La magia dei mercatini di Natale in Alto Adige

CondividiShare on Facebook11Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

I mercatini di Natale sono un’esperienza da sogno per tutti coloro che amano il periodo dell’anno che va dalla fine di novembre ai primi di gennaio.

Se sei tra quelle persone che fanno l’albero ad ottobre perché “non è mai troppo presto per pensare al Natale”, oppure tra quelle che ad agosto hanno già acquistato regali per tutto il parentado e gli amici, i mercatini di Natale in Alto Adige sono quello che fa per te.

Lasciati conquistare dalla magia delle casette in legno, dal rumore dei campanacci e dal vin brulè venduto in ogni angolo per combattere il freddo tagliente: chiudi gli occhi e parti insieme a noi alla scoperta dei mercatini di Natale più belli di una regione con tradizioni molto particolari.

Un po’ di storia

Il primo mercatino di Natale della storia ebbe luogo a Dresda nel lontano 1434. Quella di riunirsi in piazza ad esporre oggetti prima delle festività era un’occasione troppo ghiotta per essere rifiutata dagli artigiani della zona, che decisero così di creare uno spazio completamente dedicato all’esposizione di opere riguardanti la natività. Dato il notevole costo degli oggetti, almeno in una fase iniziale, fu solo l’alta borghesia ad esprimere interesse nei confronti di questa particolare esposizione ma, con il passare degli anni, si diffusero in tutto il Paese.

Per vedere i mercatini di Natale in Italia, invece, dobbiamo aspettare qualche secolo: il primo importante mercatino italiano fu quello di Bolzano ed erano i primi anni novanta. Ad oggi, le bancarelle natalizie si sono diffuse a macchia d’olio su tutto il territorio italiano ma, i più suggestivi, restano quelli dell’Alto Adige dove si percepisce molto forte l’influenza nordica.

I mercatini partono, in linea generale, l’ultima settimana di novembre e vanno avanti fino all’Epifania, aiutando così i numerosi turisti ad immergersi completamente nell’atmosfera natalizia. I più magici e degni di nota (quindi più turistici) sono tre: Bolzano, Merano e Bressanone.

Prepara un bel piumino pesante, guanti e cappellino e seguici nella scoperta.

Mercatino di Natale a Bolzano

Il tradizionale allestimento di bancarelle natalizie ha luogo nel centro di Bolzano, precisamente in piazza Walther, a pochi metri dalla stazione. Proprio per la sua vicinanza allo scalo ferroviario e per la sua grossa affluenza nei giorni antecedenti al Natale, è consigliabile raggiungere il capoluogo altoatesino proprio con il treno.

Una volta giunti nella piazza si verrà letteralmente travolti dall’atmosfera natalizia, grazie alle numerose bancarelle artigianali pregiate e agli stand enogastronomici dove poter gustare i piatti tipici del luogo. Tra uno strudel di mele e un buon bicchiere di vin brulè non mancano gli appuntamenti dedicati a grandi e piccini: pista di pattinaggio, letterine a Babbo Natale e sfilate come, ad esempio, quella dei Krampus.

Se decidi di visitare il mercatino proprio in occasione del giorno dell’Immacolata Concezione, per quest’anno 2017, ti consigliamo di fermarti fino alle 18:00 per non perderti i Krampus, ovvero i diavoli che accompagnano San Nicola come contrapposizione tra il male ed il bene. Vestiti con pellicce di capra e maschere paurose, annunciano il loro arrivo con catene e campanacci e, mentre San Nicola premia i bravi bambini, loro si occupano di “punire” quelli che tanto buoni non sono stati.

Mercatino di Natale a Merano

Situato nel centro storico del paese, il mercatino natalizio di Merano offre grandissime sorprese. Merano è una cittadina situata in una conca molto assolata dove la Val Venosta incontra la Val Passiria e la Val d’Adige, offrendo ai propri ospite un clima più mite rispetto ad altre zone della regione.

Le 80 casette dislocate per tutto il centro storico si possono raggiungere in auto, prendendo la A22 uscita Bolzano sud e aggiungendo circa 30 km di superstrada, oppure in treno, prendendo una coincidenza a Bolzano.

Mercatino di Natale Merano

Grazie alla sua location da favola, il mercatino di Merano è il luogo ideale dove passare un weekend romantico in compagnia della tua lei o del tuo lui.

Molti i prodotti di artigianato esposti: candele, addobbi natalizi, statue in legno, presepi, indumenti tipici e ceramiche e, anche qui, è possibile degustare le specialità del luogo come strudel, pan pepato e biscotti allo zenzero.

Non mancano le manifestazioni come sfilate a tema, spettacoli natalizi, giostre e trenino. Inoltre, se vuoi rendere il tuo weekend romantico unico ed indimenticabile, c’è la possibilità di girare la città a bordo di una carrozza natalizia trainata dai cavalli.

Mercatino di Natale a Bressanone

Il mercatino di Natale di Bressanone si trova a 40 km da Bolzano ma è facilmente raggiungibile sia in treno che in auto, percorrendo la A22 fino all’uscita Chiusa-Val Gardena sud. Adatto a chi ha voglia di immergersi in un’atmosfera natalizia più culturale, grazie alla storia che caratterizza la cittadina sudtirolese.

Bressanone è una cittadina che vanta una storia lunga circa 800 anni e, tra le vie del centro storico, è possibile respirare a pieni polmoni l’arte e la cultura che ha da offrire ai suoi avventori (oltre che il freddo).

Oltre le classiche bancarelle natalizie è possibile visitare i tesori artistici del luogo e, chicca delle chicche, il Museo dei Presepi situato all’interno del Palazzo Vescovile.

Altri mercatini di Natale in Alto Adige

Dalla fine di novembre fino all’Epifania è possibile trovare mercatini di Natale dislocati su tutto il territorio altoatesino: alcuni aprono solo nel weekend, altri anche durante la settimana. In aggiunta a quelli sopra citati, altri mercatini importanti sono quelli di Brunico (in Val Pusteria) e Vipiteno, per non dimenticare quelli più piccini in Val di Fassa e le altre valli sparse sul territorio.

Sei pronto a vivere il Natale? Armati di sciarpa, cappello e guanti e corri ad unirti ai cori natalizi! Buon viaggio 🙂

CondividiShare on Facebook11Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *