Arezzo cosa vedere: una piccola “bomboniera” toscana

Una delle particolarità che rende la Toscana una tra le regioni italiane più amate e apprezzate all’interno dello Stivale e all’estero, riguarda le sue cittadine: tutte i piccoli centri toscani sono abbastanza piccoli, ma offrono luoghi d’interesse storico e culturale al pari, spesso anche di numero maggiore, rispetto alle grandi metropoli.

In quest’ottica oggi voglio parlarti di una cittadina davvero affascinante Arezzo da vedere assolutamente e almeno una volta nella vita, spesso poco considerata rispetto alle altre provincie toscane: Arezzo, un territorio che seppur consta poco più di 100 mila abitanti, è colma di bellezze paesaggistiche e storiche da visitare assolutamente.

Arezzo cosa vedere: tre tappe fondamentali per il tuo viaggio

Cosa vedere Arezzo: Piazza Grande

bellissima vista di piazza grande alla luce di giornoLa Piazza Grande di Arezzo, conosciuta anche come Piazza Vasari, può essere considerata come una delle piazze più belle d’Italia, grazie alla capacità di donare un’atmosfera di relax e armonia.

Tante sono le costruzioni e monumenti che si affacciano sulla piazza, come ad esempio il Palazzo Tofani, la Torre dei Lappoli, il Palazzo ornato dalle suggestive Logge del Vasari o il Palazzo della Fraternità dei Laici, caratterizzato da una facciata realizzata in perfetto stile gotico.

Passeggiando nella piazza è possibile scorgere anche edifici religiosi, come la Pieve di Santa Maria o edifici politici o il Palazzo del Tribunale.

Piazza Grande è conosciuta nel mondo anche grazie alla tradizionale Giostra del Saracino, evento che si svolge due volte l’anno e che viene ripreso anche da Roberto Benigni nel suo film “La vita è bella”.

Il Duomo di Arezzo

Il Duomo di Arezzo si trova sulla sommità della collina cittadina, al di sopra della Piazza Grande. Questa costruzione, completata dopo il 1500, fu dedicata a San Donato, patrono della città. La sua particolarità risiede nel fatto che la Cattedrale, grazie alla sua imponente mole, è visibile da qualsiasi parte della città.

Da ammirare è sicuramente il campanile ma anche le tre navate interne, le vetrate istoriate del Marcillat e la Maddalena di Piero della Francesca non sono da meno. Quando si passeggia all’interno della struttura, un senso di appartenenza storica e culturale ti sconvolge l’animo, tanta la bellezza.

Arezzo cosa visitare: Il Museo Nazionale di Arte Medievale e Moderna

Tra i tanti musei presenti ad Arezzo, quello certamente da visitare è il Museo Nazionale di Arte Medievale e Moderna. Il Museo si trova all’interno dell’affascinante Palazzo Bruni Ciocchi, il che rende l’intera visita ancor più suggestiva ed emozionante.

Sempre all’interno del museo, è possibile ammirare una vastissima collezione di dipinti firmati da artisti aretini e antiche maioliche provenienti da tutte le province italiane: una vera esplosione di fascino per gli occhi di un turista.

Queste sono solo tre delle tantissime opportunità che Arezzo offre ai propri turisti, il consiglio è passare un weekend in questa provincia toscana per vedere tutto e avvolgersi nell’atmosfera medievale, magari concedendosi una pausa ammirando il bellissimo paesaggio verde e sorseggiando un buon bicchiere di vino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *