La ricetta della caponata caprese: inizia l’estate con gusto

Cosa mangiare a Capri in estate? Sei alla ricerca di piatti freschi e leggeri. Magari da consumare in una delle spiagge più belle dell’isola azzurra mentre il profumo di salsedine accarezza l’olfatto e il sole ti riscalda la pelle. Oppure desideri dare sfogo alla tua anima avventuriera e scoprire i sentieri immersi nella natura. E così, non vuoi affrontare queste passeggiate già affaticato da un pranzo impegnativo.

Non temere, la cucina tipica di Capri ti sorprenderà e risponderà alle tue esigenze. Le pietanze estive più amate di questa perla del Mediterraneo? L’insalata caprese e la caponata.

La caponata, in realtà, ha origini siciliane ed era composta da melanzane (e altri ortaggi) insaporite da sugo di pomodoro, sedano, cipolla, olive e capperi, in salsa agrodolce.

Che ne dici di scoprire la ricetta della caponata caprese? Con questo contorno o antipasto porti l’estate a tavola con semplicità e gusto. Ma prima un po’ di storia.

Cosa vuol dire caponata?

Cosa significa caponata? Deriva dalla parola “capone“, un pesce (noto anche come lampuga) dalle carni pregiate condito con salsa agrodolce e riservato all’aristocrazia siciliana.

Il popolo, invece, non poteva permettersi questa bontà e così sostituì il pesce con le melanzane che erano più economiche. Attualmente in Sicilia la caponata più famosa è quella palermitana.

La storia della caponata siciliana

Questa prelibatezza era diffusa già nel XVIII secolo ed era considerata un piatto unico. È diventata famosa in tutto il mondo grazie all’attività industriale iniziata nel 1869 dalla famiglia Pensabene e dai fratelli Contorno, conservieri di Palermo.

La caponata siciliana era (ed è) molto amata negli Stati Uniti. Il motivo? Rendeva felici gli emigrati siciliani che con un assaggio ritornavano a casa. Gli ingredienti di questo contorno? Melanzane, olive verdi o bianche, cipolla, sedano, capperi, salsa di pomodoro, olio, sale, aceto e zucchero.

Naturalmente, la caponata cambia in base al territorio c’è quella di Palermo, Agrigento, Trapani, Messina e Catania. Infine, esiste anche la variante napoletana, simile a quella caprese.

Gli ingredienti per preparare la caponata caprese

Gli ingredienti per fare la ricetta della caponata caprese sono molto semplici da trovare al supermercato. Se hai a disposizione prodotti freschi di stagione ancora meglio. In questo modo il sapore di questo piatto avrà un gusto ancora più autentico. Vediamo di cosa hai bisogno per preparare questa delizia:

La ricetta della caponata caprese e gli ingredienti da usare

  • Mozzarella o Fiordilatte.
  • 5-6 freselle, pane raffermo o biscotto di grano duro.
  • Olio extravergine di oliva.
  • Olive bianche e nere.
  • Basilico fresco.
  • Origano.
  • Pomodorini o pomodori.
  • Uno spicchio d’aglio.

Come fare la caponata caprese: il procedimento

Comincia dai biscotti di grano duro. Bagnali con un po’ d’acqua ed evita di spugnarli troppo. Poi dividili in pezzi non troppo piccoli e sistemali in una ciotola, aggiungi la mozzarella a dadini e i pomodorini tagliati a metà.

Unisci le olive, l’aglio, qualche foglia di basilico, l’origano, l’olio extravergine di oliva e il sale. Mescola tutti gli ingredienti e controlla che siano ben amalgamati. Hai visto? In pochi minuti ecco la ricetta della caponata caprese pronta per essere gustata.

In alternativa, puoi bagnare le freselle o il pane raffermo in acqua poco salata e in un diverso contenitore mettere gli altri ingredienti condendoli. Lascia che si insaporiscano e, in seguito, manteca il tutto.

La ricetta della caponata caprese: la tua esperienza

In quest’articolo ti ho suggerito come fare la ricetta della caponata caprese, un piatto che ha il sapore dell’estate e che esalta i prodotti del territorio. Un antipasto semplice che ti farà sentire ricco nell’anima. Immagina: il tramonto, il mare del Faro di Punta Carena che abbraccia il tuo sguardo e un lieve venticello che sfiora i capelli. A completare il quadro una saporita caponata caprese.

Ora tocca a te. Tu l’hai mai preparata? Conosci le varianti? Puoi aggiungere: acciughe e sgombro sotto sale o sott’olio, tonno, insalata, melanzane, carciofini, formaggi, mais e rucola. Insomma, la ricetta della caponata caprese ti permette di sperimentare e provare gli abbinamenti più variegati. L’hai assaggiata? Ti aspetto per parlarne nei commenti.

Marilena D'Ambro

Giornalista, blogger e webwriter. Scrivo per diversi blog tra cui: SEOchef, HostingVirtuale e LogicalDOC – Gestione documentale facile. Non inizio la mia giornata senza un buon caffè e una passeggiata immersa nella natura in compagnia del mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *