La ricetta originale dei tortelli mantovani alla zucca

Dolce e salato si incontrano per un mix in grado di soddisfare anche i palati più esigenti. I tortelli mantovani sono uno tra i piatti più rappresentativi della cucina italiana e hanno origini molto antiche.

Diverse ricerche fanno risalire la nascita di questo gustoso piatto al Medioevo longobardo in pianura padana. La parola tortello deriva, ovviamente da torta, termine utilizzato a quei tempi per descrivere sia le preparazioni dolci, sia i primi esperimenti di pasta ripiena.

All’interno dei tortelli tipici di Mantova troviamo gli ingredienti più rappresentativi di tutta la zona: zucca, mostarda, amaretti e Parmigiano. Certo, di primo acchito il connubio dolce e salato non sembra azzeccato, ma ti assicuro che è un piatto gustosissimo, soprattutto nella versione condita con la salsiccia.

Per la prima volta li ho mangiati quando sono partita per uno splendido weekend a Valeggio sul Mincio e dintorni. Ricordo che durante il viaggio già mi pregustavo il momento in cui li avrei assaggiati, tanto che mi sono messa a ricercare una trattoria economica e con buone recensioni. Tripadvisor ci ha suggerito La Stangada di Volta Mantovana e l’acquolina era sempre più forte… Soprattutto nel leggere le ottime valutazioni dei clienti.

Insomma, alla fine ce l’ho fatta ad assaggiare questi ottimi tortelli e mi sono rimasti talmente nel cuore che la sera, tornata al B&B nel quale alloggiavamo, ho strappato la ricetta originale all’albergatore. Siete pronti a scoprirla?

Tortelli mantovani: gli ingredienti necessari

Per semplicità, suddividerò gli ingredienti necessari per il ripieno e per fare la pasta (rigorosamente in casa).

Per il ripieno

  • 1,2 kg di zucca mantovana
  • 150 grammi di amaretti
  • 150 di mostarda mantovana con relativo sciroppo
  • 150 grammi di Parmigiano Reggiano
  • la buccia di mezzo limone
  • pangrattato per dare consistenza all’impasto
  • noce moscata q.b.
  • sale e pepe q.b.

Per la pasta

  • 400 grammi di farina 00
  • 4 uova intere e 1 tuorlo
  • 25 grammi di olio extra vergine di oliva

La preparazione

Per la riuscita dei tortelli mantovani bisogna partire dal ripieno, preparandolo 24 ore prima rispetto all’impasto. Di seguito tutti gli step:

  • Lavare la zucca, privarla dei semi, della buccia e tagliarla a spicchi non troppo grandi da mettere in una teglia rivestita da carta da forno;
  • Cuocere in forno preriscaldato a 160 gradi finché non è ben cotta (circa 40 minuti);
  • Attendere che la zucca si raffreddi e nel frattempo tritate la mostarda insieme agli amaretti, rigorosamente a mano;
  • Passare la zucca con lo schiacciapatate e metterla in una ciotola insieme agli amaretti sbriciolati, la mostarda, il parmigiano grattuggiato e la buccia grattuggiata di un limone;
  • Mescolare per bene e condire con una spolverata di noce moscata, un pizzico di sale e pepe.

Se l’impasto è troppo umido, vi consiglio di aggiungere una manciata di pane grattuggiato per asciugarlo un po’ e renderlo più compatto.

farina tortelli mantovani

Passiamo ora all’impasto dei tortelli alla zucca:

  • Formare una fontana con la farina e rompete le quattro uova con il tuorlo in aggiunta al centro;
  • Aggiungere l’olio;
  • Cominciare ad impastare prima con una forchetta e poi con le mani, fino a formare una palla soda ma elastica;
  • Coprire con un canovaccio e lasciate riposare per circa un paio d’ore a temperatura ambiente;
  • Stendere la pasta fino a circa 3 mm di spessore e con uno stampo ricavare dei quadrati di circa 5 cm per lato;
  • Aggiungere una noce di ripieno al centro per poi chiuderli dando la forma di tortello.

A questo punto è tutto pronto per essere cucinato.

Come condire i tortelli mantovani

Ora è giunto il momento di cuocere i tortelli di zucca, i quali dovranno essere sbollentati per circa 5 minuti in acqua salata. Per esaltare il loro sapore potranno essere conditi semplicemente con burro e salvia, oppure con un sughetto bianco alla salsiccia.

Che dire di più? Buon appetito 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *