Ravello in Costiera Amalfitana: cosa vedere e cosa mangiare

Ravello in Costiera Amalfitana è uno dei tanti siti e delle tante città che popolano questo paradiso terrestre incastonato tra mare e cielo che chiamiamo Costiera Amalfitana. Ravello si trova in provincia di Salerno e gode di una vista panoramica sulla costa sottostante che è da far perdere il fiato. Ma per chi preferisce una versione di Ravello mare, può godere delle bellissime spiaggie di questo comune che sembrano delle vere e proprie riserve naturali per l’infinita bellezza. 

Quindi se vi trovate in Campania e vi state chiedendo: “Cosa vedere in Costiera Amalfitana” non potete non passare per Ravello. 

Storia di Ravello

Le prime notizie che abbiamo di questa splendida città risalgono intorno al IX secolo quando entrò a far parte della Repubblica Marinara di Amalfi. E proprio ad Amalfi deve il suo nome. Infatti questa città costiera pur essendo sotto il dominio di Amalfi si ribellò a quest’ultima per mostrarsi fedele ai Normanni. E per questo motivo le fu attribuito il nome di Rebello dal quale derivò Ravello. In poco tempo Ravello divenne uno dei più ricchi centri di attività commerciali, economiche e culturali. Inoltre proprio la fedeltà ai Normanni premiò questa terra che venne nominata nel 1086 Sede vescovile dal Papa Vittore III, divenendo direttamente dipendente dalla Sede Romana. Purtroppo con il tempo perse in parte il suo prestigio, quando molte famiglie gentilizie si trasferirono a Napoli, città che stava diventando il più grande centro di potere e prestigio del Sud. Dalla fine del XVIII e l’inizio del XIX artisti e stranieri riscoprono la bellezza incantata di Ravello che ad oggi resta uno dei posti da visitare in Costiera Amalfitana.

Cosa vedere a Ravello: 10 posti da visitare

Visitare Ravello è una delle cose che bisogna fare almeno una volta nella vita. Una città che mostra il suo lato gioioso e colorato nei mesi primaverili ed estivi ma non perde la sua celestiale bellezza nemmeno nei mesi più freddi. Un posto da visitare sempre e in ogni giorno dell’anno. Oltre alle bellissime ville di Ravello, il visitatore può lasciarsi conquistare dalle sue stradine caratteristiche, i borghi medievali, i monumenti storici oppure dedicarsi a bellissime escursioni nel verde. Ora dedichiamoci a Ravello e cosa vedere!

1 Duomo e Piazza Vescovado

Tra i monumenti storici di Ravello non può mancare la visita al Duomo che è una delle costruzioni più antiche d’Italia, infatti risale al 1086. Nei secoli ha subito diverse modifiche e rifacimenti, ma continua a mantenere la sua bellezza originale. Questa magnifica struttura al suo interno custodisce oggetti rari e di straordinaria bellezza, oltre ad affreschi, dipinti e mosaici di grande valore. In particolare all’interno del Duomo troverete la Cappella di San Pantaleone al cui interno è custodita l’ampolla con il sangue del Santo che si liquefa ogni luglio in occasione dell’anniversario del suo martirio. Un’altra attrazione da non perdere è il Museo dell’Opera, nella cripta della chiesa che raccoglie un prezioso patrimonio che testimonia l’antica dignità episcopale della città e la Pinacoteca dell’arte medievale e moderna, che custodisce quadri dal sedicesimo al diciannovesimo secolo. Dopo la visita al Duomo godetevi una bella bevanda fresca a Piazza Vescovado, che è anche la piazza principale della città.

2 Villa Rufolo 

Le ville a Ravello sono molto diffuse, ma una delle più belle in assoluto è Villa Rufolo. Questa villa di Ravello è davvero un gioiello. La sua entrata principale è a Piazza Vescovado e fu costruita dalla famiglia Rufolo nel XIII secolo ed è a tutti gli effetti un polo d’attrazione turistica sia per i suoi straordinari giardini terrazzati, con creazioni naturalistiche dalle forme geometriche più diverse ma anche per il suo valore artistico e architettonico. Un cammino suggestivo e storico durante il quale attraverserete la Torre di Ingresso, dove vi lascerete rapire dalle statue che rappresentano le stagioni, fino ad arrivare al bellissimo chiostro in stile Moresco. In ordine troverete, la Torre maggiore che è una costruzione imponente proprio per testimoniare la forza e il prestigio della famiglia Rufolo, il pozzo dove Wagner ebbe le sue visioni che espressero poi tutto il suo genio creativo, il Belvedere che è un giardino che offre una vista mozzafiato e la Cappella che spesso ospita anche mostra di arte.

Le ville di Ravello, Villa Rufolo

3 Villa Cimbrone

Un’altra villa di Ravello che non potete non visitare è Villa Cimbrone. Negli anni è diventata un Hotel e un luogo per ricevimenti, ma i giardini sono aperti al pubblico. Iniziate il vostro tour con l’ammirare il chiostro e il pozzo coperto, nel mezzo del cortile. Lasciatevi rapire dalle ampie arcate e colonne che scandiscono il vostro cammino fino ad arrivare alla Terrazza dell’Infinito, che è uno dei più belli Belvedere della città, scandita da una serie di busti di marmo. Finite il vostro tour tra le altre meraviglie di questa villa, concludendo con il giardino delle rose dove troverete anche una copia del David di Donatello.

Ravello, Villa Cimbrone

4 San Giovanni del Toro

E’ una delle chiese più antiche e solenni di Ravello che venne costruita da uno dei mercanti benestanti. E’ una chiesa molto suggestiva, con al suo interno diversi affreschi che ritraggono momenti della vita cristiana. Una chiesa che conferma il grande attaccamento religioso e cristiano della città e merita di essere visitata.

Ravello Italia

5 Il Museo del Corallo

Ravello è sempre stata una città marittima e come tale questo museo conferma quella che era la merce più preziosa che passava per questa città. Il Museo nasce nel 1986 per opera di Giorgio Filocamo che ha esposto gli oggetti antichi e di prestigio tramandatagli dalla sua famiglia di corollari.

Ravello a Salerno

 

6 Santa Maria a Gradillo

E’ una piccola chiesa situata dentro le rocce che è ancora meta di pellegrinaggi religiosi. Le varie ristrutturazioni esterne hanno lasciato poco delle sue origine Romaniche, ma all’interno la chiesa appare come alle origini.

Chiesa a Ravello

7 Monastero di Santa Chiara 

Santa Chiara è la compatrona di Ravello e a questa Santa è dedicata una basilichetta in stile romanico molto Ravello cosa visitaresuggestiva. E’ una delle tante chiese che si trovano a Ravello, che confermano quanto questa terra sia stata sempre investita da un forte spirito religioso proveniente dalle famiglie cattoliche e cristiane che hanno soggiornato e imposto il loro potere in questa meravigliosa città.

 

8 Auditorium Oscar Niemeyer

Costruito nel 2011 prende il nome dell’architetto brasiliano che lo ha ideato. Una costruzione all’altezza del Festival della Musica che questa terra ospita ogni anno. E in questo auditorium si esibiscono musicisti internazionali e anche le più famose compagnie di danza.Inoltre non di rado questa struttura diviene spazio per esibire mostre scultoree e lavori artistici.

Il Festival della Musica, meglio conosciuto come il Ravello Festival che si svolge in questo fantastico Auditorium, è un appuntamento musicale e culturale che comprende manifestazioni di musica classica, di cinema, di letteratura e di varie arti e ospita artisti di fama internazionale. Ogni anno i più grandi esponenti della musica organizzano dei corposi programmi della durata di mesi, in cui con appuntamenti e giorni stabiliti e in diversi luoghi di Ravello, mettono in piedi spettacoli sensazionali, che lasciano davvero senza fiato per la bellezza della scenografie e degli artisti. Ovviamente questo evento è dedicato a Richard Wagner, uno dei più importanti e grandi compositori della storia mondiale, innamorato di Ravello, il quale in questo luogo ha trovato l’ispirazione per alcune delle sue migliori composizioni.

Ravello cosa vedere in un giorno

9 Il Borgo di Ravello

Il centro storico di Ravello, le sue stradine caratteristiche, l’atmosfera incantata e magica che si respira la sua bellezza incastonata in un tempo senza fine, fanno di questa città una delle meraviglie della costiera Amalfitana. Per questo vi consigliamo di percorrere Ravello a piedi e soffermarvi sul suo bellissimo centro storico che è anche patrimonio dell’UNESCO. E non dimenticate di fermarvi ai piccoli negozi artigianali di ceramiche che incontrate nel vostro cammino e portare via con voi un souvenir. 

Cosa vedere a Ravello

 

10 Spiagge

La spiaggia del Castiglione è la spiaggia ufficiale di Ravello lunga circa 112 metri e chiusa in tre lati dall’alta scogliera ma è una delle spiagge più belle e l’acqua è limpida e pulita. La spiaggia del Carusiello che è molto piccola e si accede o da una villa privata oppure la si può raggiunge con un’imbarcazione, via mare. Infine c’è la spiaggia della Lama ‘a Secca il cui accesso a piedi avviene tramite due ville private, per questo anche in questo caso è possibile accedervi solo via mare. Queste tre spiagge sono tre gioiellini, da vedere assolutamente.

Mangiare a Ravello

Ravello come Amalfi e come i restanti comuni della Costiera Amalfitana, sono luoghi in cui la cucina è ottima e di grande qualità. Un pò come la cucina della Campania, che si sa è tra le migliori al mondo. Ci troviamo in una città che affaccia sul mare quindi optate per piatti di mare e ovviamente a base di pesce, sia caldo che freddo. Non potete assolutamente perdere questi piatti:

  • i calamari farciti o grigliati: un piatto classico con calamari pescati freschi e cotti su una griglia e serviti con un filo d’olio oppure i calamari farciti con una deliziosa pappina di pane raffermo, formaggio e spezie e infine passati a forno.

 

  • le insalate di pesce: un piatto fresco e freddo composto da un insieme di tipologie di pesce diverse come gamberi, polipetti, polipo, cozze, vongole, salmone, tonno e altri ancora, serviti insieme e conditi con un filo d’olio, di limone e un pò di sale.

 

  • le alici: da consumare fritte nel tipico cuoppo, oppure le alici imbottite con un composto umido di pane raffermo, prezzemolo, pecorino o altri formaggi e olio evo, cotte al forno e  impanate nel pane grattugiato. Oppure le classiche alice marinate, ben spinate e condite a crudo con olio e aglio.

 

  • i paccheri alla rana pescatrice: un classico primo piatto con i “paccheri” un tipo di pasta tipico regionale cotto insieme alla rana pescatrice, un pesce buonissimo, preparato in una salsetta appena rosata con olio, aglio e pomodoro, che andrà a condire il nostro primo piatto.

 

  • gli spaghetti o le linguine ai frutti di mare: un primo piatto apprezzato in assoluto da tutti, sia campani che stranieri. I frutti di mare più utilizzati sono le cozze, le vongole, i fasolari, le capesante, i datteri di mare i canestrelli e le ostriche. Il pesce e la salsina che decorerà il nostro piatto e quasi sempre sfumato con un ottimo vino bianco, che arricchisce il sapore di questo primo piatto.

Accompagnata il vostro pasto con un vino campano DOC, un buon aglianico e una buona falanghina sarà perfetta per accompagnare i vostri piatti.

Impiattare gli spaghetti alle vongole e pomodorini

Ravello cosa vedere in un giorno

Ravello in Costiera Amalfitana è davvero un gioiello, o per meglio dire, Ravello è un gioiello dell’Italia. Una terra meravigliosa che ipnotizza il turista per la sua quasi divina bellezza. Per questo motivo anche se passate per Ravello solo per un giorno vi proponiamo una breve visita così da poter immergervi anche se poco nella sua magia. Quindi se vi state chiedendo cosa vedere in un giorno a Ravello vi consigliamo le tre tappe che non dovete assolutamente saltare: Il Duomo e la Piazza Vescovado, la Villa Rufolo e il Borgo di Ravello. Queste sono i tre luoghi e monumenti che non dovete perdere per essere conquistati da questa perla di città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.