Un giorno ad Assisi: cosa vedere assolutamente

Assisi è uno dei borghi più belli e famosi d’Italia, arroccato su una collina in provincia di Perugia, si presenta come la classica cittadina umbra: accogliente e spettacolare con un centro storico ricco di tante cose da scoprire e visitare.

Nei secoli passati la città di Assisi ha svolto un ruolo importante nella storia d’Italia e del mondo. Oggi è conosciuta soprattutto come meta di pellegrinaggio, infatti, ogni anno sono molti i pellegrini che arrivano ad Assisi per visitare i luoghi in cui hanno vissuto San Francesco e Santa Chiara. Oltre ai luoghi sacri legati alla storia dei due santi, Assisi è una città piena d’arte: la pinacoteca comunale, il museo civico, il foro romano e tanto altro.

Ci sono cose da vedere e da fare prima di lasciare la città, iniziamo.

La Basilica di San Francesco ad AssisiFacciata esterna della Basilica di San Francesco ad Assisi

Un capolavoro assoluto dell’arte medievale, oggi patrimonio UNESCO. I lavori per la chiesa dedicata a San Francesco, patrono d’Italia, furono iniziati nel 1228 e dopo meno di 4 anni, nel maggio 1230, i lavori erano finiti. Vista da lontano la basilica sembra un corpo unico ma è formata da due chiese sovrapposte:

  • la Basilica inferiore in stile romanico umbro che presenta molti elementi gotici. Nella chiesa inferiore è anche custodita la Cripta con i resti di San Francesco.
  • La Basilica superiore è in stile gotico italiano, qui si possono osservare i famosissimi affreschi di Giotto che illustrano la vita di San Francesco. Oggi nella Basilica superiore si celebrano le più importanti funzioni liturgiche.

In entrambe le strutture si possono osservare capolavori unici dell’arte italia come il ciclo completo delle Storie di San Martino dipinto da Simone Martini e la Cappella della Maddalena da Giotto.

La Basilica di Santa Chiara ad Assisi

Santa Chiara fu la prima discepola donna di San Francesco, a sua volta fondatrice dell’ordine delle ClarisseLa chiesa di Santa Chiara, come quella di San Francesco, fu costruita subito dopo la sua morte. La Basilica fu eretta sulle fondamenta della preesistente chiesa di San Giorgio, della quale sono state conservate la cripta e una cappella. La chiesa è in stile gotico-umbro con un interno a tre navate, mentre la facciata esterna si presenta molto semplice realizzata con pietra locale bianca e rosa. La chiesa conserva importanti reliquie della santa e di San Francesco, inoltre dall’interno della chiesa si accede alla Cripta dove è custodita la tomba della Santa.

Cattedrale di San Rufino

Altra cosa fa fare ad Assisi è visitare la Cattedrale di San Rufino, vescovo, martire e patrono di Assisi. La Cattedrale è il più antico e principale luogo ecclesiastico della città, costruita dove anticamente era posto il Foro Romano. La facciata esterna di questa chiesa è considerata l’esempio più bello di gotico-umbro costituito da tre portali. All’interno della Cattedrale è custodita la fonte battesimale al quale furono battezzati Francesco e Chiara, inoltre questo luogo è molto importante per il culto francescano perché si ritiene che proprio qui San Francesco tenne la sua prima predicazione.

Il Tempio di Minerva ad Assisi

Raggiungendo la medievale Piazza del Comune si può visitare il Tempio di Minerva, risalente al I secolo a.C. La facciata esterna del tempio appare perfettamente conservata, con le sei colonne sormontate da capitelli in stile corinzio. Il tempio deve il suo nome al ritrovamento di una statua raffigurante una donna, ma gli storici ritengono che la struttura fosse dedicata ad Ercole. Nei secoli il tempio è stato usato in diversi modo: è stato un carcere, sede del consiglio cittadino, poi nel Medioevo il tempio venne trasformato in chiesa con il nome di Santa Maria sopra Minerva. 

Rocca maggiore assisiRocca Maggiore, tra le cose da visitare ad Assisi

Una delle cose più originale da fare ad Assisi, se si ha qualche giorno in più, è visitare la Rocca Maggiore dalla quale si ha una vista stupenda su tutta la città e la campagna circostanteL’antica fortezza medievale è stata il centro di varie vicissitudini storiche della città: qui soggiornò Federico II di Svevia che fu cacciato quando aveva solo 4 anni in seguito al passaggio di Assisi alla parte guelfa, in questa occasione la rocca riporto pesanti danni. Nel 1365 la rocca fu ricostruita e entrò a far parte della rete di castelli costruiti per difendere lo Stato Pontificio. Fu poi abbandonata nel 1600, ma è arrivata quasi intatta fino a noi.

Inoltre, se ci si vuole immergere in pieno nei luoghi più umili legati alla vita di San Francesco, consigliamo di visitare:

  • la Porziuncola di Santa Maria Degli Angeli
  • l’Eremo delle Carceri, negli immediati dintorni della città, 4 chilometri dal centro storico di Assisi . Un luogo dedicato alla ricerca spirituale, circondati dal silenzio
  • il Bosco di San Francesco, situato ai piedi della Basilica di San Francesco

Se dopo una veloce visita della città vorrete ritornarci, sono molte le strutture nelle quali si può alloggiare nel centro storico di Assisi, in modo da poter raggiungere velocemente i luoghi di maggior interesse, tra queste strutture c’è l’hotel “ il Vicoletto situati all’interno di un edificio del 19° secolo composto da stanze confortevoli e completamente ristrutturate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *