiamata anche la spiaggia del tramonto. La più grande spiaggia di Antiparos è Soros che si trova a sud dell’isola, a circa 8 chilometri dal centro abitato, mentre gli amanti della privacy possono andare a Peramataki e Faneromeni: si tratta di due piccole spiaggette raggiungibili in scooter attraversando tortuose stradine sterrate. L’unica spiaggia attrezzata è quella di Apantima, dove sorge il Beach House, un club privato che dispone di lettini, ombrelloni, bar e ristorante. Sull’isola è presente una scuola di immersioni, si può praticare pesca subacquea e fare gite in kayak o in canoa. Non mancano scuole per windsurf e kitesurf, itinerari da fare a piedi o in bicicletta e campi da gioco per i più piccoli. Per quanto riguarda le escursioni, ce ne sono tante che permettono di visitare la caverna, poi merita sicuramente di essere visitata Agios Georgios, una deliziosa località turistica nel golfo di Despotiko e anche Soros un paesino piccolissimo pittoresco che si trova a sud a circa 9 chilometri dal capoluogo. Noleggiando una barca è possibile visitare tantissimi isolotti deserti e non dimentichiamoci del traghetto che porta all’isola di Paros: anche questa è un’escursione da fare. I migliori ristoranti dove apprezzare la ottima cucina greca tradizionale sono la Taverna Bonos, lo Zombos e la Klimataria, mentre se non sapete fare a meno di un buon espresso, lo trovate al Papagallo, al Ragoussis, da Elia Kafenes e al Navagio Cafè. La vita notturna sull’isola di Antiparos è fatta di piccoli bar caratteristici dove ascoltare musica locale, rock e jazz, ma c’è anche una discoteca dove potrete scatenarvi nella famosa disco music degli anni 70: si chiama Doors.

CondividiShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone
Antonella Apicella

Antonella Apicella

Nutro da sempre una forte passione per la comunicazione: la scrittura e la parola sono le mie armi di seduzione. Nasco come umanista, mi laureo in lettere, sento che il mondo del digital è nelle mie corde, i social sono il salotto dove, tra chiacchierate, condivisioni, interazioni, trascorro il mio tempo. Studio, formazione, esercizio, esperienza sul campo, solidificano questa passione e la plasmano in un lavoro. Progetto, creo, misuro dati, accompagno i brand nel mondo del web e ne costruisco la visibilità e la reputazione in rete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *