Una vacanza rilassante a Serifos

Piccola e pittoresca isola delle Cicladi, Serifos vanta un patrimonio naturalistico fatto di un mare magnifico, suggestive spiagge e baie profonde. Inoltre, ad arricchire l’isola vecchie tradizioni, diverse chiese, il fascino incontrastato delle sue case dipinte di bianco, mulini a vento e graziosi vicoli. Un’isola dall’atmosfera tranquilla, ospitale e tutta da scoprire anche se non ancora conosciuta dal grande turismo internazionale.

Spiagge
Serifos con la sua costa rocciosa è un susseguirsi di calette e spiagge dove la natura è rimasta intatta e incontaminata. Tra le più belle spiagge sono sicuramente da segnalare Megalo Livadi, Sikamia, Livadaki, Ganema, Koutalas. Il loro fascino è davvero singolare, impreziosito da un paesaggio dove la natura fa la sua grande bella figura. Lungo i diversi chilometri di costa di spiagge attrezzate ce ne sono poche, ma tutte sono di una struggente bellezza. Grande e particolarmente adatta alle famiglie e ai più piccoli è la spiaggia di Livadaki. Inoltre, la baia di Agios Sostis è particolarmente indicata per chi vuole tuffarsi in acque molto trasparenti. Una vera e propria cartolina con la sua chiesa bianca e un mare turchese. Vi si arriva in auto o percorrendo a piedi un breve sentiero. La spiaggia di Livadi si trova invece in un’ampia baia protetta ed è in parte attrezzata con ombrelloni e lettini.

Megalo Livadi, Serifos

Escursioni
Una volta sull’isola da non perdere una visita a Chora, capoluogo dell’isola e caratteristica città vecchia. Da queste parti ci sono da vedere il museo archeologico e una chiesa molto antica. Presenti anche un paio di negozietti di souvenir per un po’ di shopping e magari accontentare qualche parente o amico e, nella piazzetta, un paio di taverne. Una delle più carine è Stou Stratou, con tavolini all’aperto e interni sfiziosi, dove sostare per bere una bevanda o per una colazione greca. Tipico esempio di architettura cicladica con mulini a vento e case bianche è la città di Hora, sul lato orientale dell’isola. Sulla collina sovrastante si trova un bellissimo castello veneziano con un panorama mozzafiato tutto da vedere e da gustare. Qui è forte il ricordo della dominazione veneziana, manifestato attraverso gli stemmi delle varie famiglie scolpiti sulle diversi parti del castello. In città da vedere anche le chiese bizantine come la chiesa di Cristo. A circa 5 Km da Hora, bella anche Livadi, il porto di Serifos, approdo di navi e yacht. Una zona vivace e turistica, caratterizzata da case pittoresche e vicoli stretti dove fare splendide passeggiate. Un altro luogo di forte richiamo dell’isola è il monastero di Taxiarches, distante meno di 10 km da Hora. Una fortezza imponente che ospita al suo interno preziosi collezioni di oggetti ecclesiastici e documenti molto rari. Sulla costa occidentale si trova invece Megola Livadi, un bel villaggio sul mare con pochi abitanti. Qui da visitare con attenzione la bella chiesa bizantina di Agios Ioannis Battista con i suoi affreschi di valore.

Attività da fare
Serifos è un luogo ideale per lunghe passeggiate e per fare trekking, una delle poche isole delle Cicladi capace di offrire ai turisti una rete invidiabile di sentieri e vecchie mulattiere. Per i più intraprendenti, la possibilità di magnifiche immersioni nelle acque straordinariamente limpide dell’isola.

Hotel
Gli alberghi sono pochi: a poche centinaia di metri dal porto di Livadi si trova il Nais Hotel, struttura elegante composta da camere arredate con particolare gusto, uno degli hotel preferiti dell’isola anche per la sua posizione particolarmente strategica.

Come arrivare
Gli aeroporti meno distanti da Serifos sono quelli di Milos e Atene, da qui per raggiungere l’isola bisogna prendere il traghetto o, durante l’alta stagione, l’aliscafo. Serifos è comunque ben collegata con le altre isole delle Cicladi: Kimolos, Santorini, Paros, Folegandros, Syros, etc.

Come muoversi
Le ridotte dimensioni dell’isola favoriscono gli spostamenti in bici e con piccole barche, ma se si vuole percorrere Serifos in lungo e in largo, circa 75 kmq e un’ora per muoversi da una parte all’altra dell’isola, occorre un’auto. In questo modo si possono anche facilmente raggiungere i piccoli ma molto graziosi villaggi interni di Galani e Panagià.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *