Bolzano: cosa vedere e fare in città e nei dintorni

Bolzano, capoluogo del Trentino Alto Adige, è una città dall’ atmosfera rilassata, ordinatissima e silenziosa.

Meta ideale per chi ama lo sci e i mercatini di natale in inverno o la tranquillità della montagna d’estate. La sua altitudine varia dai 232 metri ad un massimo di 1.616 metri dal livello del mare. Una città con centro storico visitabile in poco tempo, anche un giorno. Ma sono tanti luoghi di interesse e i monumenti da visitare anche nei suoi dintorni. 

Se vi trovate in Trentino Bolzano è una meta che assolutamente non potete trascurare. Ecco la nostra lista di cose da vedere assolutamente a Bolzano.

Tetti del centro storico di Bolzano

 

Duomo di Bolzano 

Il Duomo di Bolzano è una delle prime cose da vedere in città, situato in Piazza Walther è visibile sin da lontano grazie al suo tetto colorato in verde e oro. La struttura fu danneggiata gravemente dai bombardamenti della seconda guerra mondiale ma proprio durante i lavori di ristrutturazione, successivi alla guerra, furono rinvenute sotto la pavimentazione le fondamenta di altre tre chiese. Infatti, la cattedrale di Bolzano, sorge sui resti di tre chiese: la prima è la chiesa più antica di epoca paleocristiana e risale al IV secolo d.C., un’altra di epoca altomedievale si colloca intorno al VIII secolo e la terza di epoca romanica è del XI secolo d.C. La struttura attuale, dedicata a Santa Maria Assunta, è l’edificio religioso più importante della città, la sua costruzione risale al 1420 ed è un importante esempio di stile tardo gotico. Dall’ esterno si può ammirare la torre campanile, alta 65 metri, aggiunta alla struttura nel 1517, il rivestimento di marmo rosso e giallo con elementi gotici, il portale e la porticina del vino dove un tempo i vignaioli erano autorizzati a vendere il vino. Mentre, all’interno della chiesa si possono vedere degli affreschi originali della bottega di Giotto che una volta ricoprivano tutto l’interno, un pulpito gotico e l’altare in marmo policromo del 1720 tutte cose che meritano di essere ammirate. Inoltre, ai piedi del campanile c’è il Museo del Duomo, dove sono custoditi tutti gli oggetti più preziosi che testimoniano un passato di particolare ricchezza della città.

Piazza delle Erbe a Bolzano 

Piazza delle Erbe si trova nel centro storico di Bolzano, da qui si diramano due strade: quella che va verso i portici e via Museo che conduce al museo archeologico di Bolzano. Dal 1925 tutti giorni, tranne i festivi la domenica e il sabato, questa piazza ospita il colorato mercato di frutta e verdura della città. Una passeggiata tra i vicoletti che fiancheggiano la piazza, tra le sue bancarelle dove acquistare qualche prelibatezza del luogo è tra le cose da fare assolutamente a Bolzano, è il modo migliore per respirare l’atmosfera più autentica della città.

Al centro della piazza si può ammirare la Fontana di Nettuno eretta nel 1777 dove prima sorgeva la gogna pubblica per i contadini. Classificata tra le 100 fontane più belle d’Italia, chiamate dai bolzanini “Gabelwirt” ovvero “oste con la forchetta”. La fontana è formata da una base in marmo sulla quale è posta la figura del Dio del mare, con il mano il tridente, ai piedi della statua una struttura in bronzo formata da delfini e conchiglie. Prima di allontanarvi dalla piazza date uno sguardo al palazzo neogotico all’angolo con Via Museo dove troverete una targa che ricorda l’albergo “Al Sole”, dove soggiornarono Goethe, Mozart e l’Imperatore Giuseppe II. Da Piazza delle Erbe ci si può dirigere verso i portici, la via più antica di Bolzano, un vicolo pedonale da sempre cuore dello shopping. 

I portici di Bolzano

Sotto i portici ci sono dei locali che anticamente fungevano sia da abitazione che da bottega, la loro particolarità stava nel fatto che si sviluppano per almeno tre livelli sottoterra e proprio nei livelli inferiori era conservata la merce dei mercanti. Oggi questi dagli antichi magazzini medievali, tipicamente larghi meno di 4 metri, mantengono la loro struttura originaria grazie anche a delle ristrutturati coscienziose che hanno tutelato l’aspetto storico di questi ambienti, quindi, in boutique, negozi, bar e ristoranti si possono ancora vedere stucchi, affreschi e in alcuni casi porzioni del muro romanico originale che racchiude il nucleo storico di Bolzano, come ad esempio nel vicoletto del civico 51. 

Passeggiando in questa zona si possono inoltre ammirare le decorazioni gotiche e barocche del vecchio Municipio di Bolzano, e l’antico mercato del pesce dove sono conservati ancora i banchi di marmo originali.

Museo Archeologico a Bolzano

Percorrendo la via Museo da piazza delle Erbe, nel cuore del centro storico di Bolzano, si raggiunge il Museo Archeologico dell’Alto Adige. Museo in cui è custodito Ötzi, l’uomo dei ghiacci. Una mummia di un uomo vissuto in queste zone più di 4.000 anni fa formatasi in modo naturale e scoperta nel 1989 da dei turisti. L’uomo di Similaun, luogo in cui fu scoperto, è unico nel suo genere e con tutto il suo equipaggiamento intatto: abiti, faretra, bisaccia, e vari utensili ci racconta una storia millenaria. Oltre alla famosa mummia il museo documenta in modo molto dettagliato la storia di questi luoghi, dal Paleolitico in poi, fino all’Alto Medioevo.

Il Museion di Bolzano

Il museo di arte contemporaneo fondato nel 1985. Sebbene la sua architettura moderna sembra cozzare con lo stile classico della città la sua arte e la sua modernità sono un valore aggiunto. L’edificio ospita sia mostre temporanee che allestimenti tematici da collezione, il Museion è un luogo d’arte si dall’esterno, infatti, la stessa facciata esterna funge da luogo di esposizione, dove vengono proiettati video, foto e animazioni.

Al museo si accedere con il biglietto dal costo di 7 euro, ridotto € 3. 50, mentre gli orari di apertura sono: dal martedì alla domenica dalle 10:00 alle 18:00, ogni giovedì c’è l’apertura prolungata dalle 10:00 alle 22:00.

La Funivia del Colle a Bolzano

Questa funivia è la più antica del mondo, fu inaugurata nel 1908 da un albergatore altoatesino. Da quel momento la funivia è il mezzo più usato e caratteristico per raggiungere la località di Colle. Una volta arrivati in cima si può partire alla volta di escursioni fuori Bolzano, tra sentieri di montagna con vista sui ghiacciai e le Dolomiti. In soli 7 minuti la funivia permette di raggiunge la vetta e guardare la città di Bolzano dall’alto, sicuramente un’esperienza da fare.

lago da vedere nei dintorni di Bolzano

Castel Firmiano di Bolzano

Castel Firmiano sorge su di una grande roccia dalla quale domina sia la valle e che Bolzano: una posizione strategica e panoramica. Gli abitanti della regione sono molto legati a questo luogo, oltre che per il suo valore storico, anche perché nel 1957 fu teatro delle proteste degli sudtirolesi che chiedevano l’autonomia da Trento. 

Rencio e Santa Maddalena a Bolzano

Rencio è la zona vinicola di Bolzano, una zona collinare che si raggiunge con una piacevole escursione a piedi dal centro della città: una passeggiata in questi posti permette non solo di conoscere e visitare le aziende vinicole del territorio ma soprattutto di godersi una gita in una zona bellissima con panorami unici. Nel vitigno di Santa Maddalena si produce il vino rosso ‘La Schiava’ e proprio in questa zona si trova la tenuta Loacker, dove la visita prevede anche degustazioni su appuntamento. Oltre al vino e al paesaggio da cartolina magnific a Rencio c’è anche altro da vedere come la chiesa romanica di Santa Maddalena, edificata nel 1295, dove sono custoditi ancora affreschi realizzati tra il 1200 e il 1400: una piccola perla del territorio.

Lago Di Carezza a Bolzano

Chiamato anche ‘Lec de Ergobando’, o lago dell’arcobaleno in lingua ladina, si trova a circa 25 km da Bolzano, in Val d’Ega, ed è uno dei laghi naturali più famosi e spettacolari del Trentino Alto Adige. Il Lago di Carezza è un bacino naturale immerso in una foresta di abeti rossi e bianchi, legni pregiati da cui si ricavano ancora oggi violini. Le sue dimensioni variano a seconda della stagione: in inverno il lago si ghiaccia misurando 6 metri di profondità mentre in primavera quando i ghiacci si sciolgono la sua profondità arriva ai 17 metri. Lo spettacolo che vi troverete davanti lascia senza fiato: nell’acqua del lago si specchiano le Dolomiti che si innalzano tutto intorno, proprio ai riflessi della natura circostante nelle sue limpide acque deve il nome di lago arcobaleno. Il nome di lago arcobaleno è legato anche alla leggenda della sirena Ondina, che narra che il lago fosse abitato da una bellissima sirena e di uno stregone innamorato che creò un arcobaleno sul lago per attirare l’attenzione dell’innamorata ma Ondina spaventata si immerse in acqua per non uscirne più, lo stregone amareggiato e sconfortato frantumò l’arcobaleno in mille pezzi che caddero nelle acque del lago. 

I mercatini di Natale di BolzanoMercatino di Natale Merano

Bolzano come tutta la regione dell’Alto Adige è famosa per i suoi mercatini di Natale. Sono cinque le città altoatesine, ognuna con una diversa atmosfera, dove è possibile visitare i caratteristici mercatini: Merano, Bressanone, Brunico, Vipiteno e ovviamente Bolzano. Le città sono tutte abbastanza vicine tra loro, quindi, si possono visitare più mercatini in un solo giorno.

Se capitate a Bolzano durante la stagione invernale non potete non visitate non visitarne almeno uno, con le tipiche casette di legno e l’atmosfera di festa vi conquisteranno. I mercatini di Natale vengono organizzati ogni anno dal venerdì che precede la prima domenica d’Avvento fino all’Epifania, restando aperti tutti i giorni.

Dove dormire a Bolzano 

Una città tranquilla dove trascorrere una vacanza all’ insegna del relax in tutti i periodi dell’anno, ma anche abbastanza cara. Ovvio che la possibilità di un viaggio dal budget ridotto non è impossibile se si evitano i periodi di alta stagione e si prenota con largo anticipo. Le strutture ricettive in città, e nei dintorni, sono tante e includono b&b, agriturismi immersi nella natura e alberghi con tutti i comfort.

Si può quindi decidere di alloggiare in un elegante hotel in stile Liberty risalente al 1910 come il “ Parkhotel Laurin” situato nel cuore di Bolzano, a 200 metri dal Duomo, circondato da uno splendido parco. Oppure si può alloggiare in una struttura come l’ ”Hotel Colle Kohlern” a 1.130 metri sul livello del mare, a 3 minuti a piedi della funivia che conduce alla conca di Bolzano, una struttura che offre viste panoramiche sulle Dolomiti, una piscina, un centro benessere, una vasca idromassaggio, e una biblioteca dove trovare libri in lingua inglese, tedesca e italiana per un relax totale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.