Cosa visitare a Barcellona: i posti da vedere assolutamente

Arrivati a Barcellona sono tante le cose da vedere, ti sarai chiesto quanti giorni possano bastare per vedere tutta la città ma credo non ci sia una risposta univoca a questa domanda, perché i luoghi di interesse sono così tanti che a volerli vedere tutti non basterebbero neanche 10 giorni.

Tra le attrazioni più singolari di Barcellona sono le sue case, impossibile camminare per le strade e non notare i molti palazzi imponenti e bizzarri che decorano con un tocco di originalità molte strade del centro città. Addirittura si può scegliere di seguire un interessante tour dedicato esclusivamente alle case di Barcellona, ecco quelle più famose:

  • Casa de la Papallona (Casa fajol)
  • Casa de les Punxes, che occupa un intero quartiere
  • Casa Cervellò-Giudice
  • Casa Figueras
  • Casa Amatler
  • Casa Milà, conosciuta come La Pedrera

Ma oltre alle case ci sono molti monumenti da visitare, eccone alcuni da includere assolutamente in un itinerario, così che anche in pochi giorni potrai  visitare i maggiori luoghi della città.

La Rambla

Vista dall'alto della Rambla strada principale di Barcellona

In lingua spagnola “Las Ramblas” è una delle prime cose da vedere arrivati a Barcellona, uno dei simboli della città Spagnola. La Rambla è la via principale di Barcellona lunga più di un chilometro, una passeggiata su questa strada è una delle cose che vi capiterà di fare più spesso durante il vostro soggiorno nella capitale catalana. Una strada viva e popolata dai turisti, gente del posto e artisti di strada in ogni ora del giorno e della notte, uno luogo dal grande fascino nel centro di Barcellona. Lungo la Rambla si trovano molti edifici e attrazioni come il Museo delle Cere. Si può decidere se iniziare la passeggiata dalla zona mare o passando sotto il Mirador di Colombo oppure da Placa de Catalunya, in qualsiasi direzione decidiate di andare questa strada regala sorci unici.

La Sagrada Familia di Barcellona

Chiesa principale di Barcellona: la Sagrata Familia

Davvero un’opera straordinaria, rientra a pieno titolo tra le cose da vedere assolutamente a Barcellona, un simbolo della città e della cristianità di questo paese. Consacrata solo recentemente dopo bene 127 anni dagli inizi dei lavori, infatti, il 3 marzo del 2010 l’arcivescovo di Barcellona annunciò ufficialmente la consacrazione della chiesa che venne consacrata dal papa Benedetto XVI il 7 novembre del 2010. La Sagrada Familia venne progettata da Gaudì come un bosco, le colonne hanno forma di alberi e proprio come questi si diramano in tanti rami che sostengono la struttura. Le facciate esterne sono dedicate alla passione di Gesù, sono raffigurate molte scene della sua vita dalla nascita fino alla morte, con particolare rilevanza alla sua sofferenza e alla crocifissione. Una volta completata la Sagrata Familia sarà l’edificio religioso più alto d’Europa, a far arrivare il monumento all’ altezza record sarà la Torre di Gesù Cristo, l’aver progettato questa zona della chiesa come quella più alta ha sicuramente un valore simbolico.

Mercato de la Boqueria

Il colori del mercato coperto di Barcellona

La Boqueria è il più grande mercato alimentare coperto di Barcellona e della Spagna, situato al numero 91 della Rambla. È formato da un grande edificio in ferro dove trovare qualsiasi tipo di prodotto in più di 300 bancarelle. Tra le cose che maggiormente stupiscono ed incantano di questo mercato è la bellezza dei chioschi, la disposizione dei prodotti, i profumi ed i colori che invadono la struttura. Nella zona del mercato de la Boqueria una volta c’era il convento di San Josep, successivamente alla distruzione del convento, fu costruita una grande piazza con un colonnato entro al quale si stanzio il mercato, solo nel 1840 che il mercato venne coperto.

Il Barrio Gotico di Barcellona

Una delle stradine nel quartiere gotico di Barcellona

È la zona più viva e colorata della capitale catalana piena di librerie, negozi di antiquari, bar e ristorantini che accendono le stradine di questo quartiere a tutte le ore del giorno della notte. Il Barri gotic può essere definito centro della movida di Barcellona. Per godersi al pieno l’atmosfera di questa zona la cosa migliore è passeggiare senza itinerario preciso tra le sue strade che sembrano fare da eco e raccontare le origini romane e greche di questo quartiere. Molte le cose da vedere tra le sue strade, da non dimenticare che proprio qui c’è il Carrer Montcada sede del Museo Picasso.

 

 

 

Casa BatllóFacciata della casa Batlò conosciuta come casa Gaudì

Opera illustre di Antonio Gaudi che sorge a Barcellona al civico 43 del Passeig de Gràcia, conosciuta anche come “casa Gaudì”. Una delle opere più originali del celebre architetto, dichiarata patrimonio dell’umanità dell’UNESCO nel 2005. Nel 1904 Battlò affidò a Gaudi l’incarico di rinnovare questo palazzo acquistato nella zona in cui viveva tutta la borghesia catalana. Nel 1907 i lavori erano terminati e avevano modificato l’aspetto dell’edificio, quel edificio rettangolare stretto e lungo apparentemente senza nessuna bellezza e particolarità divenne il palazzo più bello e originale della zona. La facciata principale venne completamente rivoluzionando, ampliando il cortile centrale ed elevando l’edificio di due piani rispetto alla costruzione originale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *