Fregola sarda: le ricette della tradizione

La fregola sarda, conosciuta anche come fregula, oppure ‘sa fregola’, come viene chiamata in sardo, è un formato di pasta di semola tipica della Sardegna, dalle origini antiche. La fregola che si presenta come piccole palline secche e croccanti, è ottenuta dalla lavorazione della semola di grano duro con l’acqua tiepida e sale che viene poi fatta tostare in forno.

Un prodotto dalla storia antica, il suo nome ha origini latine e le prime testimonianze di questo alimento si possono far risalire al decimo secolo d.c. In alcuni documenti del 1300 è stato scoperto che la sua preparazione seguiva indicazioni precise, infatti, secondo quanto riportato in questi scritti doveva essere preparata solo dal lunedì al venerdì e mai nel week end. Anche se la fregola è un alimento tradizionale della Sardegna, oggi è facile trovarla in qualsiasi supermercato, quindi non ci resta che capire come prepararla.

Come si cucina?

La fregola dall’ aspetto molto simile al couscous, tanto da essere conosciuta anche come il cuscus italiano, si cuoce esattamente come cucinereste una porzione di pasta: non ci vuole altro che acqua bollente in cui lasciarla cuocere. 

Anche se molto spesso la fregola è fatta cuocere con il proprio condimento, viene quindi spesso risottata. La fregola come quasi tutte le varianti di pasta assorbe benissimo il condimento e si può cucinare in molti modi, è adatta sia per essere cotta nelle minestre che per essere assaporata in piatti asciutti.  Protagonista di molti primi piatti sardi, con ricette più o meno semplici, molte le ricette che vedono la fregola abbinata a frutti di mare, pesce o verdure. 

Ricette con la fregola 

Come già detto non c’è che l’imbarazzo della scelta, ma noi ti propone tre ricette proprie della tradizione sarda che vedono la fregola abbinata a tre diversi sapori.

Fregola sarda con arselle

Ricetta della fregola sarda con le telline
Arselle, telline

Sicuramente la ricetta più conosciuta è quella della fregola con le arselle. Preparazione originale della tradizione sarda, ma cosa sono le arselle? Vi confesso che l’ho scoperto da poco anch’ io, non sono altro che le telline che in Sardegna vengono chiamate arselle.

Attenzione a non confondere le arselle, telline, con le vongole, sebbene possano sembrare molto simili non può sfuggire la differenza della loro forma: la vongola ha una forma più arrotondata mentre la tellina ha bordi a forma di triangolo.

Ricetta con vongole
Vongole

Ora non resta che preparare questo gustoso piatto, mettiamoci all’ opera.

Ingredienti:

  • 250 g di fregola sarda
  • 1 kg di arselle 
  • 300 g di pomodori pelati
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 2 spicchi d’aglio
  • prezzemolo, sale e pepe q.b.

 Preparazione:

1.Per prima cosa lava e pulisci bene le arselle: vanno prima sciacquate sotto l’acqua corrente e poi vanno lasciate in una bacinella con acqua leggermente salata per qualche ora. Trascorso questo tempo scola e metti le telline in una casseruola, su fiamma medio-bassa, per farle schiudere. Quando saranno pronte metterle da parte e raccogliere in una ciotolina il sugo che si sarà formato durante la cottura.

2. A questo punto trita aglio e prezzemolo e falli soffriggere in una casseruola con un filo d’olio per due-tre minuti, poi unire i pomodori pelati. Fai andare in questo modo il sugo per qualche minuto. 

3. Dopodiché aggiungere la fregola, va messa direttamente nella pentola in cui stai facendo cuocere i pomodori, e il liquido che si era formato con la cottura delle arselle. 

4. Lascia cuocere per circa un quarto d’ora, unendo le arselle solo negli ultimi minuti di cottura. A questo punto impatta e gusta.

 

Fregola sarda con verdure

Il primo piatto vegetariano della tradizione sarda, facile e veloce da preparare, ma soprattutto ottimo da gustare. Vediamo come preparare in casa questa ricetta.Verdure d'aggiungere alla fregola

Ingredienti

  • 400 gr di fregola sarda
  • 2 zucchine
  • 1 melanzana 
  • 2 carote
  • 1 patata
  • 1 cipolla
  • olio d’oliva q.b
  • sale e pepe q.b

Preparazione:

1. Prima cosa da fare è pulire e tagliare a cubetti tutte le verdure. Dopo aver fatto questo in una padella aggiungere olio e la cipolla tritata. 

2. Dopo alcuni minuti aggiungere alla cipolla tutte le altre verdure tagliate, aggiustare di sale e lasciar cuocere il tutto.

3. In una pentola fai bollire dell’acqua, in cui va aggiunto del sale, quando l’acqua è arrivata a temperatura cala la porzione di fregola. Lasciala e scola la fregola quando non è ancora del tutto cotta, aggiungerla alle verdure terminando la cottura insieme, se necessario aggiungere dell’acqua possibilmente quella in cui precedentemente hai cotto la fregola.

4. A cottura terminata se preferisci aggiungi foglie di basilico e formaggio grattugiato. Lascia riposare il tutto un paio di minuti e servi in tavola.

Fregola sarda con salsiccia 

L’ultima originale ricetta che ti proponiamo vede la fregola abbinata alla carne, una ricetta spesso preparata in Sardegna. Un primo piatto della tradizione sarda molto saporito, gustoso e veloce da preparare, ideale anche per le occasioni speciali.

Ingredienti 

  • 400 gr di fregola
  • 1 cipolla
  • 120 gr di salsicce
  • 700 ml circa di brodo vegetale
  • pecorino q.b
  • olio extravergine d’oliva q.b
  • sale e pepe q.b

Procedimento:

1.Taglia finemente la cipolla e falla rosolare in una padella con dell’olio. 

2. Poi prendi la salsiccia e dopo averla sgranata aggiungila alla cipolla, a questo punto lascia rosolare.

3. Dopo che la cipolla e la salsiccia si sono rosolate aggiungere la fregola nel tegame e lascia tostare per qualche minuto, mescolando continuamente il tutto.

4. Dopodiché aggiungere il brodo nel tegame e lascia cuocere per 20 minuti. Quando la fregola è cotta e il sugo appare cremoso, né troppo liquido né troppo brodoso, spegni il fuoco aggiungi il pecorino e lascia riposare. Dopo qualche minuto il piatto è pronto,  porta a tavola e gusta.

Variante

Una variante molto amata e altrettanto gustosa di questa ricetta prevede anche il pomodoro. Una variante molto facile da realizzare, infatti, basta aggiungere un po’ di pomodori pelati nel tegame nel momento in cui si aggiunge la salsiccia e lasciar cuocere come abbiamo visto sopra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.