Cosa vedere a Cadice: perla dell’Andalusia tra storia e spiagge

vista di cadice dalla sua spiaggiaInsieme a Granada e a Siviglia, Cadice è una delle città della Andalusia. Più schiva rispetto alle altre illustri e sfavillanti città spesso non è annoverata negli itinerari che propongono viaggi in questa zona della Spagna. E invece Cadice è una perla rara, il suo centro storico vale sicuramente la pena di essere ammirato anche se si ha a disposizione un solo giorno o poche ore. L’ anima del posto è visibile negli occhi dei suoi abitanti e nella loro accoglienza, Cadice non ha mai dimenticata i secoli in cui è stata città perno per il commercio spagnolo.

È da qui che Amerigo Vespucci, nel 1497, parte per il suo primo viaggio verso il nuovo mondo, da qui hanno il via anche il secondo e quarto viaggio verso l’America di Cristoforo Colombo. Il porto di Cadice è stato il più importante per i traffici tra Spagna e nuovo Mondo. Dopo la scoperta della America Cadice ha conosciuto un grande sviluppo in quel momento era la città più ricca e cosmopolita dell’intera Spagna, il suo declino ha inizio con la perdita delle colonie americane da parte della corona spagnola.

La storia di questa città ha origini molto antiche, fu fondata dai fenici ben 3000 anni fa con il nome di Gadir, la sua lontanissima fondazione la rende una delle città più antiche d’Europa. L’atmosfera che si respira a Cadice è davvero unica, una perfetta combinazione tra le antiche origini fenicie e la moderna realtà multiculturale. Il mare è al centro di tutto, le sue spiagge sono tra le più belle dell’Andalusia e le cose da vedere sono per la maggior parte vicine alle coste.

Il modo migliore per visitare il centro storio di Cadice è lasciarsi guidare dal cuore e andare dove ci portano i piedi senza farsi troppe domande. Piena di stradine e di piazze ognuna con qualcosa da raccontare, vale davvero la pena perdersi tra le sue vie.

Ti trovi in questa città e non sai da dove cominciare? Vediamo insieme cosa visitare a Cadice anche se si è qui solo di passaggio per poche ore o un solo giorno.

Cattedrale nuova di Cadice

Mura della cattedrale di cadiceLa sua cupola dorata, simbolo della città, sovrasta lo scenario di case bianche. Conosciuta anche come Cattedrale di Santa Croce sul Mare con il suo interno imponente è un mix tra lo stile barocco spagnolo e neoclassico, una tappa imperdibile soprattutto per la visita al suo campanile dal quale si può ammirare tutto il panorama della città. Adiacente alla cattedrale c’è la chiesa di El Sagrario, in origine la Cattedrale Vecchia, costruita nel tredicesimo secolo, nel 1602 fu ristrutturata secondo lo stile rinascimentale.

Plaza de Topete

Una delle piazze più frequentate, cuore pulsate della città, acquista importanza anche per la sua vicinanza al grande e caratteristico mercato centrale.

Torre Tavira

Si trova vicino a Plaza de Topete. È la più alta e antica torre di guardia della città dalla sua sommità si può godere di un panorama unico che dà verso l’oceano. È la Torre più alta delle molte che si trovano in città, tutte costruite nei secoli dai commercianti locali per avvistare la propria nave che rientrava piena dall’America.

Teatro Romano di Cadice

Scoperto per caso nel 1980 dopo un incendio che distrusse alcuni vecchi magazzini, mostrando costruzioni che dopo alcuni studi furono classificate come fondamenta di edifici medievali. Andando avanti con gli scavi è stato scoperto l’antico teatro romano intatto per gran parte. È il secondo più grande teatro romano al mondo dopo il teatro di Pompeo a Roma.

Castello di San Sebastian

Castello di CadiceIl Castello di San Sebastian risale al XVIII secolo ed è uno dei castelli più antichi e importanti della Spagna. Situato su una piccola isola in fondo alla spiaggia di Caleta, non è in mare aperto perché collegata alla terraferma tramite un pontile. Possiede una torre di guardia risalente all’epoca musulmana. La posizione suggestiva contribuisce senza dubbio alla sua bellezza.

Plaza de Mina

Considerata la più bella piazza di Cadice di grande valore storico e artistico, qui si trova il Museo di Cadice, ovvero, il Museo Archeologico, dove si possono osservare numerosi oggetti e manufatti che raccontano la storia della città, i più antichi risalgano a tremila anni fa. Numerose sono le opere di Rubens e di Eugenio Hermeso del quale molto ammirata è la sua “ragazza in calze”.

Le spiagge di Cadice

spiaggia di cadiceNon si può lasciare questa città senza una visita ad alcune delle sue bellissime spiagge. Alcune si trovano proprio nel cuore della città, non bisogna spostarsi, e sono luoghi molto amati dagli abitanti che le hanno sempre preservate. Grazie a questo oggi godiamo ancora del loro stile originario senza hotel o strutture simili che rovinino l’atmosfera. Di seguito le spiagge più famose da vedere:

  •  Playa de la Caleta, ha ottenuto la “Bandiera Blu” per le sue acque sempre calme.
  • Playa de la Palma, che si nasconde in una posizione riparata.
  • Playa de Santa María del Mar, un lungo tratto di costa sabbiosa in un ambiente più urbanizzato.
  • Playa de la Victoria
  • Paseo Maritimo.
  • Playa de la Cortadura La spiaggia più lunga della città.

Cosa mangiare a Cadice

Cadice è famosa anche per la sua gastronomia e per una serie di piatti buonissimi. Tra tutti non si può non assaggiare la tortilla di gamberi. Da provare anche le famose tapas, tipici stuzzichini usati come antipasti ma che hanno così tante varianti da poter comporre un’intera cena. Molto piatti tradizionali della città vedono al centro varietà diverse di pesce e frutti di mare, molte sono le zuppe di pesce che si possono gustate, famosa è frittura di pesce di Cadice. Tra glia altri piatti da provare c’è la Gazpacho una zuppa fredda composta da: pomodori maturi, peperone verde, cetriolo, aglio, olio extravergine d’oliva, e aceto di sherry.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *