San Gimignano: il piccolo borgo medievale dalle mille sorprese

Tutte le mete Toscane sono caratterizzate da una bellezza naturale, da un lato contornata da panorami verdeggianti e dall’altro intrisa di leggende e racconti storici che fanno di ogni luogo, un posto magico in cui passeggiare.

Nel nostro lungo itinerario in Toscana, oggi, ci soffermiamo su di un piccolo comune Italiano con 7780 abitanti in provincia di Siena: San Gimignano.

Il piccolo centro è stato dichiarato dall’UNESCO, Patrimonio dell’umanità per la sua caratteristica architettura medioevale che si riesce a scorgere ancora prima di entrare in paese.

Si tratta sicuramente di uno degli esempi meglio riusciti di organizzazione urbana dell’età comunale, con le sue alte mura in difesa dei cittadini e le torri imponenti e bellissime, riconosciute anticamente come simbolo di Manhattan del medioevo.

affascinante immagine delle torri di san gimignano

Nel periodo d’oro del Comune le torri erano 72 tra le quali anche case-torri costruite per ogni famiglia benestante dell’epoca, nel 1580 ne restarono 25 ed oggi ce ne sono solo 13.

La più antica è Torre Rognosa, la più alta è Torre del Podestà o comunemente conosciuta come Torre Grossa ovvero di quasi di 54 metri.

San Gimignano è caratteristica anche perché è posta su di un’alta collina nella Val d’Elsa, e infatti è difficile che ti capiti di visitarla, come può accadere per altri centri urbani toscani, poiché è collocata abbastanza fuori mano rispetto alle grandi metropoli della regione.

San Gimignano: cosa vedere

bella immagine della piazza principale di san gimignanoSan Gimignano, come d’altronde tutti i piccoli centri cittadini della Toscana nei dintorni di Firenze, Siena e Pisa, è caratterizzata da un’atmosfera fuori dal tempo.

Percorrere le sue stradine e i suoi parchi, passeggiare tra i suoi palazzi antichi e respirare quell’aria pulita, tipica solo di luoghi che non conoscono l’inquinamento e il caos, è come tornare indietro nel tempo a quando la vita era molto più semplice.

Da non perdere

  • Duomo di San Gimignano: differentemente dal Duomo di Firenze, quello di San Gimignano è caratterizzato dalla semplicità della facciata romanica del XII secolo ma non per questo meno bello;
  • La Cappella di Santa Fina a San Gimignano costruita in onore della tragica storia della Santa;
  • Piazza del Duomo, piazza principale di San Gimignano e fulcro della città dove avevano luogo i maggiori eventi del piccolo centro; la piazza è caratterizzata dalla forma di un triangolo rovesciato ed è pavimentata interamente con cotto;
  • Museo Civico di San Gimignano che si trova all’interno del palazzo del Popolo;
  • Chiesa di Sant’Agostino, un luogo di culto religioso pieno di opere d’arte.

Solitamente i turisti visitano molto velocemente San Gimignano, ma il consiglio è quello di trascorrere almeno un paio di giorni in questo piccolo centro, per assaporare non solo le bellezze artistiche, ma anche per gustare le ottime prelibatezze toscane in una delle tante e caratteristiche trattorie del luogo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *