Alla scoperta di Lipari e delle sue spiagge

Lipari è l’isola più grande di tutto l’arcipelago eoliano, la sua superficie è di circa 37 km quadrati. L’arcipelago di origine vulcanica comprende due vulcani attivi: Stromboli e Vulcano, mentre tra le isole principali vanno ricordate Lipari, Panarea, Salina e Stromboli. 

Lipari oltre ad essere un’isola di scoperta dove godere di numerose  meraviglie architettoniche, naturali e di un paesaggio pieno di fascino è anche l’isola più sviluppata di tutto l’arcipelago dal punto di vista turistico. 

Lipari offre ogni tipo di attrattiva, da quelle mondane a quelle sportive, per questo è una meta adatta sia alle famiglie con bambini che ai giovani in cerca del divertimento notturno. Sono tante le cose da visitare sull’isola: chiese, monumenti, paesini, spiagge e paesaggi naturali da esplorare.

Eccone alcune delle cose da fare e vedere a Lipari.

Cosa vedere sull’ isola di Lipari 

Il Castello di Lipari

Il Castello situato proprio nel centro storico dell’isola maggiore, sopra rovine preistoriche e greche, è testimonianza di tutte le culture e i popoli che hanno occupato il territorio nei secoli. Appena sotto l’edificio ci sono la cinta muraria ed i quartieri di Marina Corta e Marina Grande.  Non si tratta di un vero e proprio castello ma di una cittadella fortificata di grande interesse storico e artistico, all’interno della quale si possono visitare anche la Cattedrale di San Bartolomeo, il Museo Eoliano “Bernabò Brea” e il Chiostro Normanno.

Cattedrale di San Bartolomeo

È il principale luogo di culto dell’isola di Lipari, appartenente all’ arcidiocesi di Messina. La sua costruzione fu portata a termine nel XVI secolo, una volta all’ interno la ricca arte decorativa della chiesa ti lascerà per qualche minuto con il naso all’insù nell’ assoluta contemplazione delle maestria degli artisti che l’hanno decorata.

Paesaggio del centro storico di Lipari

Ma la vista alla città non finisce qua, vi consigliamo di visitare il Museo archeologico Eoliano “Luigi Bernabò Brea”, che si suddivide in sei grandi aree: la sezione preistorica, la sezione epigrafica, la sezione classica, la sezione delle isole minori, la sezione vulcanologica, la sezione di paleontologia. Poi il Chiostro Normanno risalente al 1083, che solo nel 1978 fu riscoperto in tutta la sua bellezza e riportato al suo naturale splendore attraverso opere di restauro, grazie alle quali oggi possiamo notare alcuni capitelli raffiguranti animali mitologici, frammenti di affreschi e ampi tratti dell’antica pavimentazione.

La frazione di Quattropani

L’approdo principale sull’isola è quello da Marina Lunga, mentre Marina Corta è il piccolo e caratteristico approdo dei pescatori dell’Isola. Altra frazione da visitare è quella di Quattropani che si raggiunge facilmente dal porto, qui si può ammirare un fantastico panorama sul mare e sulla costa dell’isola. Ti consigliamo una volta arrivati in zona di andare alla ricerca del Belvedere di Quattrocchi, a circa quattro chilometri dal centro di Lipari, per un panorama unico da dove è visibile anche l’Isola di Vulcano con le fumarole del cratere.

Vista dall’ Osservatorio di Lipari 

Tra le cose che ti consigliamo assolutamente di fare c’è la visita all’osservatorio di Lipari. Raggiungendo la località di San Benedetto e arrivando poi all’ Osservatorio geofisico di Lipari, si può ammirare Vulcano e Vulcanello ed in lontananza le selvagge Alicudi e Filicudi.

Le spiagge dell’isola di Lipari 

Prima di partire alla scoperta delle spiagge più belle di Lipari devi sapere che gran parte di queste si raggiungono a piedi percorrendo sentieri e percorsi tra le montagne, ma la bellezza che ti aspetta varrà un po’ di fatica.

Percorso per raggiungere una delle spiagge di Lipari

Spiaggia di Canneto

Si trova a circa 3 km a nord dal centro di Lipari, sulla costa orientale ed è una spiaggia lunga e stretta per lo più formata da ghiaia, solo in minima parte mista con sabbia. Una spiaggia chiusa all’interno di una baia stupenda che regala anche la possibilità di immersione in un mare limpido. Una parte della spiaggia è attrezzata con ombrelloni e lettini mentre mentre un’altra parte è libera. 

Spiaggia Papesca

La zona delle cave di ossidiana e di pomice fanno da sfondo a questa spiaggia. La Spiaggia Papesca si trova sulla costa nord orientale dell’isola, la sua particolarità sta nel fatto che le sue acque limpide fanno da specchio al panorama bianco della costa. 

Spiaggia Porticello

La spiaggia Porticello, spiaggia particolarmente ghiaiosa, anche questa è caratterizzata dalla presenza di pomice bianca che veniva estratta nelle vicine cave di Capo Bianco.

Spiaggia di Vinci

Non si può ripartire da quest’isola senza aver visto la selvaggia Spiaggia di Praia Vinci incastonata nella punta meridionale di Lipari, una piccola spiaggetta che si raggiunge solo in barca dal porticciolo di Marina Corta. 

Spiaggia di Acquacalda

Il borgo di Acquacalda si trova sulla costa settentrionale dell’isola, e da nome alla spiaggia vicina. La spiaggia è per lo più ghiaiosa e merita assolutamente un’esplorazione.

Spiaggia Bianca

Considerata da molti la spiaggia più bella dell’isola di Lipari. Deve il suo nome al fatto che qui il mare è particolarmente caldo e di color turchese intenso. Dalla spiaggia si possono osservare dei pontili in passato usati per il trasporto dei materiali estratti dalle cave vicine.

Cosa mangiare a LipariGustoso piatto di linguine con pomodorino

Come in tutta la Sicilia anche a Lipari si possono gustare le prelibatezze tipiche della tradizionale cucina siciliana. Non può quindi mancare l’assaggio di un ‘arancina, dei ripieni e fritti siciliani, di un cannolo dolce o di qualsiasi altra bontà ti capiti tra le mani. Tra i posti dove mangiare sull’isola vi consigliamo “Il Corallo”, situato vicino al porto di Marina corta, qui si possono gustare i tipici piatti della gastronomia regionale, con la possibilità di portate senza glutine. Altro posto dove ti consigliamo di cenare o pranzare sull’isola è “La conchiglia” anche qui la cucina offre una grande qualità, con piatti tipicamente siciliani.

Come arrivare a Lipari

Il porto di Lipari è collegato con i maggiori porti italiani, ecco alcune possibilità per arrivare agevolmente sull’isola:

Traghetto con il quale raggiungere l'isola di Lipari

  • Traghetto o nave da Milazzo con viaggio di circa 2 ore, c’è anche la possibilità di aliscafo da Milazzo con tempo di viaggio di circa un’ora.
  • Nave (anche con trasporto auto) da Napoli, il collegamento è previsto solo alcuni giorni della settimana, a seconda della stagione. Da Napoli Lipari si può aggiungere anche con l’aliscafo ma solo in alcuni periodi dell’anno.
  • Aliscafo da Palermo con la compagnia SNAV solo in alcuni periodi dell’anno.
  • Da Reggio Calabria partono sempre  aliscafo per raggiungere velocemente l’isola.
  • Aliscafo anche da Salerno, solo nel periodo estivo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.