Zagabria: 10 buone ragioni per visitare la capitale della Croazia

La Croazia è conosciuta e apprezzata soprattutto per il suo mare incantevole e la natura incontaminata. Tuttavia anche le sue principali città sono affascinanti, ricche di storia e in pieno sviluppo. In particolare la capitale Zagabria merita davvero una visita. Perché? Ecco 10 buone ragioni!

Gornji Grad, la città antica

Centro turistico sempre più importante, Zagabria si compone di un nucleo antichissimo a struttura medioevale sviluppato sulla collina, a nord della piazza Ban Jelačić risalente al 1600 considerata il centro della città di Zagabria. Qui si trovano il Parlamento, il Governo, il palazzo presidenziale fatto costruire nel 1962 su ordine da Tito e altre importanti sedi istituzionali, ma anche meravigliosi palazzi, gallerie, musei, chiese e la torre fortificata di Lotrščak edificata nel XIII.

Mercato di Dolac

Vivace mercato ortofrutticolo già negli anni ’30 dello scorso secolo, è il cuore pulsante della capitale. I commercianti di tutta la Croazia si ritrovano qui per vendere i loro prodotti, è possibile infatti trovare tutte le specialità del Paese. La maggior parte del mercato si sviluppa su una piazza rialzata, gli stand coperti sulla strada vendono invece carne e latticini e ai chioschi si può mangiare dell’ottimo street food locale a prezzi molto convenienti.

L’elegante centro

Il centro della capitale è caratterizzato da lunghi viali alberati e palazzi eleganti dove l’influenza austro-ungarica si manifesta pienamente. La parte più moderna della città è anche la più cosmopolita, ricca di negozi, localini e raffinati caffè in un ambiente ordinato, pulito ed estremamente sicuro. L’ampia area pedonale consente di passeggiare per il centro ammirando l’estrema cura con cui sono gestite le strade e soprattutto la tranquillità quasi magica che caratterizza il centro della città bassa.

Chiesa-San-Marco

Piazza San Marco

Bellissima piazza che domina la città, è il simbolo della capitale croata. Ogni giorno vi ha luogo il tradizionale cambio della guardia, preceduto da un simbolico colpo di cannone. Al centro della piazza si trova l’omonima chiesa, caratterizzata da un tetto davvero molto particolare, in quanto composto di piastrelle smaltate bianche, rosse e blu. Venne iniziata nel XIII secolo, ma fu terminata a più riprese solo molto tempo dopo, il bellissimo portale gotico testimonia infatti gli stili caratteristici delle differenti epoche. È possibile raggiungere la piazza con la funicolare, ammirando così il meraviglioso panorama della città.

I parchi cittadini

Zagabria conta numerosi parchi e punti verdi in cui è possibile immergersi nella natura. Il più bello e ampio è certamente Maksimirirski perivoj dove passeggiare nel verde ammirando paperelle e tartarughe d’acqua nei suggestivi laghetti. All’interno del parco trova spazio anche uno zoo, che non è tuttavia la parte più apprezzabile. Un altro spazio verde davvero incantevole è il giardino botanico, dove sono ospitate moltissime varietà rare e affascinanti, come ad esempio le piante acquatiche tropicali. Zrinjevac è un altro polmone verde della città curatissimo dove, nel periodo natalizio, trovano spazio i tipici mercatini.

La Porta di Pietra

Attualmente santuario, era un tempo l’ingresso orientale alla città di Gradec. La leggenda narra che un incendio distrusse la porta e si salvò solo un dipinto della Madonna con il Bambino che da allora viene venerato. Accanto al santuario sono presenti molte lastre di pietra dove sono incisi ringraziamenti e preghiere.

Cattedrale dell’Assunzione della Beata Vergine Maria

Chiamata un tempo Cattedrale di Santo Stefano, è una costruzione imponente sormontata da due maestone guglie. La fortissima impronta gotica fu gravemente compromessa dal terribile terremoto del 1880 e dalle numerose restaurazioni susseguitesi nel tempo. Al suo interno, tra lo sfarzo, sono presenti affreschi di grande pregio risalenti al XI secolo, altari barocchi in marmo e un pulpito davvero molto particolare. All’esterno, invece, un piacevolissimo cortile segue il perimetro della chiesa.

Cattedrale-Zagabria

La sua storia affascinante

Divenuta ufficialmente capitale nel 1995, con quasi 800mila abitanti Zagabria è la maggiore città croata. È una città moderna e a tutti gli effetti una grande capitale mitteleuropea. Il suo passato, segnato tra le altre cose dalle triste guerra dei Balcani, ha regalato alla città un’identità unica, forte, matura che traspare non solo a livello architettonico. Cercare nelle sue abitudini e nelle tradizioni le tracce dei molti trascorsi è il miglior modo di conoscere e apprezzare la città.

Periferie in trasformazione

Il passato socialista ha lasciato le sue tracce architettoniche più evidenti nei sobborghi urbani, dove furono edificati palazzi a scopo abitativo con moduli tipici del gusto dell’epoca. Oggi le costruzioni più recenti stanno trasformando le periferie. Innovazione, sperimentazione e un pizzico di azzardo stanno facendo diventare i bordi della città di Zagabria un vero e proprio museo a cielo aperto per gli appassionati.

Museum of Broken Relationships

Situato nei pressi della Chiesa di San Marco, questo museo è dedicato alle storie d’amore finite. Una raccolta davvero curiosa e originale, ma soprattutto coinvolgente che inizialmente venne portata in giro per il mondo, stabilendosi poi permanentemente nella capitale croata. La collezione si compone di oggetti donati da persone che hanno vissuto storie d’amore finite male, alcune ironicamente divertenti, altre invece più commuoventi. Un museo davvero unico!

Simone Sarchi

Classe 1989, giornalista, laureato alla City University London in International Journalism e viaggiatore incallito. Grazie alle mie esperienze studentesche e lavorative ho avuto diverse possibilità di girare in Europa, Africa e Medio Oriente. Amo entrare a contatto con nuovi luoghi, conoscere persone e culture diverse. Una passione che non mi abbandonerà mai. Sogno nel cassetto? Esplorare l'Asia, l'Indocina, luoghi affascinanti per paesaggi e tradizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *