La ricetta delle melanzane sott’olio a cui è impossibile dire no

CondividiShare on Facebook82Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Pin on Pinterest0Email this to someone

Agosto saluta l’estate con i suoi ultimi tramonti, lasciando dietro di sé una leggera malinconia. Ma è altrettanto vero che ti regala bontà da mangiare anche d’inverno. Doni della natura che ti faranno dimenticare la fine (o quasi) della bella stagione. I più succulenti? Le melanzane.

Questo frutto originario dell’India fu importato in Europa dagli arabi in epoca medioevale. Attraverso i secoli è diventato l’ingrediente principe di molte ricette mediterranee. In particolare nel sud Italia, le melanzane regnano sovrane a tavola.

Le trovi nella parmigiana, sono il condimento perfetto nella ricetta caprese delle pennette Aumm Aumm, farciscono le polpette, danno un sapore unico alla pasta alla Norma e sono deliziose anche grigliate.

Tuttavia, la forza di questo frutto – almeno secondo me – si esprime nella ricetta delle melanzane sott’olio fatte in casa. Stuzzicanti e gustose insaporiscono salsicce alla brace, panini con formaggi e salumi. Senza dimenticare che sono l’abito su misura delle bruschette.

Di solito, la ricetta classica delle melanzane sott’olio viene tirata fuori dal cassetto della cucina una volta all’anno: ogni settembre, mese dedicato alle conserve.

Così anche a Capri – come in tutto il Meridione e non solo – le donne di casa danno vita a questa prelibatezza, preparando le provviste per l’inverno. Ovvero tanti barattoli di melanzane sott’olio, nel dialetto napoletano noti come: “I buccaccielli e mulignane sott’uoglio”.

Che ne dici di scoprire come si prepara questo peccato di gola a cui è impossibile dire no? Mettiamoci al lavoro, e pregusta l’attesa. Il sapore unico di questo piatto ti travolgerà.

Melanzane sott’olio fatte in casa: gli ingredienti per 3 barattoli da 500 grammi

Procurarti gli ingredienti per fare la ricetta delle melanzane sott’olio è molto semplice. Trovi ciò di cui hai bisogno in un qualsiasi supermercato. Se hai la possibilità di utilizzare prodotti freschi meglio ancora. Ora vediamo cosa ti serve per preparare le melanzane sott’olio:

  • 3 chilogrammi di melanzane lunghe e nere.
  • 1 litro e mezzo di aceto di vino bianco.
  • 1 litro di olio d’oliva extravergine.
  • 1 peperoncino piccante.
  • 3 spicchi di aglio.
  • Origano quanto basta.
  • 300 grammi di sale grosso.
  • Sale fino quanto basta.

Come fare le melanzane sott’olio

Lava le melanzane e togli il picciolo. Sbucciale e tagliale a fette, devono essere spesse un centimetro e mezzo. Dopo questo passaggio continua a tagliare per avere delle striscioline.

Adesso, sistema le melanzane in un contenitore e aggiungi man mano il sale grosso. In questo modo le melanzane perderanno acqua. Poi, chiudi la ciotola delle melanzane con un piatto e posiziona sopra un peso, sempre per far uscire l’acqua. Lascia tutto in questo stato per almeno 3-4 ore.

Adesso fai bollire 2 litri acqua con l’aceto di vino bianco e un cucchiaino di sale. Quando la pentola ha raggiunto l’ebollizione immergi le melanzane scolate dalla loro acqua. Lasciale cuocere per circa 5 minuti.

A questo punto, elimina di nuovo l’acqua dalle melanzane e lasciale raffreddare per qualche ora. In seguito, strizza le melanzane con uno schiacciapatate e mettile in un recipiente ampio.

È il momento del condimento: versa l’olio extravergine, l’origano e mescola. Unisci al preparato il peperoncino e l’aglio a pezzetti, insieme ad altro olio se serve. Rimesta di nuovo.

 

Leggi ancheun viaggio del gusto, la torta caprese bianca al limone

Come conservare le melanzane sott’olio

Ci avviciniamo alla fase conclusiva. Prendi i barattoli sterilizzati per conservare le melanzane sott’olio e inseriscile all’interno facendo pressione. Versa l’olio e controlla che superi il limite del frutto.

Sigilla i vasetti di vetro per un’intera notte. Il giorno dopo verifica che l’olio non si sia asciugato, altrimenti aggiungine altro se il livello è sceso al di sotto delle melanzane. Chiudi il contenitore e custodisci questo tesoro in un posto fresco e asciutto.

Prima di assaggiarle è consigliabile aspettare almeno 3 mesi. In realtà, più tempo passa meglio è, le melanzane si insaporiscono e acquistano un gusto eccezionale. Pensa, c’è chi aspetta anche un anno.Un suggerimento: se al momento dell’apertura le melanzane sott’olio presentano muffe, bollicine d’aria o eccessiva morbidezza non consumarle. Eviti fastidiose conseguenze.

Ancora un dettaglio, le melanzane una volta aperte vanno conservate in frigo, coprendole sempre con dell’olio. Entro quando vanno mangiate? Una settimana.

Ma adesso bando agli indugi, prepara il pane e lasciati avvolgere dal gusto vivace delle melanzane sott’olio fatte in casa.

Ricetta delle melanzane sott’olio: la tua esperienza

Questa è la ricetta delle melanzane sott’olio che ho preparato in compagnia di mia madre, attenta insegnante. Naturalmente, ognuno ha il suo metodo e i suoi segreti in cucina.

C’è anche chi le prepara a crudo. Senza contare le numerose varianti: melanzane sottolio con peperoni, oppure melanzane sott’olio senza aceto. Con questa ricetta otterrai delle melanzane speziate, croccanti, dal colore chiaro e le note di aceto sono quasi impercettibili.

Per completare il capolavoro potresti gustarle di fronte a un meraviglioso panorama sul mare. Magari a Capri, a Marina Piccola con i Faraglioni a farti l’occhiolino. Ora tocca a te. Tu come ti muovi per fare le melanzane sott’olio fatte in casa? Lascia la tua risposta nei commenti.

CondividiShare on Facebook82Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Pin on Pinterest0Email this to someone

Marilena D'Ambro

Giornalista, blogger e webwriter. Scrivo per diversi blog tra cui: SEOchef, HostingVirtuale e LogicalDOC – Gestione documentale facile. Non inizio la mia giornata senza un buon caffè e una passeggiata immersa nella natura in compagnia del mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *