In Romagna torna un evento unico al mondo: l’Arena delle Balle di Paglia

Romagna non è solo quella di cui abbiamo parlato finora, quella turistica, quella blasonata. La Romagna in realtà ha tante sfumature, è composta da luoghi molto diversi tra loro. Oltre al mare, ai borghi di collina, ai paesaggi palustri e alle città d’arte, esiste anche una zona meno conosciuta ma altrettanto bella, sopratutto in estate e primavera, dai toni gialli, verdi e rosa. Si tratta della Bassa Romagna, spesso maltrattata dal meteo a causa di nebbia e afa, però dove la gente è vera, creativa, ama le proprie origini contadine ed è accogliente. Qui oggi si respira profumo di terra, di campagna, di genuino, nonostante per tanti anni sia stata e sia tuttora una pianura molto sfruttata. Voglio oggi raccontarvi di una grande festa che ogni anno torna, da nove anni, in mezzo a queste zone così fuori dagli itinerari di massa: l’Arena delle Balle di Paglia di Cotignola, una festa che aspetto sempre con grande trepidazione.

Cos’è l’Arena delle Balle di Paglia?

Devo dire la verità: l’Arena delle Balle di Paglia è una festa difficile da spiegare tanto è unica. Si tratta di 6 giorni di eventi musicali, poesia, arte legata al territorio, in una atmosfera dalla narrazione speciale. Dove? Ecco, questa è la cosa particolare: l’Arena viene costruita ogni estate nelle anse golenali del Senio, nei pressi del paesino di Cotignola, dove il Canale Emiliano Romagnolo incontra il fiume e un antico canale dei mulini. In questo contrasto di acque e terra viene allestito dai volontari un grande anfiteatro naturale fatto di 1200 balle di paglia. I veri protagonisti, assieme alla natura, sono i volontari dell’Associazione Culturale Primola e non solo: artisti, poeti, architetti, scenografi, cantanti, ma anche tutti coloro che partecipano a questo evento immerso nella natura. Credo che questo video, trailer del film che parla dell’Arena che verrà presentato a breve, sia perfetto per spiegare meglio il carattere dell’evento, la sua anima.

Trailer del Film dell’Arena delle Balle di Paglia

Il programma dell’Arena delle Balle di Paglia

Quest’anno il programma si basa sul tema: “Felliniani e filosofi di campagna”.

  • Giovedì 13 Luglio. Si comincia con spiegazioni e risate: “Scusate, ma cosa vuol dire “Felliniani e filosofi di campagna”? Alle 20, al Ridotto Balle i famosi attori comici romagnoli Vito e Maria Pia Timo verranno intervistati dal primo passante spiegando di cosa parlerà l’Arena 2017. La stessa sera verrà presentato il film che racconta l’Arena, del bravissimo regista emergente Marco Morandi. A seguire vi sarà la proiezione di Amarcord, intitolata “Se Fellini guardasse Amarcord da qui”.
  • Venerdì 14 Luglio. Sarà possibile vivere un concerto dalle 24 aspettando le luci all’alba, fino alla colazione tutti assieme.
  • Sabato 15 luglio. Arriva “Fellini visto da Gianfranco Angelucci”, amico e collaboratore del grande regista. A seguire, la tranquilla campagna romagnola verrà travolta dal ritmo del Circo Paniko.
  • Domenica 16 luglio. In collaborazione con l’Emilia Romagna Festival saranno sul palco principale dell’Arena i Panculturalworldmusic ensemble per un mix di Jazz, musica coreana e musica classica.
    Lunedì 17 luglio. Arriva alla Golena dei Poeti il simpatico Bob Corn, che canta in inglese e racconta la campagna emiliana in italiano. Sul Palco Arena ci sarà Luisa Cottifogli per il concerto racconto del mendicante Rumì.
    Martedì 18 Luglio. Il 18 si prosegue con un “Canto sul moscone di Primola”. Moscone? Sì, su un laghetto normalmente chiuso al pubblico aperto per l’occasione. Alle 22 ci sarà il concerto di chiusura dell’arena con i Veeblefetzer. Finito il concerto si prosegue con la oramai tradizionale Asta delle balle di paglia.
  • Tanto altro. Oltre a questi spettacoli e a tanti altri in programma, ogni sera potrete visitare il Villaggio dei teatri Mobili, la casa della fotografia, arte di terra e fiume, la golena dei morti felici, (dove potrete inventarvi il silenzio), il bar delle acacie e l’arena dei bambini.

Arena delle Balle di Paglia

Come arrivare all’Arena delle Balle di Paglia.

Innanzitutto dovete raggiungere Cotignola, in Romagna in provincia di Ravenna. In auto per arrivare a Cotignola potete uscire dall’A14 a Faenza, se arrivate dall’A14 bis invece potete uscire a Cotignola, Lugo o Bagnacavallo e seguire le indicazioni prima per il paese poi per la festa. In treno è più complicato perché ce ne sono pochi ed è difficile il rientro in tarda serata. Se lo avete, puntate sul navigatore sul Campo Sportivo di via Cenacchio, dove è possibile parcheggiare. Da lì sono 1200 passi lungo una carraia che passa in mezzo ai campi, illuminata il minimo che serve. Esiste un servizio navetta per chi ha mobilità ridotta.

Mangiare all’Arena delle Balle di Paglia

All’Arena è disponibile qualcosa da mangiare, anche per celiaci. Non si tratta del classico stand romagnolo di cucina tipica, ma in Romagna è impossibile non trovare qualcosa di buono. Inoltre, nei dintorni ci sono tantissimi ristoranti rinomati che richiamano gente da tutta la zona dove fare una tappa.

Dormire vicino all’Arena delle Balle di Paglia

La zona è costellata di piccoli deliziosi B&B, alcuni dei quali molto vicini alla zona dell’Arena delle Balle di Paglia, tanto da poter raggiungerla direttamente a piedi. Se venite da lontano, pernottare qua è sicuramente la soluzione giusta!

Io sarò sicuramente là, se pensate di venire ci vedremo di persona!

Michela Mazzotti

Consulente Web Marketing Turistico & Copywriter. Mi chiamo Michela e mi occupo dal 2012 di Web Marketing Turistico, come consulente e docente. Oltre a questo, lavoro prevalentemente come Project Manager creando strategie di Web Marketing per strutture turistiche ed enti. In passato ho gestito ed organizzato diversi Blogtour per la promozione della destinazione. La mia passione per la scrittura e lo storytelling mi hanno fatto crescere ogni giorno di più come copywriter. Mi occupo direttamente anche di E-mail marketing e conosco a fondo lo strumento LinkedIn. Sono una viaggiatrice per passione e scrivo per diversi Travel Blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *