Le 8 città da visitare in Scozia

CondividiShare on Facebook12Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest2Email this to someone

Nonostante le piccole dimensioni, la Scozia ha molti tesori nascosti nel suo territorio: grandi cieli, paesaggi solitari, una spettacolare fauna selvatica, superbi frutti di mare e persone con i piedi per terra. I visitatori hanno scoperto che i ristoranti della Scozia stanno combattendo la vecchia reputazione che li vedeva produttori di pessimo cibo, fatto solo di frittura. Oggi questi luoghi possono competere con i migliori d’Europa. Grazie a un ritrovato rispetto per i prodotti locali di qualità, è oggi possibile banchettare con delle cene a base di pesce fresco catturato da poco, carne di manzo o di cervo allevata a pochi miglia da lì, verdure coltivate nel proprio albergo. Coronate il tutto con un bicchierino di whisky ricco, evocativo, complesso, il vero gusto della Scozia.

La Scozia è una terra con una storia ricca e multistrato, un luogo in cui ogni angolo del paesaggio è immerso nel passato, come una casa abbandonata su una spiaggia dell’isola, una brughiera che una volta era un campo di battaglia.

In Scozia inoltre, il tempo non è per niente tiranno. Si hanno quattro stagioni appropriate (a volte tutte in un giorno) e ciò significa che si arriva a godere degli stessi paesaggi più e più volte in una gamma di vesti diverse. L’imprevedibilità del tempo significa che anche il giorno più piovoso si trasforma improvvisamente in un raggio di luce dorata.

La Scozia ospita alcune delle più grandi aree del deserto in Europa occidentale, un rifugio per la fauna selvatica dove si può ammirare l’aquila reale volare sopra i laghi e le montagne delle Highlands settentrionali, lontre, banchi di sgombri e balenotteri.

scozia

Le 8 città da visitare in Scozia

1. Edimburgo

Guardando questa città non è difficile capire il perché qui Robert Lewis Stevenson ha deciso di scrivere la sua grande opera Dr Jekyll e Mr Hyde. Un centro storico medievale imbevuto di storia per l’eleganza georgiana fino alla Città Nuova, Edimburgo merita la reputazione di una delle più belle e interessanti città del mondo. Se è possibile, visitatela durante Hogmanay (Capodanno), o l’annuale festival delle arti estivi.

2. Glasgow

Glasgow è stata la città dell’impero britannico durante la rivoluzione industriale, in quanto ha rappresentato un polo importante per il commercio dell’epoca. Da allora, la città è stata capace di reinventarsi, tanto che oggi rappresenta una potenza culturale nel mondo della musica, delle arti creative, del teatro, del design e della cucina innovativa. Architettonicamente imponente, Glasgow è ricca di edifici stravaganti di età vittoriana, facciate di palazzi all’italiana, altri in stile Liberty che ricordano Gaudì o ancora classici greci e romani. Questa città sa sicuramente come fare festa.

3. Skye

Questo posto è l’ideale per iniziare il proprio viaggio. Da qui è infatti possibile ammirare la possente catena montuosa che è stata lodata come la più bella della Gran Bretagna. Poi andate a fare una passeggiata intorno al Quiraing, tra il Staffin e l’Uig o una nuotata selvaggia nelle acque cristalline di Fairy Pools. Qui si raccomanda una visita a maggio o l’inizio di giugno, in quanto è possibile godere della fauna e della flora locale in questo periodo. Potrete dunque evitare il peggio di Skye.

4. Cairngorms National Park

Uno dei due parchi nazionali della Scozia, il Cairngorms è un vero deserto di montagne e contiene cinque su sei delle cime più alte della Scozia, e quattro su 10 dei più alti in Gran Bretagna. Vi raccomandiamo una passeggiata intorno a Loch Muick, o in bicicletta la Speyside Street. Qui è possibile sciare in inverno. Le Cairngorms sono anche uno delle ultime rimasti roccaforti rimaste per il britannico scoiattolo rosso.

5. Fort William e Glencoe

Il secondo più grande insediamento nelle Highlands scozzesi è una base per gli alpinisti e gli escursionisti. Anche Glencoe è un rifugio di battuta dal vento, oltre che uno splendore roccioso allo stesso tempo. Si tratta di uno tra i più drammatici e spettrali posti in Scozia. Ci sono montagne accompagnate da una storia di guerra dei clan. Si tratta di un ampio prato altopiano nel cuore di Glen Coe, scena del massacro infame di MacDonalds nel 1692. La maggior parte dei visitatori si accontentano di guidare attraverso la valle, fermandosi ad ammirare i paesaggi protagonisti delle scene. Assicuratevi di trovare il tempo per salire sul treno a vapore a Mallaig. Si tratta di uno dei più suggestivi itinerari ferroviari in tutto il mondo e comprende una traversata del viadotto Glenfinnan, il quale ha caratterizzato i film di Harry Potter.

fort-william-e-glencoe

6. Shetland e Orcadi

Si tratta degli arcipelaghi più settentrionali della Scozia. Orcadi è il più vicino dei due ed è disseminato di tesori archeologici, tra cui Skara Brae, un complesso residenziale vecchio di cinquelima anni, mentre c’è una scena artistica e vivace musica popolare a Kirkwall, la capitale. La pittoresca cittadina portuale di Stromness era la casa del poeta George Mackay Brown, che ha scritto: “l’essenza della magia di Orkney è il silenzio, la solitudine, e i profondi meravigliosi ritmi del mare e della terra, il buio e la luce“.

Shetland è molto simile. Si tratta di un paradiso naturale, sede di foche, gazze marine, pulcinelle nere, oltre che magnifiche spagge. Fate coincidere la vostra visita con l’Up Helly, la tradizionale festa di metà inverno, che è caratterizzata da fiaccolate che illuminano e la città.

Tra i due arcipelaghi è possibile ammirare Fair Isle, l’isola abitata più remota della Gran Bretagna, con circa 70 residenti.

7. Arran

L’isola di Arran è definita come la Scozia in miniatura, un miscuglio di colline e valli arricchite da graziosi villaggi balneari che possono essere esplorati in un giorno, ma meglio in due. Si trova a breve distanza da Glasgow.  L’isola è divisa in due da una linea montuosa che separa a nord il selvaggio paesaggio montano.

8. La penisola di Ardnamurchan

Il tratto isolato di costa ha spiagge vuote degne di Robinson Crusoe. Alla fine della penisola, il punto più occidentale della Scozia, si trova Sanna Bay. Artisti e fotografi vengono qui per i colori sorprendenti, oltre che dune di sabbia bianchissima, mari brillanti e rocce nere frastagliate. Gli amanti della natura raccolgono conchiglie e cercano i delfini e le balene.

 

CondividiShare on Facebook12Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest2Email this to someone
Annette Palmieri

Annette Palmieri

Napoletana, gattara, logorroica, twittatrice compulsiva, non vivo senza il mio smartphone a portata di mano. Vi avviso: sono peggio di Lucy Van Pelt. Amo le parole e quotidianamente lotto contro i miei nemici giurati: i refusi. Non sono brava in tutto anzi, le cose che so fare sono notevolmente maggiori rispetto a quelle che non so fare. Ad esempio, so scrivere ma non so camminare e bere contemporaneamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *