Dieci specialità da gustare nel sud della Francia

Ma in Francia si mangia malissimo! Ecco la reazione più popolare del mio interlocutore italiano quando dico di aver scelto di vivere oltralpe, un po’ come se la qualità di vita si misurasse in base al cibo. Certo, anche per me la gastronomia italiana è impareggiabile, ma devo ammettere che in Francia non si mangia poi così male come ci hanno insegnato a credere. Anzi, io in Francia mangio benissimo. I prodotti di eccellenza sono molti e le ricette gustose non mancano. Nel sud del paese poi, i sapori dei piatti tipici sono deliziosi e somigliano tanto ai nostri. Insomma, credere che in Francia si mangino solo crêpes e pasta in bianco con ketchup (cosa che tra l’altro ho sentito dire ma mai visto in 5 anni di vita da expat) è davvero sbagliato ed è per questo che oggi ho deciso di parlarvi dei miei 10 piatti preferiti della zona in cui vivo, il Sud della Francia. Eccoli qui:

Aligot: Uno dei miei piatti preferiti in assoluto, tipico dei dipartimenti della Lozère, dell’Ardèche e dell’Aveyron. È una ricetta semplice che ricorda un po’ un purè di patate con panna da cucina e aglio, arricchito da fette di Toma fresca di Laguiole. Semplicemente una delizia, da gustare con una buona salsiccia alla brace.

Cassoulet: il piatto preferito di mio marito. È un piatto medievale tipico della linguadoca a base di fagioli e maiale, stufati per ore in cocci messi accanto al fuoco. La versione originale prevede anche una coscia d’anatra ma sinceramente non l’ho mai assaggiato. Dove mangiarne di buonissimi? A Carcassonne, fortezza patrimonio Unesco.

Tartinables: non una pietanza vera e propria ma quanto di più comune sulle tavole del Sud della Francia. Sono delle creme spalmabili dalle diverse preparazioni che si mangiano con crostini alle erbe o pezzetti di baguette. Tra le più celebri c’è sicuramente la tapenade, una crema di olive nere o verdi, ma ce ne sono tante altre molto saporite. Le mie preferite sono la poivronade, una crema di peperone, la délice de tomates, a base di pomodori secchi e l’anchoide, un paté di acciughe. 

Gardiane de taureau: ricetta camarghese per eccellenza, a base di toro ovviamente. So cosa starete pensando, anch’io la prima volta ho avuto un po’ di timore ad assaggiarlo ma vi assicuro che questo spezzatino a base di carne, polvere di cacao e vino rosso saprà di certo conquistarvi. Accompagnatelo a un buon riso rosso di Camargue.

Papeton d’aubergine: un piatto tanto semplice quanto gustoso. Si tratta di un soufflé alle melanzane (a base di purea di melanzane, uova e latte) che viene servito con un freschissimo coulis di pomodoro fresco. Buonissimo e leggerissimo, ottimo per i pranzi d’estate.

Socca e Panisses: gli equivalenti della farinata di ceci ligure e delle panelle siciliane. La prima è una torta salata non lievitata a base di farina di ceci e acqua, cotta in forno a legna, le seconde ne sono la variante fritta. Nel sud della Francia si sgranocchiano all’aperitivo, insieme a un buon bicchiere di vino rosé.

Ratatouille: un classico, l’emblema della Provenza. È un contorno estivo a base di verdure di stagione (pomodori, zucchine, melanzane, peperoni) tagliate a cubetti e aromatizzate con timo fresco, basilico o altre erbe aromatiche. Delizioso.

Pissaladière: è una torta rustica, tipica delle zone del mediterraneo. La base di pasta da focaccia, più croccante e sottile rispetto a quella cui siamo abituati, è farcita con pomodorini, cipolla, origano, olive nere e acciughe. A volte nelle panetterie è possibile trovare anche altre varianti ma il mio consiglio è di gustare l’originale. Estasi culinaria garantita!

Bouillabaisse: la ricetta del Sud più conosciuta al mondo. È una zuppa di mare declinata in vari modi che in genere prevede quattro differenti tipologie di pesce e molluschi. Viene insaporita con pomodoro, zafferano e arancia ed è d’obbligo servirla con dei crostini di pane e della salsa rouille. Quest’ultima è una sorta di maionese arricchita di pan grattato, pomodoro, aglio e fumetto di pesce.

Tarte tropezienne: il mio dolce francese preferito, insieme alla Paris-Brest (che però è più tipica del nord). Si tratta di due dischi di pan brioche ai fiori di arancio farciti da una crema a base di chantilly, pasticciera e crema al burro. Una bomba calorica, certo, ma una vera bontà!

Questa dunque la mia top 10 dei piatti tipici del sud della Francia. Ora sono davvero curiosa di leggere i vostri pareri. Ne conoscevate già qualcuno? Li avete assaggiati? Vi sono piaciuti? A voi la parola!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *