Cosa non può mancare nella valigia di un travel blogger

Ami viaggiare e hai trasformato la tua passione in un vero e proprio lavoro raccontando sul web le tue avventure in giro per il mondo. Per te che finalmente hai realizzato il tuo sogno e sei diventato travel blogger la partenza per una nuova esperienza di viaggio rappresenta un momento emozionante, ma al contrario di quello che potrebbe essere un viaggio di relax e di piacere, il fare la valigia per te può diventare fonte di ansia e preoccupazione, per il timore di dimenticare qualcosa di fondamentale. Importante è avere ben chiaro come organizzare lo spazio nel bagaglio e sapere esattamente cosa è necessario portare prima di partire per un viaggio di lavoro. Ecco quindi alcuni consigli utili e soprattutto pratici per evitare di trovarti nel bel mezzo di una nuova avventura e scoprire di esserti scordato qualcosa di veramente essenziale.

Cosa un blogger non deve dimenticare di mettere in valigia

Chi viaggia per lavoro o chi lavora per viaggiare non può limitarsi mai ad inserire in valigia quello che per tutti è il necessario per godersi un lungo periodo di vacanza, ma al contrario deve essere preparato ad ogni evenienza e avere in valigia tutto quello che un lavoro da blogger travel fatto bene richiede. Vediamolo insieme. 

 

  • Primi tra tutti l’attrezzatura fotografica: macchina fotografica professionale, schede di memoria, treppiedi, teleobiettivi. L’esperienza di un viaggio si comunica non solo attraverso le parole, ma anche con foto ed immagini. Anche una telecamera Go Pro può essere utile: a differenza della semplice macchina fotografica ti potrà aiutare a rendere foto e filmati ancora più reali e personali.

 

  • Indispensabile il cellulare ed il carica batteria. Ormai il telefono cellulare è diventato un vero e proprio strumento di lavoro, che permette di scattare foto e video, ma soprattutto serve per accedere in tempo reale a tutti i social media. I social ormai vengono utilizzati da un’enorme fetta della popolazione mondiale e sono diventati uno dei maggiori mezzi per aumentare la visibilità grazie alla condivisione in tempo reale di ciò che stai vivendo di bello e brutto durante la tua avventura.

 

  • Quaderno per appunti e penne: servono per documentare ogni minimo aspetto del viaggio, per scrivere le sensazioni che suscita un luogo, per prendere appunti su mappe, percorsi, notizie, pensieri.

 

  • Abbigliamento e scarpe comode: non puoi assolutamente trovarti a dover affrontare tratti di percorso su sentieri, rocce o in zone montuose senza la giusta attrezzatura. Rischieresti di essere in difficoltà e di dover rinunciare ad una parte del viaggio che ti sei prefissata. Quindi nel bagaglio trova assolutamente un posto per scarpe da trekking, giacche antivento, cappello per la pioggia, e pantaloni comodi per camminare.

 

  • Computer portatile: indispensabile per utilizzare programmi di grafica, scaricare foto, organizzare le prime stesure dei testi dedicati al blog. Per viaggiare è perfetto un mini pc fanless, cioè un pc costruito senza la ventola di raffreddamento, perché garantisce prestazioni di qualità e con le sue dimensioni ridotte è adatto ad essere portato in valigia.

 

  • Una guida cartacea: anche se ormai tutte le informazioni sono reperibili tramite internet, una guida cartacea ti può servire in caso di connessione assente o addirittura per implementare le informazioni di cui sei già in possesso.

 

  • Kit dei medicinali: non possono mai mancare, soprattutto se si viaggia all’estero.

 

Il bagaglio perfetto si crea con l’esperienza. È questa la prima cosa che devi riconoscere quando ti appresti ad intraprendere un viaggio, ed è una regola che vale per chiunque, dal semplice turista a chi ha fatto del viaggiare il proprio lavoro principale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.