La polenta tradizionale e tre ricette alternative

La polenta è un piatto italiano dalle origini molto antiche, tipico soprattutto di molte regioni del Nord Italia e del centro. Piatto molto umile, inizialmente consumato per lo più dai ceti meno abbienti per la sua semplicità di ingredienti (farina di mais e acqua), si è pian piano diffuso su tutte le tavole, anche con ricette alternative.

Le ricette con la polenta, infatti, sono numerose ed è un piatto che può essere gustato in molte modalità e a tutte le ore del giorno. Come ci insegna una nota pubblicità, la polenta è un piatto molto versatile e fa anche bene!

Gli ingredienti per la polenta perfetta

La polenta tradizionale, non quella istantanea, segue delle proporzioni molto rigide e tramandate dall’antichità:

  • Per una polenta soda è consigliabile utilizzare una proporzione 1:3, con 200 grammi di farina e 600 ml d’acqua. In questo modo sarà possibile ottenere una polenta da tagliare a fette e servire con salumi (hai mai provato a scioglierci sopra delle fette di lardo?);
  • Per una polenta di media consistenza, utilizzare una proporzione 1:4, con 200 grammi di farina e 800 ml d’acqua;
  • Per una polenta molto morbida, infine, utilizzare una proporzione 1:5, con 200 grammi di farina e 1 lt. d’acqua.

Ma come cucinare la polenta?

Cucinare la polenta tradizionale è davvero semplice. Sarà sufficiente portare ad ebollizione l’acqua quantificata in precedenza, leggermente salata. Una volta raggiunta la temperatura, non dovrai far altro che versare a pioggia la farina e continuare a mescolare per 40 minuti, affinché non si creino fastidiosi grumi.

Se non hai tempo a sufficienza per cucinare la polenta tradizionale, potrai affidarti a quella istantanea. Con il preparato per la polenta istantanea ci vorranno pochi minuti, ma il risultato resta comunque abbastanza similare.

Ricette con la polenta

La polenta è un piatto molto versatile e può essere mangiata in diversi modi. Andiamo a vedere 5 ricette con la polenta, che ti faranno leccare i baffi.

La polenta uncia

La polenta uncia (in italiano unta) è un piatto tipico lombardo, precisamente delle zone del comasco, del lecchese e della bergamasca. Essendo un piatto montanaro, non è certamente ipocalorico e prevede l’aggiunta di burro e formaggio semigrasso alla polenta.

La sua preparazione è semplice: una volta preparata la polenta come da ricetta tradizionale, sarà necessario creare degli strati alternando polenta, formaggio e burro sciolto, così da creare una sorta di lasagna. Ilrisultato è quello di un piatto molto ricco e dedicato alle giornate più fredde.

Polenta e fagioli

La polenta e fagioli si prepara utilizzando la ricetta per ottenere una consistenza media. Per preparare questa gustosa ricetta, oltre che della polenta, avrai bisogno di:

  • 500 grammi di fagioli;
  • 1,5 lt. d’acqua;
  • 2 foglie d’alloro;
  • Origano q.b.;
  • Sale fino q.b.;
  • 1 rametto di rosmarino;
  • Pepe nero q.b.;
  • Olio q.b.;
  • 400 grammi di pomodori San Marzano.

Per preparare la polenta con i fagioli dovrai iniziare con il mettere in ammollo i fagioli per almeno 12 ore. Dopodiché, sarà necessario scolarli e sciacquarli sotto acqua corrente fresca e versarli in una pentola con i bordi alti. A questo punto, non dovrai far altro che coprirli con acqua, l’alloro ed il rosmarino, salare, pepare e lasciar cuocere per circa un’ora.

Nel frattempo, potrai preparare il sughetto facendo soffriggere lo scalogno in una padella con l’olio finché non sarà dorato e aggiungendo i pomodori aromatizzati con l’origano.

Lascia cuocere per circa 20 minuti, per poi aggiungere il sugo ai fagioli a cui avrai tolto l’alloro ed il rosmarino, lasciandoli andare a fuoco basso per altri 30 minuti, affinché i sapori si miscelino tra loro.

Una volta pronti i fagioli potrai preparare la polenta e servire tutto insieme.

Crostini di polenta

Un’altra ricetta alternativa per servire e gustare la polenta è quella di preparare dei crostini. Ti basterà seguire la ricetta per la polenta soda, una volta pronta versarla in uno o più stampi per plum cake ben oliati e attendere che si rassodi per tagliarla a fette.

Griglia per pochi minuti le fette di polenta e servili con sopra formaggi ed affettati. I formaggi migliori sono quelli saporiti come il taleggio, il formaggio ubriaco e la fontina. Per quanto riguarda gli affettati non c’è limite alla fantasia: via libera a lardo, pancetta, culatello, speck e salame.

Altre ricette con la polenta?

Esistono davvero un sacco di modi per servire la polenta per un pranzo low cost e molto gustoso. È il contorno perfetto per il brasato e la selvaggina, inoltre può essere servita anche come dolce.

Nelle zone della bergamasca, infatti, non è raro pucciarla nel latte la mattina dopo per una colazione ottima e sostanziosa. Provare per credere 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *