5 curiosità su Capri che ti sorprenderanno

CondividiShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Ami Capri, lo so. Ci sei già stato in vacanza ma un solo giorno non ti è bastato per visitarla. Tutto quello che hai visto su quest’isola è rimasto marchiato a fuoco nella tua memoria. Non dimenticherai mai luoghi magici come Piazzetta delle Noci, dove di sera la luna e le stelle sembrano parlare con te.

Sai che niente riuscirà a farti sentire un tutt’uno con la natura come un tuffo a Marina Piccola in compagnia dei Faraglioni, perfino la cucina caprese riserva mille sorprese con il suo gusto semplice e intenso. E così, l’isola azzurra diventa la tua musa e vuoi sapere sempre più su di lei. Ecco perché ho scelto 5 curiosità su Capri che ti sorprenderanno.

Perché Capri si chiama così

Curiosità su Capri: panorama da Monte Solaro
PH: Davide Esposito

Iniziamo dalla prima curiosità su Capri: il suo nome deriverebbe dal greco kàpros (cinghiale) oppure dal latino capreae (capre). L’ipotesi più accreditata, però, è quest’ ultima. Le popolazioni antiche, infatti, si rivolgevano all’isola con il nome di capreae, proprio per le capre che saltellavano lungo i suoi pendii.

La specie più diffusa sul territorio pare fosse la capra aegagrus della cui pelle, secondo la leggenda, era coperto lo scudo di Giove Egioco. Se decidi di andare a Monte Solaro potrai osservare tu stesso qualche capretta aggirarsi nella valletta di Cetrella.

La lucertola azzurra dei Faraglioni esiste davvero?

Curiosità su Capri: Faraglioni
PH: Davide Esposito

La risposta è sì. Questo rettile dalla rara bellezza non è una leggenda e ha trovato il suo habitat sui Faraglioni. Più precisamente, la lucertola, nota con il nome scientifico di podarcis sicula coerulea, ha scelto il Faraglione di Fuori come sua casa ideale.

Come è fatto questo esemplare che sembra quasi uscito da una fiaba? Chi ha avuto la fortuna di vederla, scalando il gigante roccioso, la descrive con una colorazione verde-azzurra sulla gola, sul ventre, sui fianchi e sul sottocoda. Invece, sul dorso mostra una pigmentazione che tende al nero. Mentre il suo portamento è elegante e vivace allo stesso tempo.

Capri viene chiamata anche l’isola delle sirene

Sì, questa è un’altra tra le curiosità su Capri che forse non conosci. L’isola è associata al mito delle Sirene in virtù della presenza dell’omonimo scoglio delle Sirene che caratterizza la baia di Marina Piccola. Tra le fonti che alimentano la leggenda c’è un commento di Servio al canto V dell’Eneide di Virgilio in cui si narra di creature metà uccello e metà donna che sarebbero vissute prima a Pelorias e poi a Capreae. Con il loro canto ammaliavano i marinai e li mandavano contro le rocce. D’altro canto, la conformazione fisica dell’isola, fatta di cale, grotte e precipizi, la rende perfetta come rifugio di questi esseri mitologici.

Il mistero della Grotta Oscura

L’accesso alla grotta fu chiuso per sempre il 15 maggio del 1808: un costone di roccia, sul quale era stata costruita la Torre della Certosa, franò ostruendone l’entrata. Nel corso degli anni sono state svolte ricerche per recuperare la spelonca ma non hanno portato a nessun risultato. Si racconta che la Grotta Oscura fosse tra le più attraenti di Capri e grande quasi il doppio della Grotta Azzurra.

Il giurista Fabio Giordano la descrive così quando la caverna era ancora visitabile nel Cinquecento: «L’accesso sul mare, quand’è praticabile, si presenta angusto e situato a una certa profondità, così che le barche dei pescatori possono entrarvi a stento. Dopo essere penetrati all’interno per circa sei passi si spalanca tutt’intorno un antro stupendo, a pianta quasi circolare e con un perimetro di forse duecento metri». Probabilmente la Grotta Oscura sarà destinata a restare un mistero ma forse questo aiuterà a preservare il suo fascino.

Perché l’acqua della Grotta Azzurra ha questo colore?

Curiosità su Capri: Grotta Azzurra

Questa è una delle curiosità su Capri che scatena subito la fantasia e mille domande. Il blu della Grotta Azzurra è dovuto a un secondo ingresso sottomarino che filtra la luce dai colori rossi. Così passano solo le cromie blu che riflettono sul fondale e danno alle acque la famosa tonalità. Pensa che i primi turisti restavano talmente affascinati che rubavano al mare di Capri un po’ di quel colore, credendo di riuscire a custodirlo in bottiglie di vetro.

Tu conosci altre curiosità su Capri?

Queste sono solo alcune delle curiosità su Capri che ti sorprenderanno. Si tratta di piccole chicche che ti faranno apprezzare l’isola ancora di più. Sono sicura che anche tu ne conosci tante altre. Lascia il tuo contributo nei commenti e aiutami ad arricchire questo articolo.

CondividiShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Marilena D'Ambro

Giornalista, blogger e webwriter. Scrivo per diversi blog tra cui: SEOchef, HostingVirtuale e LogicalDOC – Gestione documentale facile. Non inizio la mia giornata senza un buon caffè e una passeggiata immersa nella natura in compagnia del mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *