Visitare Civita di Bagnoregio, la città che muore

Civita di Bagnoregio è un comune della provincia di Viterbo nel Lazio, situato nella valle dei Calanchi e fondata nel 2500 quasi sicuramente dagli etruschi. Viene definita la città che muore poiché sorgendo su una collina argillosa di tufo e a causa dell’erosione a cui è sottoposta dagli agenti atmosferici la collina nel tempo purtroppo sarà destinata a franare causando la perdita definitiva di ciò chè è Civita di Bagnoregio, anche se c’è da dire che l’attuale amministrazione del Lazio si sta attivando fortemente per ottenere maggiori tutele per questa magnifica città.

 

 

Civita di Bagnoregio come arrivare

Civita di Bagnoregio si trova proprio al centro della Tuscia viterbese, la città può essere raggiunta sia in treno che in auto:

  •         Per raggiungerla in treno bisogna fermarsi alle stazioni più vicine che sono Orvieto e Viterbo, una volta arrivati ci sono molti collegamenti tramite bus che portano direttamente alla città.
  •         Per raggiungerla in auto se si proviene da sud Italia bisogna percorrere l’autostrada A1 ed uscire al casello Orvieto e poi proseguire per Bagnoregio, mentre se si proviene da nord bisogna sempre immettersi nell’A1 con direzione Roma, prendere poi l’uscita Orte e percorrere l’uscita Bagnaia/Montefiascone, strada provinciale Teverina direzione di Bagnoregio.

Se siete in auto non potrete raggiungere direttamente Civita di Bagnoregio con il mezzo, poiché è collegata da un ponte di cemento in cui possono circolare solo i pedoni, è possibile però lasciare l’auto in appositi parcheggi a pagamento poco distanti da Civita e poi proseguire a piedi.

Civita di Bagnoregio cosa vedere

Visitare il borgo è un’esperienza unica a partire dall’ingresso dove bisogna percorrere il lungo ponte dove si può ammirare lo splendido spettacolo delle valli erose dall’acqua e dal vento, se soffrite di vertigini l’impresa potrebbe essere ardua ma lo spettacolo dall’altro lato ne vale la pena. Per visitare la città c’è bisogno di un piccolo ticket nei giorni feriali di 3€ mentre nei festivi e il mese di agosto 5€.

civita di bagnoregio cosa vedere

Visitando le stradine del borgo è possibile imbattersi in alcune delle case ancora abitate dai dieci abitanti che popolano ancora la città. Per accedere si passa per la porta Santa Maria l’unica delle cinque porte ancora rimaste, una volta entrati potete fermarvi a visitare la chiesa di San Donato costruita in stile romanico custodisce al suo interno un crocifisso in legno del 1400 che viene portato in processione il venerdì santo. Molto suggestivo da visitare sono i resti della contrada Carcere che sprofondò a valle nel 1695 in seguito ad un terremoto. Civita di Bagnoregio è inoltre famosa per aver dato i natali a San Bonaventura, di cui si può ancora visitare la casa, di cui purtroppo a causa dei crolli resta solo una scala in ferro non agibile poiché sospesa nel vuoto. Suggestiva da visitare la grotta di San Bonaventura dove si narra che San Francesco d’Assisi guarì un bambino malato a cui il santo per augurargli una pronta guarigione disse “Bona Ventura”, il bambino era San Bonaventura.

Cosa visitare nei pressi di Bagnoregio

Spostandosi in auto è possibile visitare nei pressi del borgo:

  •         Il castello di Bolseno e il lago
  •         La città di Orvieto
  •         Il parco dei mostri di Bomarzo

Siete mai stati in questo suggestivo borgo? Cosa ne pensate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *