Scopri La Val Pusteria in primavera estate e inizio autunno!

CondividiShare on Facebook5Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

La Val Pusteria è una delle valli più verdi e più dolci che io conosca. È unica al mondo, poiché si tratta di un vero e proprio asse che va da ovest verso est, dividendo le chiare e rocciose Dolomiti dai ghiacciai degli Alti Tauri alle sue spalle, contornata da montagne dal profilo più delicato e da verdi prati brulicanti di mucche. La valle è fantastica anche in inverno, tornerò a parlarne semmai più avanti per dare le informazioni agli amanti della neve. Ora partiamo però dai suggerimenti per vivere la val Pusteria nella bella stagione.

Dove alloggiare in Val Pusteria

L’ospitalità è uno dei punti forti dell’Alto Adige – Südtirol, non avrete difficoltà a trovare alberghi ottimi e per tutte le tasche. La valle è più cara di altre, però non ha prezzi esagerati. Tendenzialmente, certi alcuni luoghi della valle sono più richiesti e quindi più costosi, come Dobbiaco – Toblach, San Candido – Innichen o Sesto – Sexten. I paesi però sono tutti bellissimi, semplicemente questi che ho appena citato sono quelli più comodi per gli spostamenti con i mezzi pubblici. Sul questo sito trovi tutti gli alloggi della valle: http://www.tre-cime.info/it/area-vacanze-in-alto-adige.html

Cosa mangiare in Val Pusteria

Innanzitutto devi partire senza pensare alla dieta, perché in Val Pusteria tutto è buono! La cucina tipica fonde perfettamente influenze mediterranee e tirolesi, creando un mix da + 5 kg in una settimana. Se ci si limita, eh!

Partiamo dai primi, suggerisco di provare i famosi Knödel, i canederli, con formaggio, Speck, spinaci, o rapa rossa. Li potete trovare in brodo o asciutti, a volte anche più piccoli usati come contorno. Poi i ravioli tirolesi burro e salvia, gli Schlutzkrapfen, o gli Spätzle, gnocchetti, che in Alto Adige – Südtirol, usano più verdi con lo speck, mentre in altre zone anche all’uovo e conditi con formaggio e cipolla fritta dorata. Questi solo per citare i migliori. In Val Pusteria potrai mangiare tanta carne, würstel di ogni forma e gusto, insaccati affumicati, crauti, patate arrosto con uovo fritto e speck, polpettone (Leberkäse) e ottimi formaggi. Continuiamo con i dietetici dolci, dallo Strüdel alla Torta Sacher passando per le tantissime torte a mille piani che riempiono le vetrine delle pasticcerie (Konditorei) come la torta Foresta Nera (Schwarzwälder Kirschtorte), che anche se non è proprio tipica si trova quasi sempre. Altrimenti, tuffatevi sulle frittelle: di mele, la Kaiserschmarren, oppure la Strauben.

Cosa bere in Val Pusteria

Come dimenticare i vini dell’Alto Adige? Assaggia Gewürztraminer, Müller Thurgau e tutti i più famosi! Anche le birre non possono mancare dopo una bella passeggiata sotto al sole, oppure se fa caldo puoi ordinare una Radler, (birra più limonata gassata) o un Apfelschorle (analcolico a base di succo di mela e acqua frizzante, molto dissetante).

Lago di Braies

Come arrivare e come muoversi in Val Pusteria

Come arrivare in Val Pusteria in auto:
Se arrivate da ovest prendete al A22 del Brennero fino a Bressanone poi la SS49. Occhio al traffico su entrambe le arterie. Se arrivate da Romagna o Veneto o comunque da più a est, meglio la A27 da Venezia a Belluno, per poi proseguire sulla SS51. Nelle valli del Cadore troverete i bivi: salite da Cortina, da Auronzo / Misurina oppure Passo Montecroce Comelico. Date un’occhiata alle altitudini, al traffico e controllate che siano aperte prima di scegliere quale prendere.

Come arrivare e muoversi in Val Pusteria con i mezzi.

La Val Pusteria è veramente servita bene dal trasporto pubblico: fino alle 22 circa ci sono mezzi ogni 15-20-30 minuti, al massimo ogni ora nelle tratte meno battute. Sono disponibili diversi tipi di economici biglietti settimanali che comprendono solo i mezzi, o anche i musei e tanto altro. Convengono, perché si risparmia spesso tempo, traffico (soprattutto sulla statale che va da Dobbiaco a Bressanone) e i moltissimi parcheggi a pagamento. Sans Soucì. Altrimenti, arrivate in auto e dimenticatevela. Attenzione, i biglietti singoli invece costano abbastanza!

Passeggiate per tutti in Val Pusteria: scopri i paesi

Brunico e Lienz (Austria) sono i centri principali di questa lunga valle, tutti gli altri sono più piccoli ma non per questo meno belli. Tutti valgono una bella passeggiata: ovviamente i due più grandi offrono molte più possibilità, come musei e shopping. Occhio agli orari: in Austria sono molto più restrittivi che in Italia, i negozi chiudono spesso alle 18 e il sabato pomeriggio o sono chiusi o chiudono prima.

Cosa fare in Val Pusteria

Oltre a mangiare e a bere e visitare paesi, potete decidere di fare trekking (la settimana prossima vi racconterò i principali sentieri della Valle), strade ferrate o roccia. Se siete coraggiosi, potete anche dedicarvi al rafting (nei dintorni) oppure al parapendio in tandem. Se cercate qualcosa di più tranquillo, ricordate che i boschi della valle sono ricchi di funghi (serve il permesso) e di frutti di bosco. Altrimenti potete camminare per i boschi, scoprire parchi per bambini, visitare miniere e musei, malghe, latterie, masi, fattorie didattiche e chi più ne ha più ne metta. Vi aspetto la settimana prossima con i Trekking in Val Pusteria!

CondividiShare on Facebook5Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Michela Mazzotti

Consulente Web Marketing Turistico & Copywriter. Mi chiamo Michela e mi occupo dal 2012 di Web Marketing Turistico, come consulente e docente. Oltre a questo, lavoro prevalentemente come Project Manager creando strategie di Web Marketing per strutture turistiche ed enti. In passato ho gestito ed organizzato diversi Blogtour per la promozione della destinazione. La mia passione per la scrittura e lo storytelling mi hanno fatto crescere ogni giorno di più come copywriter. Mi occupo direttamente anche di E-mail marketing e conosco a fondo lo strumento LinkedIn. Sono una viaggiatrice per passione e scrivo per diversi Travel Blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *