Visitare Roma in autunno: consigli utili per un viaggio nella Capitale

L’autunno rappresenta un periodo perfetto per visitare Roma, perché non c’è il caldo asfissiante tipico dell’estate, e il brutto tempo (di solito) non si è ancora presentato. Climaticamente parlando, la Capitale a ottobre e novembre risulta una meta eccellente: i turisti possono girare in totale libertà ad ogni ora del giorno per godere delle numerose bellezze che ospita, senza dover stare a pensare al caldo eccessivo. Certo, la pioggia improvvisa potrebbe comunque rappresentare un piccolo ostacolo, ma non insormontabile: in fondo basta armarsi di ombrello e di un po’ di pazienza.

Roma, fontana di trevi

Ombrello in mano e giacca in spalla, dunque, ecco alcuni consigli per visitare Roma durante la stagione autunnale:

 

  • Attenzione alle offerte dei treni: è sempre necessario fare attenzione ai costi del biglietto del treno, e questo è un suggerimento che non conosce stagioni, valido dunque tutto l’anno. Ad esempio, sul portale Virail si possono trovare offerte per i treni da Milano a Roma, così come da altre città d’Italia, in modo tale da regalarsi un bel viaggio e al tempo stesso risparmiare sui costi. Risparmiando sul viaggio, inoltre, avremo più budget a disposizione per visitare la città (considerando mezzi per spostarsi, costi dei biglietti dei musei, eccetera).

 

  • Cosa vedere a Roma in autunno: le mete possibili sono tantissime, ma una città così grande come Roma impone un’obbligatoria selezione. Il suggerimento è di non rinunciare ai monumenti più famosi come il Colosseo e il Pantheon, e nella lista dei posti da visitare assolutamente troviamo anche i Fori Imperiali, la Basilica di San Pietro e la Fontana di Trevi. Con le temperature non troppo alte, potrete concedervi anche passeggiate più lunghe e visitare due (anzi tre, Via compresa) luoghi insieme: attraversando Via del Corso, ad esempio, passerete da Piazza del Popolo a Piazza Venezia in 15/20 minuti. Una camminata tra negozi, palazzi e chiese assolutamente da non perdere.

Roma Pantheon

 

  • Organizzarsi con gli spostamenti: purtroppo questo è un periodo particolare, perché a Roma sono in corso i lavori per la Metro B, e la tratta della stessa fra Laurentina e Castro Pretorio chiude i battenti alle 21:00. Dunque, è opportuno organizzarsi prima e sapere quali alternative sfruttare in termini di mezzi pubblici. Se è bel tempo ci si può spostare anche in bicicletta, mentre è sempre valida l’opzione del noleggio di un’automobile. Alternativa: ci si può spostare tramite sharing mobility, sfruttando i vari mezzi messi a disposizione dalle compagnie nella Capitale.

 

  • Dove mangiare (e cosa) a Roma: la Capitale abbonda di locali, di ristoranti e di trattorie, ma serve stare attenti ed evitare i posti con prezzi alti e con cucina mediocre, “modellati” per i turisti. Qui c’è un consiglio che i più esperti conoscono: meglio optare per le stradine e le viuzze, dove si trova la vera cucina romana. Per un pranzo o una cena veloce, invece, la pizza al taglio è la scelta migliore. In generale, comunque, dovreste provare i piatti tipici come la pasta alla carbonara o i saltimbocca alla romana. Per i vegetariani, invece, la scelta può ricadere sui carciofi alla giudìa. Altro consiglio: durante il vostro soggiorno a Roma, gustate almeno un gelato tra le vie più belle della città!

 

  • Come programmare un itinerario: tolti i grandi classici, Roma ospita migliaia di perle tutte da scoprire, anche se scarsamente sponsorizzate. Meglio studiare prima l’itinerario, senza dimenticarsi di includere alcuni luoghi tipici come l’Isola Tiberina e Villa Borghese, insieme al Giardino degli Aranci e al Colle del Gianicolo. In questo modo sfrutteremo tutti i giorni a nostra disposizione, cercando di visitare il più possibile una città tanto bella quanto grande. Prima di uscire dall’appartamento o dalla stanza d’albergo, quindi, cercate di avere già in mente quali posti visitare durante la giornata (o, perché no, anche durante la sera). E se non vi piacciono le file troppo lunghe (a chi è che piacciono, poi?), meglio prenotare prima i biglietti online per le visite ai musei.

 

  • Cosa non fare a Roma: mai comprare le bottigliette d’acqua nei chioschi, soprattutto in aree turistiche come San Pietro, perché costano tantissimo. Occhio ai ristoranti: quelli low cost in zone ricche di turisti sono da evitare. Inoltre, sarebbe meglio non scegliere un albergo troppo distante dal centro (o comunque da una fermata della metropolitana). Altre cose vietate: scattare foto alla Cappella Sistina, fare il bagno in una delle fontane, ordinare un cappuccino a fine pasto. Ok, quest’utlima cosa si può fare, ma un vero romano non la farebbe mai!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.