Cosa vedere a Venezia in un weekend

Il regalo di natale di quest’anno è arrivato in anticipo per il ponte dell’immacolata con il mio ragazzo ci siamo recati nella città del romanticismo: Venezia.

Siamo partiti con il treno italo dalla stazione di Napoli centrale e siamo arrivati a Venezia Santa Lucia, il treno impiega cinque ore per arrivare a Venezia, abbiamo optato per un diretto, il viaggio è stato comodissimo, poi con l’alta velocità il tempo trascorso in treno è stato piacevole.

Abbiamo soggiornato all’Hotel Boscolo Bellini, un quattro stelle lusso con tutti i comfort, lo staff dell’albergo è stato gentilissimo per l’accoglienza e per le tantissime informazioni e consigli su come muoverci, indicandoci gli itinerari da percorrere in base alle nostre esigenze. Nella struttura predomina il classico stile veneziano, la camera ricca di caldi e vivaci colori tipici del suo stile, con marmi e lampadari preziosi di vetro di Murano, pulitissima e accogliente, lo consiglio vivamente a chi sta programmando una vacanza a Venezia, cercando qualcosa di confortevole e romantico.

piazza san marco
PH Emilio Mancuso

La sua posizione vicina alla stazione agevola se si arriva in tarda serata oppure è l’ideale, se si lascia questa meravigliosa città la mattina presto (come noi).  Vicino l’albergo si trova un tabacchino dove è possibile acquistare i biglietti per i vaporetti, che costituiscono i mezzi di trasporto unici nella città, ad un minuto dall’albergo si trovavano due aree di sosta per l’imbarco ai vaporetti. I vaporetti collegano la zona di Santa Lucia al centro e alle isole tra cui Torcello, Murano, Burano e alla zona lido.

murano
PH Apicella Rosario

Venezia per chi ama passeggiare e non perdersi nessun angolo della città, è visitabile anche a piedi. Dalla stazione si raggiunge Rialto a piedi in quindici minuti, mentre per il centro si cammina mezz’ora, una passeggiata piacevole, si trovano sulla strada verso il centro ristoranti, strutture alberghiere, negozi meravigliosi dove sfrenarsi a fare shopping. Ammirate i tantissimi negozi di maschere, perché il carnevale in questa città è sentito tutto l’anno, lungo la strada troverete il casinò di Venezia, vi consiglio di entrare a fare una puntatina alla roulette o alle slot machine e ammirare la bellezza dello stabile, raggiungibile anche dalla laguna, ricorda che per sedere ai tavoli è obbligatoria la giacca. Una sosta per riscaldarsi e rifocillarsi nei bar, dove bere cioccolate calde e tè accompagnate dai biscotti tipici i “bussolai”, oppure consiglio di assaggiare l’arrotolata una piadina farcita da mangiare anche in giro per non perdere le tante cose da ammirare. Per chi ama uno spuntino al volo, è rigoroso fermarsi ai chioschi, lungo la strada verso il centro, ne troverete due, dove assaggiare yogurt, frullati alla frutta di giorno e vino caldo e birra la sera.

Ponte Venezia
PH Rosario Apicella

Da non perdere

Piazza San Marco con la basilica assolutamente da visitare con le sue cupole a cipolla bizantine, il palazzo Ducale, un giro per il canal grande vi consiglio in gondola, la tipica imbarcazione veneziana, per vedere anche le strettoie del canal e per ascoltare i racconti dei gondolieri. Da non perdere il mercato di rialto dove comprare cibi freschi di stagione, e ammirarne il ponte. Fermatevi a mangiare in uno dei tanti ristorantini e osterie che troverete nella zona. Un giro a Murano per ammirare le fornaci e la lavorazione del vetro, anche la bellissima e coloratissima Burano è da vedere assolutamente. La città romantica per il numero dei suggestivi  ponti, tutti bellissimi e da fotografare,  quello di rialto, quello dei sospiri che collega il tribunale con il carcere, così chiamato perché si narra, che essendo un ponte di collegamento tra le due strutture, i detenuti dopo essere stati giudicati passavano da questo ponte, e, per l’ultima volta, prima di andare in carcere, vedevano la luce e la bellissima Venezia, sospirando, infine quello dell’accademia, un ponte molto grande, così chiamato per la sua vicinanza all’accademia delle belle arti.

Casinò Venezia
PH Rosario Apicella
ponte di rialto
PH Rosario Apicella
ponte dei sospiri
PH Emilio Mancuso
Ponte dei sospiri
PH Rosario Apicella

 

Dove mangiare

Per mangiare vi consiglio di non recarvi nei ristoranti e nelle osterie troppo tardi soprattutto la sera, altrimenti rischierete di non mangiare, perché alle dieci le cucine sono chiuse, quindi potrete bere solo del buon vino nei locali, nel caso in cui, non vi è possibile andare a cena presto, optate per mangiare all’hard rock che si trova nei pressi di piazza san marco, oppure all’old wild west dove potrete mangiare fino a tardi, non sono locali tipici ma almeno non si va a letto senza cena.

Hard rock cafè Venezia
PH  Rosario Apicella

Dopo cena

La sera Venezia non è molto movimentata, in giro c’è poca gente soprattutto d’inverno, i ragazzi del posto si spostano a Mestre oppure a Padova, fate una passeggiata a piazza santa Margherita dalle sei del pomeriggio la piazza si popola di ragazzi, soprattutto di universitari, in questa piazza potrete bere un ottimo Aperol Spritz e gustare degli aperitivi.

PH Emilio Mancuso

Allora non vi resta che partire, buon viaggio!!!!!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *