Trekking: i 10 cammini più belli da fare in Italia

Percorso nella naturaIl trekking è quello che fa per te se ami percorrere chilometri a piedi, immerso nel silenzio e nella natura, attraversando sentieri, piccoli paesini e borghi medievali.

Il trekking è un modo di viaggiare e di intendere la vita, permette di rallentare i ritmi, di ascoltare se stessi, respirare a pieni polmoni ed anche conoscere persone con le quali condividere il percorso, ma all’occorrenza tutto il silenzio di cui hai bisogno.

Sono tante le camminate organizzate da poter intraprendere in Italia, anche di una singola giornata. Il nostro paese permette di scegliere tra tipi diversi di itinerari da quelli sulle Alpi a quelli più vicini alle città.

L’Italia è davvero ricca di percorsi culturali, naturalistici e spirituali. Ecco alcuni dei più belli cammini italiani.

Toscana

La toscana è una regione ricca di fascino con molti paesi e borghi che possono essere raggiunti attraverso vecchi percorsi immersi nella natura.

Via degli Dei

Questo percorso lungo circa 130 chilometri collega Bologna e  Firenze, passando in mezzo agli Appennini. Una passeggiata suggestiva in mezzo alla natura percorrendo una vecchia strada romana, durante il percorso sono molti i selciati di epoca romana che si incontrano. L’itinerario ha inizio da Piazza Maggiore (Bologna) e termina a Fiesole con una spettacolare vista su Firenze. Il percorso prevede sei tappe, è di media difficoltà solo alcuni tratti sull’appennino sono un po’ più impegnativi.

Via FrancigenaVia Francigena in Toscana

È un percorso ricco di storia, era la strada percorsa dai pellegrini che da Canterbury raggiungevano Roma. Questa cammino attraversa molte zone dell’Italia, da nord a sud, uno dei passaggi più suggestivi è sicuramente quello che parte da San Gimignano ed arriva a Monteriggione, un percorso lungo circa 31 chilometri e che si può percorrere in 7 ore circa.  

Puglia

Una regione ricca di bellezze, conosciuta soprattutto per il mare e le paradisiache spiagge del Salento. Attraversata dalla Via Francigena, come quasi tutta l’Italia, offre molte possibilità di praticare trekking.

Via Francigena

La Via Francigena attraversa tutta la Puglia. Non esiste un solo percorso ma  partendo dai Monti Dauni, sono molteplici gli itinerari che si possono seguire.

Partendo dal Valico di San Vito si va alla scoperta della Puglia franco-provenzale attraversando e visitando i borghi di Faeto e Celle di San Vito.

Arrivati a Troia il sentiero si snoda e puoi scegliere di proseguire verso sud e raggiungere i principali porti pugliesi oppure percorrere la strada dei Longobardi arrivando fino al Santuario di San Michele a Monte Sant’Angelo.

La porta d’Oriente, Otranto

Cava di Bauxite a Otranto

Questa cammino con partenza da Otranto conduce fino al lago rosso della cava di Bauxite. Luogo di grande bellezza naturalistica, dove il contrasto tra il rosso delle rocce e il verde smeraldo dell’acqua lasciano senza parola i turisti.

Parco Nazionale dell’Alta Murgia, cammino boschivo

Percorso che dura circa sei ore di media difficoltà. Si parte da Gravina e qui si imbocca un sentiero che conduce alla tomba a Grotticella, necropoli di grande importanza storica, perché qui sono stati rinvenuti resti del periodo del Bronzo Antico.

CampaniaPanorama durante il sentiero degli Dei

Sentiero dei Limoni

Percorso semplice ma molto suggestivo lungo circa 9 chilometri, da percorrere in circa 5 ore. Durante questa passeggiata si possono ammirare i bellissimi panorami della costiera amalfitana attraversando i suoi giardini e i suoi limoneti.

Sentiero degli Dei

È il percorso che collega Agerola a Nocella (Positano). Questo percorso di Trekking è un’avventura unica durante la quale si ammirano panorami incredibili, il percorso è lungo 8 chilometri ed percorribile in circa 4 ore e mezzo di cammino.

Trekking sul VesuvioVista da napoli del Vesuvio

Nel Parco Nazionale del Vesuvio è possibile percorrere dei percorsi che conducono fino al cratere. Una volta arrivati in cima si ha un’ampia visuale non solo del vulcano ma di tutto il golfo di Napoli.

Sicilia

Vista dell' Etna

Via Francigena da Palermo a Agrigento

Anche in Sicilia troviamo la famosa via percorsa dai pellegrini durante il medioevo. Sull’isola sono ci sono vari cammini per un totale di circa 900 chilometri.  Uno è quello della Magna Via Francigena che attraverso una campagna ininterrotta collega Palermo a Agrigento, si tratta di un percorso lungo 160 chilometri, diviso in diverse tappe (da circa 20 chilometri l’una) quindi si può scegliere di percorrerne solo piccoli tratti.

Ma questa non è l’unica via Francigena percorribile in  Sicilia, si può scegliere tra:

  • Il percorso da Palermo a Messina per le montagne
  • La Via Francigena mazarense, da Mazara del Vallo fino a Palermo
  • Via Selinuntina da Mazara a Siracusa
  • La Via Francigena Fabaria da Lentini a Santa Maria di Maniace (zona Etna)

Trekking sull’Etna

Il percorso migliore da poter compiere sull’Etna è quello che conduce ai crateri sommitali. Il cammino di circa due ore e vi permetterà di avvicinarvi ai crateri. Sono previste anche soste per visitare i tunnel lavici, curiose formazioni createsi in seguito alle eruzioni.

 

Tra i sentieri escursionistici più suggestivi d’Italia vanno ricordati anche:  

  • Cammino dei Briganti, tra Abruzzo e Lazio
  • Basilicata Coast ti Coast
  • Via degli Abati, Da Padova a Pontremoli
  • Cammino di Assisi, dall’eremo di Sant’Antonio di Montepaolo ad Assisi
  • Via degli Abati, tra Emilia Romagna e Toscana
  • Antica Via Valeriana, Lombardia
  • Cammino Celeste, Friuli
  • Cammino di San Giorgio Vescovo, Sardegna
  • Grande Traversata delle Alpi, Piemonte

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *