Vacanze in Grecia: Cefalonia e le isole Ionie.

Anche quest’anno le nostre vacanze hanno come meta la Grecia, partiamo verso le isole ionie con il desiderio di conoscere  la cultura, le tradizioni, la storia e lo stupendo mare di queste isole greche.

Il tour delle Ionie prevede una sosta a Zante, a Cefalonia e a Lefkada.

Come raggiungere le Ionie da Napoli

 Preferiamo l’aereo come mezzo di trasporto per i nostri spostamenti, partiamo da Napoli con Volotea in direzione di Zante, la prima delle tre isole da vedere.

Viaggiamo spesso con Volotea in estate, e prenotando molto tempo prima la vacanza riusciamo a risparmiare anche sul prezzo dei biglietti.

Consiglio, per chi come me organizza con molto anticipo i viaggi: la tariffa flex di Volotea permette con 14 euro a volo di garantire eventuali problemi, fornendoti gratuitamente il cambio volo o un voucher per un nuovo volo, in caso di annullamento del viaggio.

 

Cefalonia la maggiore delle isole ionie

Concentrerò il mio racconto sui giorni trascorsi a Cefalonia, non solo la maggiore delle Ionie ma dal mio punto di vista anche la più bella e suggestiva.

Come arrivare a Cefalonia

Raggiungiamo Cefalonia da Zante in traghetto, arriviamo al porto di Pessada con la corsa delle 9:45. Il traghetto, consiglio di prenotarlo tempo prima, noi ci siamo affidati ad un’agenzia locale, il rischio è di non trovare posto,per l’affollamento di agosto, come capitato a molti. Nel caso in cui, non sia agosto, cosa importante è arrivare mezz’ora prima dell’ imbarco, per prendere i biglietti  sul posto, Si crea sempre un po’ di fila. L’isola di Cefalonia è molto grande ed ha più porti: il porto di Pessada dove arrivano i traghetti da Zante, il porto di  Fiskardo dove arrivano i traghetti  da Lefkada, le distanze da un porto all’altro sono di circa 1 ora e 20 minuti in auto. Altro porto importante è quello di Sami che collega Cefalonia ad Itaca.

Consiglio: Nel caso in cui,come noi, dopo Cefalonia siete diretti a Lefkada, organizzatevi  con il noleggio auto in modo da prendere l’auto al porto di Pessada e lasciarla al porto di Fiskardo, costa circa 20 euro in più, ma evitate il taxi da Lixouri a Fiskardo che costa circa 70 euro.

 

Come muoversi a Cefalonia

Al porto di Pessada ci aspetta il referente  dell’agenzia di noleggio auto, anche questa prenotata tempo prima. Iniziamo il nostro viaggio in auto fino a Lixouri dove avevamo prenotato l’hotel Aura Boutique apprezzato da subito. Raccogliamo informazioni utili per muoverci sull’isola. Dalla mappa a prima vista le distanze sembrano impegnative. Una prima dritta interessante è quella di non fare tutto il giro dell’isola per raggiungere Lixouri, ma arrivare ad Argostoli e prendere un traghetto che collega ogni 30 minuti Argostoli e Lixouri. Comodo il collegamento in traghetto tra Argostoli e la penisola di Lixouri, si accorciano i tempi per muoversi nelle due parti dell’ isola, si può imbarcare la macchina, le corse sono puntuali e frequenti. Una soluzione che abbiamo usato di frequente anche per raggiungere la sera Argostoli per fare una passeggiata e visitare il piccolo centro.

Dove sono le spiagge più belle a Cefalonia?

Ricorrente è questa domanda, Cefalonia ha bellissime spiagge, tutte diverse tra di loro per struttura, per i fondali, per i colori delle acque. Provo a fare una mia personale lista delle spiagge più belle o assolutamente da vedere.

 

La spiaggia di Assos un vero incanto

Un piccolo isolotto legato alla terra ferma dove sorge il castello dell’isola, oggi un villaggio di pescatori.La spiaggia di Assos è molto piccola, se vi incamminate in un sentiero di cipressi e pini,  potrete scendere ed isolarvi in una caletta davvero bellissima, munitevi di maschere per fare snorkelling, il fondale merita di essere ammirato, ricco di pesci coloratissimi e ricci di mare. Rapiti dalla tranquillità e dalla bellezza del luogo, ci siamo fermati a pranzare in una delle taverne greche che si trovano su questo borgo colorato. Abbiamo scelto la taverna greca di Nefeli- Anait, a picco sulla spiaggetta, per mangiare pesce fresco. Passeggiata nella piazzetta del borgo, dove ci sono diversi negozietti di souvenir, uno dei più caratteristici è il The Lemon tree, dove mi sono persa nelle  borse di paglia, nelle pochette e nei bijoux con il caratteristico occhio greco, un simbolo portafortuna, impossibile per chi va in Grecia non acquistarne uno.

Foto di Antonella Apicella

 

La spiaggia di Myrtos.

La spiaggia di Myrtos è considerata una delle più belle al mondo, per i colori caratteristici, i suoi ciottoli bianchi e le acque azzurro cristallino. Una vera insenatura caraibica nel cuore delle isole Ionie. Confermo che è spettacolare, dall’alto si ammirano i colori l’insenatura in tutto il suo splendore,un paradiso incantevole La strada, per raggiungere la spiaggia  è costituita da una serie di curve,circa 15 minuti. Recatevi su questa incantevole spiaggia la mattina presto, per trovare facilmente parcheggio e anche un ombrellone. I ciottolini bianchi scottano tanto quando il sole è alto, il caldo è forte, ma è pur vero che passerete la maggior parte del tempo nelle splendide acque blu.  La spiaggia è attrezzata con  due file di ombrelloni,bagni e docce e  un chiosco per prendere un gelato, una bibita rinfrescante, uno yougurt greco.

Foto di Rosario Apicella

 

La Spiaggia Xi Beach

A sud di Lixouri un’altra spiaggia molto bella per i colori è quella di Xi Beach o anche detta  spiaggia rossa, per il colore caratteristico della sua sabbia. Una spiaggia  molto lunga per fare lunghe passeggiate e godersi degli spazi in totale solitudine. intorno c’è una scogliera di argilla, per fare dei fanghi, basta sciogliere l’argilla con le  mani bagnate e spalmarla sul corpo. Una vera spa a cielo aperto, un toccasana per la pelle subito liscia e levigata. Sulla spiaggia ci sono zone deserte, ma ci sono anche lidi attrezzati con ombrelloni, piccoli chiostri per fare una merenda, punti di water park e water sport.

 

La Spiaggia di Petani Beach

Meravigliosa è Petani beach nella zona di Luxouri,anch’essa in parte libera e in parte  attrezzata di ombrelloni e lettini ad un prezzo di 6€ al giorno. La spiaggia ha dei piccoli sassolini bianchi misti a sabbia e acqua cristallina. Intorno ci sono diverse taverne greche, abbiamo mangiato in una di quelle che si trovano proprio sulla spiaggia, Ksouras Tavern,  abbiamo gustato una Moussakà e del pesce grigliato. Ci siamo trattenuti fino al tramonto, infatti da Petani è possibile ammirare il tramonto più bello dell’isola di Cefalonia.

Foto di  Rosario Apicella

Per spezzare il tour delle spiagge non perdetevi  le cave di Melissani, si trovano nella località di Sami, è consigliato andarci di mattina, perchè solitamente sono molte affollate, il biglietto può essere acquistato sul posto ad un costo di 7€ per gli adulti e 4€ per i bambini. L’escursione consiste in un giro a bordo di una barca a remi tra acque cristalline che cambiano colore a seconda della luce che oltrepassa le cave, è possibile ammirare le rocce dai diversi colori, dal bianco al rosso.

foto di Rosario Apicella

La spiaggia di Agia Paraskevi

Agia Paraskevi nella zona di Sami, una spiaggia piccola dai colori tipici. Prima di accedervi c’è un giardino all’ombra di alberi da frutto con lettini dove è possibile rilassarsi in piena tranquillità, immersi nel verde alla vista di un panorama mozzafiato, acque turchesi e sassolini bianchi.

La spiaggia di Makris Gialos beach

Meravigliosa è  Makris Gialos beach una spiaggia di sabbia chiara e sottile, con fondale basso, attrezzata per il noleggio di ombrelloni e sdraio, dove è possibile anche fare sport acquatici, ci sono diversi bar e ristoranti. La spiaggia è molto lunga si presta per lunghe passeggiate, anche per evitare la folla, dato che è la più turistica e frequentata dell’ isola.

Sulla sinistra di Makris Gialos è possibile ammirare una spiaggia più piccola Platis Gialos beach, sono entrambe molto simili costituite da sabbia chiara e fondali bassi, le due spiagge sono separate da una piattaforma di cemento. Platis Gialos è sicuramente meno affollata e più tranquilla tra le due.

 

Cosa fare la sera a Cefalonia

Dopo un’intera giornata in spiaggia o in giro tra piccole calette trovate lungo il percorso,non resta che fermarsi a cena in qualche ristorantino o taverna per rilassarsi e godere delle specialità culinarie del luogo.

Ho stilato una lista di ristorantini carini, dove mangiare bene a Cefalonia, almeno secondo il mio gusto. 🙂

Psaraki una Locanda sul porto di Argostoli, dove abbiamo mangiato dell’ottimo pesce fresco. Ho ordinato un trancio di tonno gustoso, ho trovato qualità e prezzo veramente conveniente, da rilevare la tipica cordialità dei greci e un ottimo servizio.

La taverna Captain Nikolas posta nella penisola di Luxury, piuttosto nell’interno è una tipica taverna greca con vista sul mare, la proprietaria molto cortese ci ha servito pesce rigorosamente freschissimo, il  pescato del giorno fatto alla griglia con contorni di verdure dell’ orto. Infine Zibibbo all’interno del piccolo centro di Louxuri, simpatico e accogliente con il giardino all’ombra di una  pianta di melograno e con erbe aromatiche di decorazione sulle pareti. Anche in questo caso abbiamo mangiato pesce, ho assaggiato un salmone alla griglia condito con una salsetta all’arancia e contorno di verdurine saltate.  Non mancano piccoli antipastini di prodotti tipici.

Conclusione

Se stai per partire per le Ionie, facendo una tappa a Cefalonia ho messo insieme le notizie più salienti su tutto quello che c’è da sapere e vedere per trascorrere una vacanza serena immersi nella natura e nella tranquillità di questi posti. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *