Smoothies: quattro ricette da provare

CondividiShare on Facebook16Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest1Email this to someone

Gli smoothies indicano letteralmente delle bevande a base di frutta, o anche verdura come vedremo, caratterizzate da un’estrema leggerezza (da qui la parola smooth), una consistenza cremosa, la presenza del ghiaccio che ne garantisce la freschezza e i brillanti colori che li contraddistinguono! In realtà non esistono delle ricette preconfenzionate per prepararli, si può abbinare qualsiasi frutta o verdura che sia di nostro gradimento. L’importante è aggiungere dello yogurt per dare la giusta densità e dotarsi di un frullatore. L’ingrediente imprescindibile per preparare questa ricetta è la fantasia: se non avete quella potete anche scendere per acquistarne uno già pronto! Un’ultima piccola raccomandazione: se non avete la frutta fresca ma utilizzerete dei frutti di bosco surgelati, potete poi evitare di aggiungere del ghiaccio in fase di preparazione.

Differenza tra lo smoothies e il frullato

No, lo smoothies e il frullato non sono la stessa cosa. Delle piccole e lievi differenze li rendono due bevande completamente diverse sia nell’uso che nella preparazione. Il frullato classico è composto da: frutta, zucchero, latte, ghiaccio se si vuole una bevanda molto fredda. Gli smoothies non sono nemmeno dei centrifugati, fatti invece con i succhi della frutta o delle verdure. Non sono dei frappè, composti dal gelato e da altri ingredienti deliziosi come panna, cioccolato, cereali e tutto ciò che ci viene alla mente di più dolce che ci sia.

Gli smoothies, per la loro composizione, si avvicino molto ai frullati della nonna però non vedono la presenza di latte. L’ingrediente che contribuisce a dar loro una certa cremosità è lo yogurt. Se siete intolleranti al lattosio potete rimediare aggiungendo dell’acqua. La bevanda americana viene preparata, secondo la tradizione, con della frutta surgelata e vengono bevuti soprattutto dai vegetariani e dai vegani perché permettono l’aggiunta di ingredienti totalmente green. Esistono infatti diverse tipologie di smoothies: ci sono quelli alla frutta, alle verdure, i cosiddetti detox. Ma tutti hanno un comune denominatore, ossia l’essere più salutari rispetto a tutte le bevande che abbiamo elencato in precedenza e ricchi di vitamine.

Preparare gli smoothies

Mettiamoci al lavoro: quattro ricette per gli smoothies

Il primo ingrediente che tutti inevitabilmente inseriscono all’interno delle proprie ricette sono le fragole. Immancabili frutti di stagione, protagoniste delle nostre tavole in tutte le ricette possibili, non possono di certo mancare nella bevanda dell’estate. La prima ricetta che vi proponiamo è composta da diversi frutti a cui potete aggiungere anche il frutto rosso passione per concedervi un pizzico di dolcezza in più.

Smoothies fragola e mango

Il mango è un frutto esotico oggi facilmente reperibile nei supermercati, quindi non vi spaventate e mettiamoci all’opera. Ricordate che siete liberi di aggiungere qualsiasi frutto vi piaccia, quindi a mali estremi, estremi rimedi: aggiungere un altro ingrediente per sostituire il mango in caso non riusciate proprio a reperirlo.

Per tre tazze: latte di cocco, una banana sbucciata e tagliata, un mango sbucciato e tagliato, 5 fragole grandi lavate e tagliate. Prendete un frullatore, mixate il tutto finché non ottenete un composto liscio. A questo punto aggiungere lo yogurt magro bianco per dare un po’ di densità al tutto, frullate ancora per un minuto et voilà! Potete inserire il composto nei bicchieri e servirlo ai vostri bimbi per un’ottima merenda, oppure per un aperitivo all’insegna della freschezza e della leggerezza con gli amici.

Smoothies alla verdura

Ecco la ricetta degli smoothies a base di verdura che faranno anche da bevanda detox. Ottimi quindi per purificarsi, oltre che per rinfrescarsi, questa ricetta vi aiuterà a tenervi in forma in vista della temuta prova costume.

Per tre tazze: mezza tazza di succo di carote, una tazza di succo d’arancia, una tazza di spinaci lessi, una tazza di cavolo tritato, quattro piccoli fiori di broccoli affettati, una banana sbucciata e tagliata, una mela sbucciata e tritata. Dagli ingredienti non vi sembrerà un granché, ma una volta frullato il tutto finché il composto non sarà liscio, otterrete una bevanda da leccarsi i baffi. Grazie all’aggiunta di frutta dolce come la banana e di un tocco di amarognolo con la mela, avrete una bevanda perfettamente equilibrata sia in termini di sapore che in termini di valori nutrizionali. Avete qui tutto quello di cui avete bisogno per affrontare il gran caldo e una giornata pesante, una vera pozione magica per chi è sempre indaffarato ed ha bisogno di una carica d’energia.

Smoothies Green

Smoothies vegano

Ce n’è davvero per tutti i gusti! Come avete visto, potete aggiungere qualsiasi ingrediente sia di vostro gradimento. Quindi perché non aggiungere qualche seme o qualche cereale che possa permettere ai vostri amici vegani di bere insieme a voi? Tenete quindi a portata di mano, sempre, questi ingredienti da aggiungere in caso ci sia qualcuno che vuole bere una bevanda fatta con ingredienti vegan-free.

Partite dalla base precedente senza però aggiungere lo yogurt magro. Per dare una carica nutritiva alla vostra bevanda aggiungete quindi: semi di canapa, fonte di proteine con un retrogusto alla nocciola; semi di lino, ricchi di fibre, proteine e omega 3; germe di grano, contenenti una grossa quantità di fibre; semi di girasole, per un’aggiunta di rame, magnesio e selenio; semi di chia, carichi di fibre e in grado di bilanciare il livello di zucchero presente nel sangue. Dopo aver aggiunto questi semi, insaporite con altri ingredienti, quindi frutta a vostra scelta e… let’s shake it!

Smoothies d’autunno

Gli americani ci insegnano che qualsiasi cosa può essere riadattata per tutte le stagioni. La loro cucina sicuramente meno attenta della nostra è propensa ad aggiungere ingredienti che spesso abbiamo l’abitudine di pensare che non stiano bene fra loro. Chi ha detto che gli smoothies sono una bevanda adatta solo all’estate? Probabilmente i nostri cugini d’oltreoceano si saranno posti la stessa domanda ed ecco quindi che la zucca incontra il bicchiere per diventare una deliziosa e dolcissima bevanda da bere guardando la pioggia che cade e le foglie arancioni pendenti dagli alberi.

Per tre tazze: una tazza di latte di mandorle, un cucchiaio di sciroppo di agave (potete sostituirlo con dello sciroppo d’acero se non riuscite a trovarlo al supermercato), una tazza di purea di zucca (se non riuscite a reperirla potete semplicemente cuocere la zucca in forno in modo che perda i liquidi e poi schiacciarla con una forchetta), due cucchiaini di cannella, una mela sbucciata e tagliata, mirtilli secchi (anche in questo caso, se non riuscite a reperirli potete acquistare dei mirtilli freschi e lasciarli appassire per qualche minuto nel forno). Unite tutti gli ingredienti all’interno del mixer e procedete a frullare finché non sarà liscio. In questo caso potreste ottenere una condensa ancora troppo liquida a causa della zucca e del latte. Non temete: anche qui vi basterà aggiungere dello yogurt magro bianco per dare un po’ di densità al tutto. Adesso è tutto pronto, preparate i bicchieri e decorate con qualche mirtillo la parte superiore.

 

CondividiShare on Facebook16Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest1Email this to someone
Annette Palmieri

Annette Palmieri

Napoletana, gattara, logorroica, twittatrice compulsiva, non vivo senza il mio smartphone a portata di mano. Vi avviso: sono peggio di Lucy Van Pelt. Amo le parole e quotidianamente lotto contro i miei nemici giurati: i refusi. Non sono brava in tutto anzi, le cose che so fare sono notevolmente maggiori rispetto a quelle che non so fare. Ad esempio, so scrivere ma non so camminare e bere contemporaneamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *