Come organizzare un viaggio, consigli pratici

Quando si sta pensando di affrontare un viaggio senza rivolgersi ad una agenzia di viaggio poco importa se si esperti viaggiatori o principianti esploratori quello che importa è avere una giusta organizzazione. Indispensabile è avere un elenco che ci ricordi le cose da fare, preparare o da portare con noi. Soprattutto se è la prima volta che ci si  lancia nell’avventura di organizzare un viaggio da soli non si può fare a meno di create una lista con le cose da non dimenticare, quindi, prima cosa in questi casi è sedersi intorno ad un tavolo, con le persone con le quali si partirà, e scrivere nero su bianco tutto quello di cui si ha bisogno e tutto quello che è il caso di fare.

Se siete tipi ansiosi non fatevi prendere dal panico, è vero le cose da pensare sono tante, soprattutto se dovete organizzare un viaggio in Giappone, a Cuba oppure in luoghi lontani in cui servono documenti e vaccinazioni per poter entrare nel paese ma con la giusta organizzazione non c’è ostacolo che non si possa superare.

organizzare un viaggio: mappe e tourTipo di viaggio e meta

Sembra un punto banale, da dover dare per scontato, se sei arrivato a leggere questo articolo ma la primissima fase di un viaggio è l’immaginazione. Un viaggio è preceduto dal piacere di pensarci in quel luogo, su quella spiaggia o in quella città. Tutto questo però deve essere poi trasportato alla realtà e non sempre sogno e realtà sono conciliabili. Sono molte le cose da tenere in considerazione, ad esempio, se le tue ferie corrispondano proprio al periodo di piogge torrenziali, monsoni o altre calamità climatici spiacevoli nelle zone che vorresti visitare. Quindi, comunica a mettere su carta i tuoi desideri e a verificare la loro possibile corrispondenza con la realtà in modo da essere sicuri che il viaggio tanto sognato possa essere realtà senza troppi imprevisti. Per rendere tutto più semplice all’inizio tieni conto delle seguenti variabili:

  • Badget
  • Periodo e tempo di viaggio (in che periodo e quanti giorni di ferie hai?)
  • Condizioni fisiche

Prenotare e programmare

Le prenotazioni in anticipo sono sempre quelle da preferire, perché permettono di avere tutto organizzato nei minimi dettagli mesi prima della partenza e in alcuni casi garantiscono delle buone tariffe con possibilità di risparmio vantaggioso. E il last minute? La verità è che aspettare l’ultimo minuto per prenotare non è una buona idea perché è assolutamente vero che le occasioni possono esserci ma non sono una regola. Le probabilità di risparmiare con prenotazioni dell’ultimo minuto sono basse, potremmo aver pagato un prezzo conveniente un volo senza avere un alloggio e all’ultimo minuto non poter più tener conto dell’aspetto economico perché si ha bisogno di un posto dove dormire; immaginate di aver trovato un volo last minute super conveniente per la Thailandia ma all’ultimo minuto non riuscite a trovare un alloggio, conveniente o meno, pensate che questo sia ancora il viaggio dei vostri sogni da non lasciarvi scappare?

Una situazione completamente diversa potrebbe essere rappresentata da un viaggio itinerante che presuppone tappe e spostamenti continui, come organizzarsi in questo caso? La scelta più adatta è prenotare in anticipo hotel e tutti i mezzi di trasporto per i grandi spostamenti (quindi aerei e treni per lunghe tratte) e acquistare poi sul luogo i biglietti per gli spostamenti locali o più brevi e variabili. Ovviamente per questo tipo di viaggio sarebbe meglio avere un po’ di praticità con gli spostamenti, e se non si è un esperto viaggiatore, quanto meno è bene avere una grande voglia di viaggiare e non lasciarsi bloccare dagli imprevisti.

Documenti

Documenti per un viaggio: il passaporto e carta d'identità Soprattutto se state pensando e organizzando un viaggio fuori Europa avere i documenti tutti in ordine è indispensabile. La domanda da porsi nel momento in cui si sta organizzando un viaggio è: ‘il mio passaporto è ancora valido?’ Bene, prima cosa assicuratevi in tempo che il vostro passaporto sia valido per l’intera durata del viaggio. Informatevi riguardo le leggi in vigore nel paese dove vi state recando in materia di documenti, ci sono paesi che vogliono un passaporto valido per un certo numero di mesi a partire dalla data di arrivo, altri invece che chiedono un passaporto che scada dopo un determinato tempo dopo la permeanza nel paese, ad ogni modo fare una ricerca ed evitare imprevisti è la cosa migliore.  Un’azione molto pratica e utile è quella di fotocopiate e scannerizzare tutti i documenti più importanti come i passaporti, i biglietti, le email di conferma di prenotazione degli hotel, potrebbe essere in alcuni casi una premura utile.

Vaccinazioni

In alcuni casi sono necessarie. Ci sono malattie infettive che sono state debellate in Italia decenni fa, tuttavia è necessario effettuare vaccinazioni specifiche per alcune mete di viaggi all’estero. In alcuni paesi, non necessariamente lontanissimi dal nostro, sono ancora attivi virus e patologie endemiche che possono colpire i viaggiatori anche se ci si ferma nel luogo per brevi periodi di tempo, ne consegue che le vaccinazioni sono necessarie per poter effettuare alcuni viaggi. A seconda della meta che si vuole raggiungere è importante verificare quali tipologie di vaccini o di profilassi mediche è bene seguire, per cercare di prevenire il contagio.

Organizzare itinerari e visite

Organizzati i passaggi iniziali è possibile dedicarsi a programmare le cose da fare giorno per giorno durante il viaggio. Ora che hai deciso la destinazione, e sei a conoscenza di quali documento e  vaccinazioni è utile avere, puoi passare a programmare destinazioni, itinerari, mezzi di trasporto, tempi e budget quotidiano.

Prendi in mano il programma generale del viaggio e inizia a dettagliare ogni spostamento, partenza e visita. Questa è la fase in cui vanno analizzati e decisi:

  • Interessi
  • Itinerari
  • Guide turistiche
  • Mezzi di trasporto minori
  • Flessibilità

È questa la fase in cui leggere blog e pagine web che danno informazioni sulla città che stai per visitare. Ora sei pronto ad annotare tutti i monumenti di maggior interesse, ad informarti se ci sono mostre particolare ed uniche da non lasciarsi scappare durante il periodo di viaggio e annotare tutte le informazioni riguardo i mezzi di trasporto locali: ore, tariffe, spostamenti, eventuali giorni di stop ecc. Insomma è la fase in cui si tocca con mano il proprio viaggio, che ti permette di capire concretamente che tipo di viaggio stai intraprendendo. Ricorda di essere flessibile, se bene in questa fase ci sarà la voglia di annotare quante più cose possibili da vedere concentrandole tutte in poco tempo e con tempi ristretti, ricorda che l’itinerario è da considerarsi flessibile, ci sono da tenere i conto i possibili imprevisti che fanno parte del viaggio ma tieni conto anche che viaggiare e visitare un luogo non è solo passare da un museo all’altro, lasciati del tempo libero in cui goderti la città, fare un giro tra i negozi ed osservare il modo di vivere degli abitanti del posto.

Preparare la valigia

Cose da non dimenticare quando si prepara la valigia per un viaggioPreparare la valigia è tra i momenti più stressanti dell’organizzazione di un viaggio. L’unica cosa da chiedersi è di cosa si avrà davvero bisogno, sono quelle le uniche cose da mettere in valigia. Per decidere cosa portare è utile tenere in considerazione cosa si visiterà e portare con sé i vestiti più adatti ai tipi di itinerari scelti, importante è anche organizzare la valigia in base a quanto tempo si resterà in viaggio, e soprattutto bisogna informarsi sulle condizioni meteorologiche previste durante il tuo viaggio. Ad ogni modo è sempre consigliabile portare in valigia abiti comodi e preferire outfit a strati, definiti anche a ‘cipolla’, che permettono di aggiungere o levare facilmente un indumento in base alle esigenze.

Durante la preparazione della valigia bisogna ricordarsi anche di oggetti utili come un piccolo phon da viaggio, in genere gli hotel ne forniscono sempre uno ma è meglio informarsi se le strutture nelle quali alloggerai lo prevedono; altra cosa da considerare è che tipo di adattatore per prese elettriche portare e mettere in valigia, ovviamente non vanno poi dimenticati tutti i caricabatterie di cui si avrà bisogno.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *